“Trovato”. Shock nella città italiana, conferma dopo settimane di ricerche

Dopo intense giornate di ricerche da parte dei carabinieri, è arrivata la notizia che nessuno vorrebbe mai apprendere. La vicenda legata alla scomparsa di Viktoriya Voktotrub, la donna di 42 anni scomparsa a Brescia il 5 novembre, si è conclusa nel peggiore dei modi. I militari avevano già arrestato Kadrus Berisa, un uomo di 60 anni che era stato sorpreso a lanciare un tappeto su cui c'erano tracce di sangue nella spazzatura.

Le tracce di sangue e alcuni capelli trovati appartenevano alla signora. E oggi, 13 novembre, è stata fatta anche la triste scoperta, con il ritrovamento del corpo del 42enne. Secondo quanto riferito dai carabinieri bresciani, il corpo di Viktoriya sarebbe stato sepolto in un giardino di un ex appassionato di bowling, situato nel quartiere 'Primo Maggio' della città lombarda. Il corpo è stato recuperato a pochi metri dalla casa in cui vive Kadrus Berisa. (Continua dopo la foto)

Il 60enne accusato dell'omicidio della donna era l'ex fidanzato, ammanettato tre giorni fa. Le indagini svolte dai militari sono state molto intense e hanno potuto apprendere informazioni molto utili per chiudere il cerchio. I carabinieri avevano anche effettuato un sopralluogo presso l'abitazione dell'ex compagno e il soggiorno era considerato la scena del delitto. Sono state infatti trovate "tracce di sangue compatibili con dinamiche di tipo violento". Poi c'è stata la collaborazione del presunto assassino. (Continua dopo la foto)

Una volta trovate le tracce di sangue, sono state confrontate con il DNA della vittima. Ed è stata trovata un'importante corrispondenza, che ha permesso di eliminare ogni tipo di dubbio. In effetti, le tracce di sangue erano identiche a quelle trovate sul tappeto. Poi le perquisizioni degli inquirenti si sono spostate nel garage della casa ed è stato scoperto anche sangue sui pomelli di una carriola. A questo punto non c'erano più dubbi da parte dei carabinieri bresciani. (Continua dopo la foto)

Quando i militari sono tornati a parlare con la 60enne, quest'ultima ha finalmente fornito le informazioni necessarie per ritrovare il corpo della sfortunata donna. Secondo gli investigatori, il corpo sarebbe stato sepolto sotto un metro di terra. Per tirarlo fuori i militari, supportati dal medico legale e dai vigili del fuoco, hanno impiegato due ore "per conservare tracce ed elementi utili alle indagini".

Nuove regioni rosse e arancioni: stretta del governo. Cosa cambia e da quando in tutta Italia

L'articolo "Found". Shock nella città italiana, la conferma dopo settimane di ricerche arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)