Una “tela” dipinta da persone che vissero durante l’era glaciale da 12.500 anni fa è stata scoperta nella foresta amazzonica

Quando ci sembra di conoscere fin troppo bene il mondo che ci circonda e ci sono poche cose che possono sorprenderci, le meraviglie della storia e della natura ci dimostrano che abbiamo torto. Proprio di recente, la squadra di archeologi britannico-colombiana guidata da José Iriarte ha annunciato la notizia bomba.

Decine di migliaia di pitture rupestri create fino a 12.500 anni fa sono state scoperte a Serranía La Lindosa, nella remota foresta pluviale amazzonica. Dipinta su una scogliera, l'arte rupestre si estende per quasi 8 miglia.

Secondo la dichiarazione , si tratta di disegni di cervi, tapiri, alligatori, pipistrelli, scimmie, tartarughe, serpenti e istrici, oltre alla megafauna dell'era glaciale. Tra le raffigurazioni, vedi mastodonti, camelidi, ungulati con tronchi e bradipi giganti, e rappresentano gli animali nativi che si sono estinti.

Il dottor Mark Robinson dell'Università di Exeter, che faceva parte del gruppo di ricerca, ha dichiarato: “Queste sono davvero immagini incredibili, prodotte dalle prime persone a vivere nell'Amazzonia occidentale. È incredibile per noi oggi pensare che vivessero tra e cacciassero erbivori giganti, alcuni delle quali avevano le dimensioni di una piccola automobile ". Lascia che affondi per un po 'e scorri per le immagini mozzafiato qui sotto.

L'antica arte rupestre che si estende su un muro di 8 miglia è stata scoperta nella foresta pluviale amazzonica

Crediti immagine: canale 4

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Il sito salutato come "la Cappella Sistina degli antichi" è stato scoperto l'anno scorso, ma da allora è stato tenuto segreto. Inizialmente è stato girato per la serie di Channel 4 “ Jungle Mystery: Lost Kingdoms of the Amazon ” che sarà proiettata a dicembre. La presentatrice del documentario Ella Al-Shamahi ha affermato che "Il nuovo sito è così nuovo, non gli hanno ancora dato un nome".

Gli scienziati dicono che i dipinti sono stati realizzati da 11.800 a 12.500 anni fa

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Il sito è stato scoperto da un team internazionale di ricercatori britannici e colombiani. José Iriarte, professore di archeologia all'Università di Exeter ed esperto di storia amazzonica e precolombiana, ha commentato la scoperta: “Quando sei lì, le tue emozioni fluiscono… Stiamo parlando di diverse decine di migliaia di dipinti. Ci vorranno generazioni per registrarli … Ogni volta che fai, è un nuovo muro di dipinti ".

Ci sono disegni di cervi, tapiri, alligatori, pipistrelli, scimmie, tartarughe, serpenti e istrici, oltre a quella che sembra essere la megafauna dell'era glaciale

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Sorprendentemente, tutti i dipinti si sono rivelati ben conservati e incredibilmente dettagliati. “Le immagini sono così naturali e così ben fatte che abbiamo pochi dubbi che tu stia guardando un cavallo, per esempio. Il cavallo dell'era glaciale aveva una faccia selvaggia e pesante. È così dettagliato che possiamo persino vedere i crini di cavallo. È affascinante."

Iriarte ha anche affermato in una dichiarazione che questa antica arte serve come prova spettacolare di come gli esseri umani hanno ricostruito la terra, come hanno vissuto lì, cacciato, coltivato e pescato. “È probabile che l'arte fosse una parte importante della cultura e un modo per le persone di connettersi socialmente. Le immagini mostrano come le persone avrebbero vissuto tra animali giganti, ora estinti, che cacciavano ", ha concluso.

Sebbene la scoperta sia stata fatta circa un anno fa, i disegni sono stati svelati per la prima volta per una prossima serie di documentari di Channel 4

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

Crediti immagine: gipri

(Fonte: Bored Panda)