“The Queen’s Gambit” è la miniserie più vista di Netflix

The Queen's Gambit , quello spettacolo su un orfano prodigio degli scacchi che ama schioccare pillole e bere alcolici negli anni Sessanta, è la serie limitata più seguita di Netflix. Nei suoi primi 28 giorni, è stato osservato in 62 milioni di famiglie. È interpretato da Anna Taylor-Joy, che potresti anche riconoscere (senza parrucca rossa fluttuante) dai suoi ruoli da protagonista in Emma, ​​Split e The Witch . Peter Friedlander , VP di Netflix Original Series, ha descritto il successo dello show in un post sul blog.

Ha scritto, tramite Deadline:

“Tre anni fa, quando Scott Frank ( Godless ) ci ha contattato per la prima volta per adattare The Queen's Gambit – il libro di Walter Tevis del 1983 su un giovane prodigio degli scacchi – abbiamo pensato che fosse una storia avvincente. Beth è una perdente che affronta dipendenza, perdita e abbandono. Il suo successo – contro ogni previsione – parla dell'importanza della perseveranza, della famiglia e del trovare te stesso e rimanere fedele. Tuttavia, non credo che nessuno di noi avrebbe potuto prevedere che The Queen's Gambit – e la straordinaria Anya Taylor-Joy – sarebbero diventati i fenomeni globali che sono oggi, o la nostra più grande serie limitata mai scritta. "

Prima che diventasse una serie, ci sono stati alcuni tentativi per adattare il libro in un film. Il tentativo più recente ha coinvolto Heath Ledger. Doveva dirigere (sarebbe stato il suo debutto alla regia) e recitare al fianco di Ellen Page nei panni di Beth. La produzione e le riprese principali erano fissate per la fine del 2008, ma è stata sospesa dopo la morte di Heath nel gennaio dello stesso anno.

Anche se a scacchi sono pessimo (pensare al futuro è noioso), mi è piaciuto molto lo spettacolo. Soprattutto perché amo un bel pezzo d'epoca in cui i sessisti sono come, "Non sa giocare a scacchi, è una ragazza!" Poi questa ragazza tranquilla e senza pretese muove un pedone due volte, è tutto "SCACCO COMPAGNO" e il cervello degli uomini esplode. "Bb-ma, non ha un cazzo!" Una formula davvero soddisfacente. Oo, inoltre, c'è un bel montaggio di scacchi ambientato nel banger "Classical Gas":

Pic: YouTube