Wordle è stato venduto al New York Times per “sette cifre basse”: tipico?

Questa è una foto d'archivio
Ricordi quando John Kraskinski ha avviato il canale Some Good News all'inizio della pandemia e sembrava puro e ben intenzionato per circa un mese prima che fosse venduto alla CBS e non ne abbiamo più sentito parlare? Wordle è stato appena venduto al New York Times. Solo una settimana fa, abbiamo coperto un'intervista che il creatore Jason Wordle ha fatto con Salon Magazine. Ha detto di aver creato il popolare gioco di parole per giocare con il suo partner e che non voleva che avesse annunci, notifiche push o persino un collegamento al sito con la griglia dei punteggi condivisibile perché sembrava "spam". Entra nel New York Times, che ha acquistato il gioco per "sette cifre basse" e promette di non metterlo dietro un paywall, per il momento.

Il successo improvviso Wordle, in cui una volta al giorno i giocatori hanno sei possibilità di indovinare una parola di cinque lettere, è stato acquisito dalla The New York Times Company.

L'acquisto, annunciato lunedì da The Times, riflette la crescente importanza dei giochi, come cruciverba e Spelling Bee, nella ricerca dell'azienda di aumentare gli abbonamenti digitali a 10 milioni entro il 2025.

Wordle è stata acquisita dal suo creatore, Josh Wardle, un ingegnere del software a Brooklyn, per un prezzo "inferiore a sette cifre", ha affermato il Times. La società ha affermato che il gioco inizialmente sarebbe rimasto gratuito per i giocatori nuovi ed esistenti.

Wordle – il nome è un gioco di parole sfacciato sul nome del suo creatore – ha avuto un'ascesa sorprendente. È apparso per la prima volta su un sito Web senza fronzoli e senza pubblicità in ottobre e ha avuto 90 utenti il ​​1 novembre. Quel numero è cresciuto fino a 300.000 entro la metà di questo mese e ora milioni di giocatori giocano ogni giorno, secondo l'annuncio del Times .

[Dal New York Times]

Il resto dell'articolo è un discorso d'affari su quanto bene stia andando il NY Times dal punto di vista finanziario. Molti utenti di Twitter stanno sottolineando che il NY Times ha rotto i sindacati e che i lavoratori hanno dovuto scioperare di recente per ottenere aumenti. Questo è deludente, ma non sorprendente. È del tutto comprensibile che Wardle abbia incassato il successo del suo gioco. Nella sua dichiarazione in cui spiegava la vendita (sotto) ha detto che non poteva tenere il passo con la popolarità del gioco e voleva che crescesse. Il NY Times, per quanto spazzatura sia stato sul fascismo bilaterale, ha grandi giochi di parole. Che peccato, ho sentito che Wordle stava diventando popolare su Facebook.

Oh e Wordle ha ora un'app ufficiale. Ho visto una pubblicità su TikTok con Jimmy Fallon.

Preveggente

Credito fotografico di intestazione: Bruce Mars tramite Unsplash