“Stalked”. Viviana Parisi, che ora parla è la cognata, che pubblica il referto medico dell’ospedale

Con ogni probabilità, scivola nel primo pomeriggio di oggi l'autopsia sul corpo di Viviana Parisi, la deejay di 43 anni trovata senza vita sabato pomeriggio nei boschi intorno a Caronia (Messina). L'esame era previsto per questa mattina ma è previsto l'arrivo di un esperto di entomologia forense, in particolare su larve e insetti.

L'autopsia sarà eseguita presso l'ospedale Papardo di Messina da Elvira Spagnolo Ventura e dalla professoressa Daniela Sapienza che saranno assistite da un esperto entomologo ligure. L'esito è atteso dagli inquirenti con particolare attenzione perché il risultato dipenderà dal proseguimento della ricerca del piccolo Gioele, il figlio di quattro anni di cui si sono perse le tracce. (Continua a leggere dopo la foto)

Intanto la cognata della donna, Mariella Mondello, zia paterna di Gioele, ha reso pubblico il referto medico dell'ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto dove si evidenzia che "Viviana Parisi soffriva di deliri di persecuzione" Una patologia che potrebbe essere al origine della tragedia. In un articolo su La Stampa, la donna ha spiegato che la madre del piccolo Gioele non era semplicemente depressa: “Ha detto a mio fratello che la stavano seguendo, ma erano solo cose che aveva in mente”. (Continua a leggere dopo la foto)

"Non lo avrebbe mai ucciso", ha detto di suo nipote Joel. “Era malato di mente – ha spiegato Mariella – anche se negli ultimi tempi sembrava stare meglio, ha alternato periodi di serenità a periodi di crisi nervosa”. E ancora: “Stai litigando con mio fratello? No, ma a volte suscitava litigi per capricci dovuti allo stato mentale in cui si trovava ”, ha detto parlando del rapporto della donna con il marito Daniele Mondello, padre di Gioele. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Emerge così il ritratto di una donna che non si sentiva al sicuro, anzi, ma questo resta ancora un mistero. La speranza ora è trovare il bambino sano e salvo. E a questo proposito, la ricerca di Joel continua senza sosta. Gli investigatori usano anche cani molecolari e droni per cercarlo, in un perimetro che supera i 400 ettari.

"Tutto è iniziato con quella bugia." I gialli di Viviana Parisi e Gioele, spunta una nuova pista

L'articolo "Pedinata". Viviana Parisi, ora a parlare è la cognata, che pubblica il referto medico dell'ospedale proveniente da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)