Spike Lee dice che ha ancora domande sull’11 settembre

I teorici della cospirazione si rallegrano perché sei visto! Le teorie della cospirazione sull'11 settembre potrebbero presto tornare nel mainstream dopo 20 anni. Spike Lee ha un nuovo documentario in uscita su HBO Max chiamato NYC Epicenters: 9/11 – 2021½ che parla di eventi importanti nella storia recente di New York . Spike ne ha parlato un po' e ha fatto sapere che ha ancora delle domande su ciò che è realmente accaduto.

Come tutti purtroppo sappiamo, nel 2001, quattro aerei sono stati dirottati da terroristi e due sono atterrati contro le torri del World Trade Center, uno contro il Pentagono, e l'ultimo aereo si è schiantato in un campo che è stato teorizzato essere stato destinato ai White House o il Campidoglio. Gli attacchi hanno ucciso persone 2.977 e sono accreditati come istigatori della Guerra al Terrore che ha portato a varie operazioni militari in Medio Oriente. Ha anche portato a molti combattimenti tra Rosie O'Donnell ed Elisabeth Hasselbeck su The View , ma questo è leggermente meno rilevante dal punto di vista politico.

Dopo l'attacco, alcuni erano convinti che doveva essere stato un lavoro interno per una miriade di ragioni. Uno dei grandi punti di contesa per i cospirazionisti era il calore necessario per fondere le travi di acciaio e come gli incidenti non avrebbero potuto generarlo. Beh, Spike parlerà di tutto questo nel suo film. Il film è riassunto come, tramite HBO :

A partire dalla pandemia globale in corso e dall'urgenza del movimento Black Lives Matter, Lee attraversa il tempo fino ai devastanti attacchi terroristici dell'11 settembre. Questa serie provocatoria è un'epica cronaca della vita, della perdita e della sopravvivenza in quella che Lee definisce "la più grande città sulla terra di questo Dio", catturando il sapore e il cuore di New York City, esplorando la sua resilienza e grinta e affermando la sua innata capacità di rimbalzare, ricostruire e resistere.

E Variety afferma che tra le sue oltre 200 interviste, Spike ha parlato con un sacco di personaggi famosi di New York, come Jon Stewart , Rosie Perez , Jeffrey Wright , John Turturro , Chuck Schumer , Alexandria Ocasio-Cortez e Bill De Blasio . Ha anche parlato con i membri del gruppo Architects and Engineers for 9/11 Truth: puoi indovinare dal loro nome in che tipo di cose si trovano. E Spike ha spiegato che ha anche delle domande sull'attacco:

“Spero che forse l'eredità di questo documentario sia che il Congresso tenga un'udienza, un'udienza del Congresso sull'11 settembre. La quantità di calore necessaria per far fondere l'acciaio, quella temperatura non è stata raggiunta. E poi la giustapposizione del modo in cui l'edificio 7 è caduto a terra: quando lo metti accanto ad altri crolli di edifici che erano demolizioni, è come se stessi guardando la stessa cosa… Il mio approccio è inserire le informazioni nel film e lasciare che le persone decidere da soli. Rispetto l'intelligenza del pubblico”.

Quindi Spike Lee sta difendendo parlando con i veritieri dell'11 settembre per il suo documentario dicendo che vuole educare le persone su tutte le teorie e i fatti che circondano l'11 settembre. Bene, dal momento che è in vena di istruzione, forse Spike Lee può seguire questo con un documentario che insegna ai non anglofoni come imprecare in inglese. Bong Joon-ho sarà il primo a trasmetterlo in streaming!

Pic: Wenn.com