“Sono uno stronzo per aver detto a mio marito che non cucinerò più per lui se ha scelto di mangiare il pasto del suo collega invece del mio?”

Avere una relazione seria non significa solo conoscersi molto bene, come rivelare il nome del tuo animale domestico d'infanzia o cosa odiavi del college. Si tratta di connettersi a un livello personale profondo, allineare i tuoi obiettivi di vita e guidare il tuo partner, aiutandolo a inseguire le proprie speranze e combattere le proprie paure. Purtroppo, non tutte le coppie ottengono queste cose.

Di recente, una donna ha raccontato la sua storia al subreddit "Am I a [Jerk]?" , chiedendo ai suoi membri se ha reagito in modo esagerato quando suo marito ha portato a casa un pasto che la sua collega aveva preparato per lui. Tuttavia, quasi tutti coloro che hanno letto la confessione anonima hanno pensato che in realtà fosse il suo coniuge a essere sconsiderato.

Una cosa è certa, però. Questo conflitto coniugale, per quanto spiacevole per le persone coinvolte, è un perfetto promemoria del fatto che non devi mai smettere di comunicare con il tuo altro significativo.

Questa donna pensava che avrebbe sorpreso suo marito preparandogli una bella cena

Crediti immagine: Live on Shot (non la foto reale)

Ma l'uomo è tornato a casa con un pasto che la sua collega aveva preparato per lui



Crediti immagine: falsi (non la foto reale)





April Eldemire , LMFT, che è una terapista matrimoniale e familiare autorizzata con oltre 15 anni di esperienza nell'aiutare le coppie a migliorare il loro senso di amicizia e ridurre i conflitti, crede che tutte le relazioni sane abbiano confini sani.

“I confini non sono restrittivi o limitanti. Forniscono la libertà di esprimere i tuoi bisogni e valori mentre onora anche i bisogni e i valori del tuo partner ", ha scritto in Psychology Today.

Secondo Eldemire, stabilire i confini è:

  • L'antidoto essenziale alla codipendenza;
  • Un prerequisito per il benessere emotivo;
  • Un'abilità appresa che determina il successo e la longevità di qualsiasi relazione;
  • Stabilire confini sani può trasformare la tua relazione ed elevare il rispetto di te stesso.

Tutti abbiamo limiti diversi, piccoli e grandi. Servono come espressione esteriore dei nostri valori e convinzioni fondamentali e riflettono ciò di cui abbiamo bisogno per sentirci al sicuro, rispettati e amati.

Eldemire ha affermato che le coppie sposate con successo spesso stabiliscono dei confini nelle seguenti aree:

  • suoceri e famiglia (ad esempio, quanto spesso visitiamo i suoceri, quanti dettagli personali dovrebbero sapere sul matrimonio);
  • Privacy personale (ad es. accettare di non scambiarsi i telefoni degli altri, non essere obbligati a condividere dettagli sul passato);
  • Comunicazione (es. tolleranza zero per urla o insulti);
  • Autonomia (ad esempio, la libertà di prendere le proprie decisioni, lavorare per obiettivi o mantenere amicizie al di fuori del matrimonio);
  • Spazio fisico (es. tolleranza zero per la violenza, accordi sul sesso inclusi quando, dove e come);
  • Denaro (ad esempio, non nascondere denaro o debito l'uno all'altro);
  • Vita domestica (es. aspettative sulla genitorialità condivisa, faccende domestiche, tempo di qualità trascorso insieme);
  • Regole di relazione (es. aspettativa di lealtà e fedeltà, fiducia e rispetto).

A giudicare da questo elenco, l'autore della storia e suo marito non sono riusciti a toccare più argomenti. Il terapeuta crede che quelle coppie che desiderano stare insieme abbiano almeno quattro modi per stabilire e rispettare i reciproci confini.

Usa una comunicazione chiara . "Trascorri del tempo a identificare ciò che è importante per te nella tua relazione e nella tua vita", consigliò Eldemire. “Su cosa [rifiuti di scendere a compromessi] e su cosa sei disposto a essere più flessibile? Una volta che hai identificato i tuoi limiti specifici, usa un linguaggio chiaro quando ne discuti con il tuo partner".

Ciò significa usare frasi come "Non sono d'accordo con le voci alzate durante il conflitto".

Quindi, imposta chiare conseguenze . "Una volta che tu e il tuo partner avete discusso i vostri limiti – i 'devono' e 'non devono' la vostra relazione deve avere successo – il passo successivo è chiarire quali sono le conseguenze se e quando i confini non vengono rispettati", Eldemire spiegato.

Prendiamo l'esempio sopra menzionato e immaginiamo che tu e il tuo coniuge siate d'accordo sul fatto che non alzerete la voce durante il conflitto. Una possibile conseguenza delle urla durante una discussione potrebbe essere la pausa e una pausa di 30 minuti.

"È imperativo seguire le conseguenze di qualsiasi violazione dei confini", ha sottolineato Eldemire. "Non seguire fino in fondo mostra al tuo partner che non rispetti i tuoi limiti e se non rispetti i tuoi limiti, perché dovrebbero?"

Questo ci porta al numero tre. Assumersi la responsabilità . "Tutto ciò che fai e dici ha una conseguenza naturale, sia positiva che negativa", ha detto il terapeuta. “Ad esempio, se sei spesso critico nei confronti del tuo coniuge, probabilmente non vorranno avere rapporti intimi con te. Ma se parli con gentilezza e ti astieni dall'urlare durante una discussione, è più probabile che si sentano al sicuro e desiderino intimità e connessione fisica.

Lo stesso principio vale per onorare i confini del tuo partner. “Renditi conto che ciò che dici e fai (o non fai) influisce sul tuo partner. Comprendi che potresti sbagliare lungo la strada, soprattutto se tu e il tuo partner non conoscete la definizione di confini sani. Assumiti la responsabilità quando commetti un errore, offri delle scuse sincere e torna sempre a una comunicazione chiara e rispettosa".

E infine, non aver paura di cercare un aiuto professionale . Stabilire dei limiti è difficile, quindi perché non consultare un terapeuta o un altro professionista se tu e il tuo coniuge desiderate mantenere il vostro matrimonio? "Può essere estremamente utile, soprattutto se stai creando 'grandi' confini su questioni come l'alcolismo, l'infedeltà o l'educazione dei figli", Eldemire.

Quindi forse non tutto è perduto per la donna che ha condiviso questa storia. Immagino dipenda dal fatto che lei e suo marito credano ancora l'uno nell'altro.

Dopo aver letto la storia, le persone hanno detto che pensano che ci sia di più oltre al cibo



















Il post "Sono un coglione per aver detto a mio marito che non cucinerò più per lui se ha scelto di mangiare il pasto del suo collega al posto del mio?" è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)