Si imbarca per le vacanze ad Ischia con la febbre: scoperto il coronavirus positivo

Deve essere stata una bella vacanza: lui e i suoi amici avevano prenotato una casa ad Ischia per rilassarsi. Ma la brutta sorpresa arrivò quando stava per imbarcarsi per l'isola. Il fatto, accaduto mercoledì 27 maggio al porto di Pozzuoli in provincia di Napoli, è stato reso noto solo oggi. L'uomo avrebbe dovuto prendere il traghetto delle 18.30 per Ischia, ma durante i controlli obbligatori per il check-in è stata misurata la sua febbre.

Sia lui che un suo amico della stessa festa avevano una temperatura superiore a 37,5 gradi. Quindi, come richiesto dalla legge, sia lui che il suo amico sono stati sottoposti al tampone e quello del giovane è stato positivo. Tutto accadde alla velocità della luce: l'uomo fu immediatamente ricoverato in ospedale dove fu portato con un'ambulanza a contenimento biologico e lo prelevò dal porto e lo trasportò all'ospedale di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli. Continua a leggere dopo la foto

Ora l'uomo è sotto osservazione nello stesso ospedale. E pensare che una buona notizia era arrivata da Pozzuoli mercoledì 27 maggio. Il sindaco Vincenzo Figliolia ha scritto su Facebook che 11 persone hanno guarito nelle ultime 24 ore: “Sono stato informato dall'ASL che ELEVEN i nostri concittadini si sono ripresi definitivamente! Buone notizie: auguriamo a tutti un pacifico ritorno alle loro vite ”. Continua a leggere dopo la foto


E ha aggiunto: “Rispettiamo le regole, tutti. L'emergenza è ancora presente e dobbiamo essere bravi a non diffondere il virus, a non diffondere il difetto delle infezioni ". In breve, sebbene abbia espresso la sua gioia per il numero di persone guarite, ha invitato tutti a continuare a pagare attenzione per evitare che la situazione potesse precipitare ulteriormente. Nelle ultime ore l'ospedale di Cori, in provincia di Latina, è stato chiuso a causa della morte di un 94enne causato, è stato scoperto in seguito, dal coronavirus Continua a leggere dopo la foto

{loadposition intext}

Ospedale chiuso a Latina. Una donna di 94 anni ricoverata nell'ospedale Cori in provincia di Latina a causa di insufficienza cardiorespiratoria. Alla donna è stato somministrato il tampone Covid-19 ed è risultato positivo. Quindi l'ospedale Cori è stato chiuso e i tamponi saranno efficaci per tutti i pazienti ospedalizzati, i medici. La decisione è stata quella di chiudere l'ospedale Cori e sottoporre a tampone tutti, medici, infermieri e pazienti.

Il sindaco di Mauro De Lillis ha dato la notizia: “Cari concittadini, è mio dovere informarvi di una situazione delicata che si è verificata oggi. Una donna di 94 anni di Cisterna di Latina ricoverata all'ospedale comunitario di Cori è deceduta per insufficienza cardiorespiratoria. È stata tamponata ed è risultata positiva. "

La vecchia muore in ospedale: si scopre che si trattava di coronavirus. La struttura si è chiusa immediatamente

L'articolo che si imbarca per le vacanze ad Ischia con la febbre: la scoperta positiva del coronavirus viene dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Caffeina)

Commenta su Facebook