“Un sacco di stronzate!”. Marco Liorni perde la sua proverbiale calma e sbotta

Marco Liorni è un conduttore molto in gamba e, dopo un lungo apprendistato, è finalmente riuscito a trovare il posto giusto. Ora è uno dei punti fermi della Rai e con il suo programma 'Italia Sì' sta riscuotendo straordinari successi. In estate, invece, raccoglie risultati stratosferici con 'Reazione a catena'. Lo conosciamo anche per un carattere molto calmo e mite, ma nelle ultime ore ha perso la pazienza ed ha espresso tutto il suo nervosismo durante un'intervista.

Ha rilasciato alcune dichiarazioni al settimanale 'Voi', dove ha toccato numerosi argomenti ma soprattutto quelli legati al coronavirus. Qualche giorno fa Mauro Coruzzi, in arte Platinette, era intervenuto su Liorni, che aveva svelato un segreto del conduttore: “Per volontà di Marco, gli ospiti di Italia Sì devono essere ascoltati, non giudicati o filmati. Questo mi preoccupa da vicino, poiché faccio parte del gruppo dei commentatori del programma ”. Vediamo ora perché si è arrabbiato. (Continua dopo la foto)

Stavamo parlando della questione della campagna di vaccinazione contro il Covid-19, quando ha detto al giornalista: “Avremo bisogno di tante testimonianze. Ci sono tante stronzate e non ci sono numeri, virologi, fatti che tengono contro chi ostenta scetticismo ”. Pertanto, ha invitato quante più persone possibile ad assumersi questo impegno ea rassicurare la popolazione sulla bontà del vaccino. Sono state fatte affermazioni anche da esseri umani sul coronavirus generale. (Continua dopo la foto)

Anche lui ora ha molte difficoltà nell'affrontare l'emergenza sanitaria: “Vivo la pandemia in apnea. Quando è sorto sembrava un incubo. Adesso è una consapevolezza, la vita è ai minimi termini: l'apnea ”. Quindi anche lui non sta attraversando un periodo facile, come tutti gli italiani e il resto del mondo. Poi ancora soffermandosi sulle vaccinazioni, Marco Liorni ha un'idea diversa, rispetto agli altri, di chi dovrebbe partire per mettere in sicurezza la popolazione. (Continua dopo la foto)

Il conduttore della televisione pubblica italiana ha concluso dicendo: "Forse sono i bambini che devono essere vaccinati presto, per farli tornare in classe". Non sarebbe favorevole al 100% ad iniziare esclusivamente con operatori sanitari e anziani nelle case di cura. Secondo Liorni, sarebbe necessaria l'immunizzazione dei giovani per garantire il rientro a scuola in presenza.

"Provare a…". Clamorosa gaffe dell'ospite Mediaset. La parola shock risuona nelle case degli italiani

L'articolo "Un sacco di stronzate!". Marco Liorni perde la sua proverbiale calma e sbotta fuori dal Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)