The Hollywood Reporter ha pubblicato ulteriori dettagli sul presunto comportamento da stronzo di Joss Whedon sul set di “The Justice League”

Joss Whedon è un coglione . Almeno secondo la maggior parte delle persone che hanno lavorato per lui . Ray Fisher è stata la prima anima coraggiosa a lanciare l'allarme dopo che Joss lo ha diretto in Justice League, e Gal Gadot alla fine ha ammesso che la sua esperienza su quel set "non era la migliore".

Ora Ray ha rilasciato la sua prima intervista aThe Hollywood Reporter. Rays parla di stronzate razziste generali sul set, di come Joss non si preoccupasse della sua opinione come attore nero che interpreta un personaggio nero e di come l'indagine della Warner Bros. abbia lasciato i migliori dirigenti fuori dai guai. Ha rifiutato di entrare nei dettagli di Gal vs Joss, ma altre fonti dicono che la regista di Gal e Wonder Woman Patty Jenkins “è andata in battaglia” con Joss per la direzione del personaggio. Le fonti affermano che Joss ha detto che Gal dovrebbe semplicemente "tacere e dire le battute", e che potrebbe danneggiare la sua carriera. Hmmm, mi chiedo se Joss riuscirà mai a far fronte a quella minaccia?

La fonte dice che Gal era preoccupato per la sceneggiatura rivista di Joss per Justice League . Pensava che il suo personaggio fosse più aggressivo di quanto non fosse nel film Wonder Woman e voleva che il personaggio "passasse da un film all'altro":

Lo scontro più grande, dicono le fonti, è avvenuto quando Whedon ha spinto Gadot a registrare battute che non le piacevano, ha minacciato di danneggiare la carriera di Gadot e ha screditato la regista di Wonder Woman Patty Jenkins. Mentre Fisher si rifiuta di discutere di ciò che è accaduto con Gadot, un testimone della produzione che in seguito ha parlato con gli investigatori dice che dopo uno scontro, “Joss si è vantato di essersi divertito con Gal. Le ha detto che è lo scrittore e che lei sta zitta e dice le battute e lui può farla sembrare incredibilmente stupida in questo film ".

La fonte dice che Gal e Patty l'hanno portato al dirigente della Warners Bros. Quando è stato chiesto un commento per l'articolo, Gal ha risposto:

"Ho avuto i miei problemi con [Whedon] e la Warner Bros. li ho gestiti in modo tempestivo."

Ray ha avuto un periodo più difficile e alla fine gli è costato il ruolo di Cyborg. Mentre il regista originale Zack Snyder ha preso sul serio il primo supereroe DC Black e ha chiesto a Ray di collaborare alla creazione del personaggio, Joss non ha voluto sentire alcun input sulla sua nuova sceneggiatura (che ha tagliato l'intera storia di Cyborg):

Whedon ha inviato un'e-mail chiedendo domande, commenti o "elogi generosi", ma Fisher dice che è diventato chiaro: "Tutto quello che stava cercando erano gli elogi generosi". Cercando di assumere un tono scherzoso, Fisher ha risposto che piangeva la perdita del materiale Cyborg, ma stava andando avanti. Ha detto di avere appunti per evitare problemi in termini di rappresentazione del personaggio. Ma in una telefonata con Whedon, Fisher dice che aveva appena iniziato a parlare quando il regista lo interruppe. "Mi sembra di prendere appunti in questo momento, e non mi piace prendere appunti da nessuno, nemmeno da Robert Downey Jr.", ha detto. Altre fonti sul progetto dicono che Whedon era altrettanto sprezzante nei confronti di Gadot e Momoa quando hanno messo in dubbio le nuove linee.

Ray aggiunge che quando Joss ha iniziato a dirigere, ha avuto la sensazione di dover "spiegare alcuni dei punti fondamentali di ciò che sarebbe stato offensivo per la comunità nera". Quando Ray si è rivolto a Geoff Johns , un produttore / co-presidente di film DC, la sua risposta definitiva è stata "Non possiamo far arrabbiare Joss".

Ray ha anche avuto un problema con l'inclusione della frase " Booyah !" Questa era una frase che è diventata lo slogan di Cyborg negli spettacoli animati di Teen Titans , ma il personaggio non l'aveva mai detto nei fumetti o nella sceneggiatura originale di Zack Snyder. Geoff Johns ha chiesto a Zack di includere la linea, ma Zack ha rifiutato. Anche a Ray non piaceva:

Fisher dice che non vede la parola in sé come un problema, ma ha pensato che fosse giocata in modo diverso in un film live-action rispetto alla serie animata. E pensò ai personaggi neri della cultura pop con frasi che definiscono: "Whatchoo talkin '' bout, Willis?" Di Gary Coleman; "Dy-no-mite!" Di Jimmie Walker Poiché nessun altro nel film aveva uno slogan, dice: "Sembrava strano che l'unico personaggio nero lo dicesse".

Ma quando Joss ha preso il sopravvento, i dirigenti hanno ottenuto la loro strada. Il co-presidente della DC Film Jon Berg ha portato Ray fuori a cena e ha detto:

“E se l'amministratore delegato di AT&T avesse un figlio o una figlia, e quel figlio o figlia vuole che Cyborg dica 'booyah' nel film e noi non ne abbiamo idea? Potrei perdere il lavoro. "

Anche se Ray era scettico sul fatto che il destino del film dipendesse da "Booyah", ha filmato la ripresa:

Quando è arrivato sul set, dice, Whedon ha allungato le braccia e ha detto una frase di Amleto in tono beffardo: "Pronuncia il discorso, ti prego, come te l'ho pronunciato". Fisher ha risposto: "Joss – non farlo. Non sono in vena." Quando ha lasciato il set dopo aver detto solo quella frase per le telecamere, dice, Whedon ha gridato: "Bel lavoro, Ray".

L'articolo descrive altri problemi, come il fatto che i dirigenti siano pietrificati dal fatto che Cyborg non possa sembrare "un uomo nero arrabbiato ", e come Geoff Johns pensava che il personaggio dovesse sorridere di più (per l'articolo THR, il portavoce di Geoff ha chiesto che fosse identificato come libanese- Americano). E come Joss pensava che Ray avrebbe dovuto interpretare il personaggio mezzo cyborg e mezzo uomo come meno Frankenstein e più Quasimodo (con tanto di "postura servile") . Ray dice: "Non avevo alcuna intenzione di interpretarlo come un individuo gioviale che pulisce la cattedrale".

Dopo che l'articolo di THR è uscito, Ray ha twittato questo:

Quanto a Joss? No comment. Ma aspetta solo un attimo … sta lavorando ad alcune battute tranquille che sviscereranno chiunque si sia mai scontrato con lui!

Foto: Wenn.com