Sembra una sitcom ma è la sua vita: un uomo documenta la quarantena con sua madre e la sua ex moglie in una serie di foto esilaranti

In quella che lui chiama "una bizzarra confluenza di coincidenze", un fotografo è finito in quarantena con sua madre e la sua ex moglie. No, non è uno slogan di una sitcom. Questa è la vita di Neil Kramer. Ma questa esperienza ha ispirato Kramer a produrre qualcosa di comico: una serie di foto.

Così, il suo appartamento con due camere da letto a New York City si è trasformato in uno studio, e lui insieme agli altri due occupanti sono diventati modelli di quella che alla fine si è rivelata una rappresentazione divertente ma accurata della caotica vita quotidiana della pandemia.

Maggiori informazioni: neilkramerphotography.com | Instagram

# 1 24 giugno, Quarantine In Queens, Day 102

Sono preoccupato per mia madre e gli altri della sua età. La maggior parte di noi che siamo più giovani sarà probabilmente in grado di creare una vita in qualche modo semi-normale fino a quando il mondo non troverà un vaccino per Covid-19, anche se ci saranno limiti a ciò che possiamo fare e dove possiamo andare. Mia madre ha più di 80 anni, ma anche solo quattro mesi fa era più socievole di me, con un calendario completo. Ora dove può andare in sicurezza? Come può vedere i suoi amici? Può andare sui mezzi pubblici? Ogni volta che esce di casa, ora è un rischio. È stata spinta a vivere come una vecchia prima di essere pronta. E c'è qualcuno più irresponsabile nei suoi confronti del nostro stesso Presidente che organizza manifestazioni nel bel mezzo di una pandemia, così i più giovani senza maschera possono ammalarsi e diffonderlo a coloro che hanno l'età di mia madre. Trump rende solo più difficile e più spaventoso per i vulnerabili uscire di casa. Ogni volta che Trump appare senza maschera in televisione, sta dicendo ai nostri genitori e nonni che non gliene frega niente se vivono o muoiono.

Crediti immagine: neilochka

"Mia madre avrebbe dovuto essere a Boca Raton, in Florida, ma il suo appartamento in affitto è fallito e ha deciso di tornare a New York per l'inverno. Allo stesso tempo, c'è stato un disastro idraulico nella casa di Los Angeles di Sophia, la mia ex moglie, e lei ha dovuto trasferirsi ", Kramer, un fotografo di eventi / di strada e scrittore televisivo, ha spiegato la situazione a Bored Panda . "Sophia ha chiesto se poteva mettere le sue cose in un magazzino e venire a New York per qualche settimana prima di cercare un nuovo posto. Non ci saremmo mai aspettati che una pandemia colpisse il mondo e che saremmo stati ancora insieme dieci mesi dopo".

# 2 7 aprile, Quarantena nel Queens, 26 ° giorno. Un amico di Facebook mi ha consigliato un bagno di schiuma delicato come ottimo modo per alleviare lo stress durante un blocco nel mio appartamento con un bagno nel Queens. Non sono sicuro che il piano abbia funzionato

Crediti immagine: neilochka

Il fotografo ha detto di aver avuto un buon rapporto sia con sua madre che con la sua ex moglie prima della quarantena ma nessuno vuole trascorrere quasi un anno 24 ore su 24, 7 giorni su 7 con le stesse persone, soprattutto in uno spazio così ristretto. "Anche se Sophia e io siamo divorziati da diversi anni e siamo rimasti amici, ci sono state diverse occasioni durante la nostra quarantena insieme in cui abbiamo iniziato ad avere lo stesso tipo di discussioni che abbiamo avuto durante il matrimonio, soprattutto sui confini. Fortunatamente, ricordare che eravamo divorziati ha reso più facile disinnescare le cose. Eravamo già divorziati! "

"Mia madre e Sophia si sono piaciute e non hanno mai avuto le tensioni cliché di suocera e nuora. Ma alcuni conflitti sono cresciuti, in particolare in cucina. Ognuno di loro si considerava la donna alfa. Ce n'erano molti discussioni sul tipo di generi alimentari da acquistare, con mia madre che desiderava l'acquirente del "marchio generico del negozio" e Sophia che amava le cose biologiche più elaborate. Ovunque ci fosse un disaccordo, era inevitabile che io finissi nel mezzo delle cose ", Kramer ha detto, aggiungendo che ha imparato molto sulle donne durante l'ultimo anno.

# 3 23 marzo, Quarantine In Queens, giorno 11

Non abbiamo mai ordinato la consegna da un supermercato prima d'ora, ma uno dei miei amici ci ha parlato di instacart. Siamo preoccupati di dare qualcosa a mia madre, quindi abbiamo deciso di utilizzare il servizio, nonostante ci fossero tre supermercati in fondo all'isolato. Tuttavia, metà di quello che volevamo era esaurito. Quando l'acquirente ha suonato il campanello con la spesa, io e mia madre siamo andati ad aprire la porta, e Sophia ci ha urlato contro dicendole di ringraziarla solo attraverso la porta e di farle lasciare la spesa nell'ingresso. Mia madre e io abbiamo pensato che fosse scortese. Sophia ha detto che preferiremmo apparire carini piuttosto che restare vivi. All'acquirente non sembrava importare. Neanche lei voleva interagire con noi. Abbiamo lasciato una busta con una mancia in più attaccata alla porta. Sophia sente Sanja Gupta dire che dovresti spruzzare ogni drogheria prima di portarla in casa. Così l'ho fatto e poi ho dovuto capire dove mettere tutte queste scatolette di tonno. Super stressante. Poi ho fatto un pisolino.

Crediti immagine: neilochka

Tuttavia, vivendo insieme durante questo periodo, il trio non si è separato. Piuttosto, sono diventati ancora più vicini. "Ci capiamo al di là dei nostri ruoli precedenti di figlio, madre, marito e moglie", ha detto Kramer. "C'era poco spazio per la privacy, quindi siamo stati costretti a trattarci come singoli adulti. Poiché mia madre ha ottant'anni, assicurarci che non prendesse Covid era la nostra massima priorità".

Kramer ha rivelato che molti amici gli stanno chiedendo se Sophia e lui torneranno insieme dopo questa esperienza, ma l'uomo non pensa che quest'anno sia stato particolarmente romantico. "E 'stato stressante. Eravamo un'unità familiare che cercava solo di sopravvivere. Probabilmente avremo entrambi bisogno di una terapia dopo questo."

# 4 17 aprile, Quarantine In Queens, giorno 36

Sophia ha fatto spedire la sua macchina da Los Angeles, ma non la usiamo da un mese dal blocco. Anche se volessimo andare da qualche parte, è troppo rischioso perché non avresti mai un parcheggio in strada quando torni, perché così poche persone stanno andando da qualche parte e sarebbe una seccatura. Ma abbiamo trovato un nuovo uso della Prius di Sophia – come rifugio temporaneo! Quasi come una casa immaginaria negli Hamptons. L'ho usato per primo, come un modo per sfuggire a tre persone in un appartamento con due camere da letto e un bagno. È stato divertente starsene lì seduti in una macchina parcheggiata, suonare un po 'di musica da soli, e finalmente capire il testo di "Road to Nowhere" dei Talking Heads. Oggi è stato il turno di Sophia di usare la casa per le vacanze per un po '. Stiamo lavorando su un programma.

Crediti immagine: neilochka

Prima della pandemia, scattava principalmente fotografie di strada, quindi quando si è ritrovato accovacciato a casa con sua madre ed ex moglie, il piano iniziale di Kramer era di documentarlo. "All'inizio, volevo riprendere la nostra esperienza in modo giornalistico, ma eravamo così impegnati a far funzionare le cose nella vita reale che ho buttato via quell'idea. Non c'era tempo per l'arte quando la vita stava accadendo allo stesso tempo. Quindi, ho deciso che noi prenderebbe le nostre esperienze quotidiane e le ricrea il giorno successivo in una foto messa in scena. "

"Ho insistito perché fossimo onesti nel riflettere eventi reali, quindi non tutte le nostre foto sono divertenti. Riflettono anche tristezza, solitudine e ansia. Se avessimo tentato di essere divertenti ogni giorno, avremmo esaurito la forza in un mese Trattando le fotografie come auto-terapia e mantenendole reali nell'intento, anche se a volte stavamo andando a ridere, siamo stati in grado di utilizzare la fotografia come meccanismo di coping durante un periodo di stress ".

# 5

Sono andato a fare una passeggiata di mezz'ora con Sophia, la maggior parte del tempo in cui siamo stati fuori in più di un mese. Abbiamo chiesto a mia madre di unirsi a noi, ma non voleva ancora indossare una maschera, quindi le abbiamo detto che non poteva andare. Una volta fuori, siamo rimasti sorpresi da quante persone non indossavano maschere nel mio quartiere. Almeno il 25% e per lo più giovani. Capisco che sia un rompicoglioni, ma è una necessità di proteggersi a vicenda e un ordine del nostro governatore. A New York è difficile passare e stare a sei piedi di distanza. ⁣⁣ ⁣⁣ Stavamo camminando per il Queens College e abbiamo visto una coppia di anziani portare a casa la spesa, entrambi con indosso una maschera. E poi questo ragazzo grande e sano si avvicinò, stava facendo jogging, sbuffando e sbuffando, e non indossava una maschera. Ha superato la vecchia coppia, e poi è passato a un passo da noi. Sophia gli gridò dietro: "Dovresti indossare una maschera!" Il ragazzo si fermò e alzò il dito medio. Sono diventato bianco e ho detto a Sophia di lasciar perdere, soprattutto perché non volevo fare pipì nei miei pantaloni. ⁣⁣ Dico, "Santo cielo, Sophia. È un ragazzo enorme. Stavamo facendo una passeggiata per rilassati. Questo NON è rilassante. "⁣⁣ ⁣⁣" Indossa una fottuta maschera, amico. " Disse Sophia in tono di sfida al ragazzo che mostrava il dito medio. "Non si tratta solo di te." ⁣⁣ ⁣⁣ "Cosa hai intenzione di fare al riguardo?" mi ha chiesto, avvicinandosi a noi. ⁣⁣ U "Uh-oh", ho detto. ⁣⁣ ⁣⁣ "Stai calmo", mi rivolge Sophia. “Posso gestirlo io!” ⁣⁣ ⁣⁣ E lei rimase lì, fissandolo. Borbottò qualcos'altro e poi il ragazzo sembrò improvvisamente spaventato e corse via. ⁣⁣ ⁣⁣ "Gesù", ho detto. ⁣⁣ ⁣⁣ "Ho visto questo documentario su un canale sulla natura la scorsa settimana che quando un orso viene da te, stai fermo e sembri grande", ha detto.

Crediti immagine: neilochka

# 6 16 agosto. Quarantine in Queens, Day 151

Sophia mi ha mostrato un articolo sul Wall Street Journal sull'importanza dell'abbraccio e ha detto che non vede mai me e mia madre abbracciarmi. Ho detto che i Kramer non sono mai stati una famiglia che si abbraccia. Sophia ha detto che per superare questa pandemia dovremmo abbracciarci ogni giorno. Mia madre e io abbiamo protestato. "Ma potremmo essere come il tuo programma televisivo preferito", ha detto Sophia a mia madre. E così, nella nostra prima rievocazione di "The Golden Girls", Sophia interpreta Blanche. Sono Rose. E mia madre è decisamente Dorothy. Grazie per essermi amico.

Crediti immagine: neilochka

# 7 24 marzo, Quarantine in Queens, giorno 12. Le tensioni stanno già aumentando

Crediti immagine: neilochka

# 8 12 aprile, quarantena nel Queens, giorno 31. Finalmente una bella amica del Colorado ci ha inviato della carta igienica e stiamo festeggiando e in lacrime.

Crediti immagine: neilochka

# 9 19 aprile, quarantena nel Queens, giorno 38. Siamo stanchi l'uno dell'altro, ma abbiamo bisogno l'uno dell'altro

Crediti immagine: neilochka

# 10 20 novembre, Quarantine in Queens, Day 247pandemic 2.0 è qui nel Queens. E questa volta siamo pronti! Niente può andare storto

Crediti immagine: neilochka

# 11 Sophia ha sperimentato diversi tipi di maschere efficaci, quindi potrei uscire, e ha provato questa combinazione di plastica, asciugamani di carta e un pezzo tagliato di un filtro dell'aria condizionata che ha acquistato su Amazon dopo aver letto che il virus può Penetrarlo. Sono andato al piano di sotto indossando questa maschera e ha funzionato davvero bene, quasi troppo bene, perché in pochi minuti mi sono sentito iperventilato. Quindi, torniamo al tavolo da disegno

Crediti immagine: neilochka

# 12 5 maggio, Quarantine in Queens, Day 55.ha bisogno di un taglio di capelli? Il Quarantine Salon è ora aperto. Solo su appuntamento

Crediti immagine: neilochka

# 13 12 gennaio, Quarantine In Queens, Day 301

È stata una settimana difficile perché mia madre è guarita dalla sua caduta, un nuovo ceppo di Covid è arrivato in America e cos'altro! – oh, il nostro presidente ha provocato un'insurrezione nel Campidoglio degli Stati Uniti. Ma stiamo assistendo alla fine della maratona più lunga che qualcuno abbia mai corso. Avremo un nuovo presidente tra una settimana. E mia madre riceve la sua prima dose di vaccino questo venerdì. Il traguardo è finalmente in vista. Non roviniamo tutto.

Crediti immagine: neilochka

# 14 13 giugno, Quarantine In Queens, Day 91

Ora ho passato tre mesi da solo con pochi contatti esterni oltre a queste due donne. Penseresti che questa femminilità mi stia fregando. Forse sì. Voglio dire, in molte delle mie foto, sono stato io a spogliarmi oa indossare un vestito. Ma in realtà, negli ultimi tre mesi, non ho mai sentito un forte senso di mascolinità e responsabilità per queste due persone, probabilmente le due donne più importanti della mia vita: mia madre ed ex moglie.

Crediti immagine: neilochka

# 15 26 giugno, Quarantine In Queens, Day 104

Mia madre aveva un appuntamento con uno pneumologo oggi. Sono andato con lei e ho pensato che il dottore non ci avrebbe fatto entrare in studio fino all'orario esatto dell'appuntamento. Ma dal momento in cui siamo arrivati, è stato chiaro che questo medico non ha fatto alcuno sforzo per cambiare nessuna delle sue pratiche a causa della pandemia. ”Non c'erano disinfettanti per le mani alla reception. La sala d'attesa era minuscola e l'unica concessione alle distanze sociali era di ribaltare ogni altra sedia verso il muro. Lo spazio tra ogni paziente era di un piede e mezzo. ⁣ ⁣ La sala d'attesa si è riempita di anziani con problemi respiratori e / o ossigeno. I pazienti armeggiavano con le loro maschere. Non avrei notato questi dettagli pochi mesi fa, ma ora ho visto queste bandiere rosse Questo tipo di studio medico era accettabile pochi mesi fa, ma ora sembrava pericoloso. Abbiamo aspettato venti minuti. Di solito sono paziente, ma ho ripensato a come mi hai rimproverato lunedì per non aver parlato quando c'era una donna senza maschera nella lavanderia. Ho chiesto alla receptionist quanto tempo prima di vedere il dottore. Ha detto che il dottore era in teleconferenza. ⁣ "Stiamo aspettando una mezz'ora", ho detto. "So che sei impegnato ma non sono sicuro che sia salutare avere tutti questi pazienti seduti qui per così tanto tempo in una stanza chiusa, così vicini l'uno all'altro." ⁣ ⁣ "Il dottore ha appena terminato la teleconferenza, " lei disse. "Ci vediamo presto." ⁣ ⁣ "Ok", ho risposto. ⁣ ⁣ Stavo per andarmene, quando ho canalizzato la mia ex moglie, Sophia. Oggi ero io a comandare. Cosa farebbe Sophia? Non se ne sarebbe andata. ⁣ ⁣ "OK, quanto presto?" Ho chiesto alla receptionist. "Quando il dottore vedrà mia madre?" ⁣ ⁣ "È stato eseguito il backup di tutto, quindi ci vorranno altri 15 minuti." ⁣ Qualcosa è scattato in me. "Adesso ce ne andremo", ho detto alla receptionist. "Non mi sento al sicuro qui. Penso che voi ragazzi abbiate bisogno di impostare un protocollo in cui i pazienti aspettano fuori e c'è più distanziamento sociale e disinfettanti per le mani, altrimenti i vostri pazienti si ammaleranno venendo qui. Se tu fossi qui con il tuo 86 madre di un anno, aspetteresti 45 minuti in questa sala d'attesa? "⁣ ⁣" Probabilmente no ", ha detto la receptionist. Così io e mia madre ce ne siamo andati.

Crediti immagine: neilochka

# 16 11 agosto. Quarantine in Queens, Day 146⁣⁣

Il mio medico di famiglia mi ha chiamato dopo il mio esame del sangue. "La tua vitamina D è bassa." ⁣ "Oh no", ho detto, "Questo significa che potrei avere Covid?" ⁣ ⁣ "No, significa che devi metterti i pantaloni, uscire di casa e prendere un po 'di sole." ⁣

Crediti immagine: neilochka

# 17 7 settembre, Quarantine In Queens, Day 173.labor Day 2020. La famiglia. Soli insieme

Crediti immagine: neilochka

# 18 20 marzo, Quarantine in Queens, giorno 8. Tutti insieme, guardando il telegiornale

Crediti immagine: neilochka

# 19 30 marzo, Quarantine In Queens, giorno 18. Vicinanza familiare inaspettata. Avevamo tutti un aspetto orribile, quindi abbiamo deciso di aiutarci a vicenda a sembrare presentabili nel caso in cui dovessimo affrontare il tempo con qualcuno

Crediti immagine: neilochka

# 20 22 luglio. Quarantine In Queens, Day 130

Cinque mesi di isolamento non sono stati buoni per la mia salute mentale. Mi sembra di passare mezza giornata a guardare fuori dalla finestra, come un gatto. E l'altra metà mangia, anche lei come un gatto. Ieri mi sono iscritto a una sessione di terapia testuale gratuita offerta da New York City. Non sono sicuro di quanto mi abbia aiutato, ma è stato bello chiacchierare con uno sconosciuto anonimo, piuttosto che annoiare tutti i miei amici con i miei problemi. Sembra che ogni altro amico ora usi la scusa sciocca "Non posso parlare in questo momento. Sono nel bel mezzo di un test Covid" ogni volta che li chiamo. Oggi ho provato un nuovo approccio. Ho pensato tra me e me: "C'è qualcuno che mi conosce meglio della mia famiglia? Perché non parlare con loro come miei terapisti piuttosto che come estranei? Arriveranno sicuramente a fondo, giusto?"

Crediti immagine: neilochka

# 21 23 agosto. Quarantena nel Queens, il giorno 158i ha chiesto alla mia ex moglie se mi volesse tenere

Crediti immagine: neilochka

# 22 1 maggio, Quarantine in Queens, Day 50. La regina ha parlato. NYC è la sua casa. Non stiamo scappando come alcune altre famiglie. Il Maine non ci vorrebbe comunque. Puoi tenere le tue aragoste. Invece stiamo andando a ridipingere la dinette

Crediti immagine: neilochka

# 23 25 luglio. Quarantine In Queens, Day 133

Tutti stanno abbandonando la speranza. Pensavi che fossimo anche noi. Ma no, non noi. Siamo l'epitome dell'ottimismo. Quando abbiamo visto il tendone del nostro cinema locale che prometteva che avrebbero "aperto presto", abbiamo aperto il negozio per essere i primi della fila. E quindi stiamo aspettando …

Crediti immagine: neilochka

# 24 15 agosto. Quarantine in Queens, Day 150

Dopo aver ricevuto recensioni positive sulle mie gambe in una foto che ho mostrato sui social media, ho deciso che era ora di migliorare la metà superiore del mio corpo durante questa pandemia. Ma per quanto cercassi di attirare l'attenzione delle donne in casa, erano più interessate a guardare Outlander in TV.

Crediti immagine: neilochka

# 25 13 settembre, Quarantine In Queens, Day 179

Neil: "Sophia, guarda cosa ho trovato nel mio armadio. È il cappello a cilindro della nostra torta nuziale." Sophia: "Non è nostro. Sembra che sia del XIX secolo." Neil: "Certo che è nostro. Di chi altri potrebbe essere?" Sophia: "Forse è di tua madre. Mamma! Viene dalla tua torta nuziale ?!" Mamma: "Chi ricorda cose del genere? Ricordo a malapena cosa abbiamo mangiato a pranzo. Non credo sia mio. Forse sono i miei suoceri?" Neil: "No, è nostro. Sono l'unico sentimentale qui?" Sophia: "Sei tu il sentimentale? Neil:" Mi prendi in giro? Quando stavamo spostando le tue cose nel magazzino, stavi per buttare via il tuo abito da sposa! L'ho salvato e imballato nella scatola! Non importava se fossimo divorziati o no. La sua storia! Ho persino riportato l'album di matrimonio a New York! Tengo traccia di tutto. "Sophia:" Diamo un'occhiata al nostro album di matrimonio e vedremo se questo era in cima alla nostra torta nuziale. "Cercai il nostro album di matrimonio nel mio armadio, nell'armadio di mia madre, gli scaffali, la cassettiera Tre ore dopo Sophia: Allora, dov'è l'album? Neil: "Uh …" Continua. Forse.

Crediti immagine: neilochka

# 26 16 aprile, Quarantine in Queens, Day 35. Tutti i lavoratori sanitari e gli operatori essenziali là fuori mi aiutano a vedere la luce alla fine del tunnel

Crediti immagine: neilochka

# 27 21 aprile, Quarantine In Queens, Day 40

Mai nella mia vita il cibo è diventato così centrale nella mia esistenza. 3/4 delle nostre conversazioni ruotano attorno a negozi di alimentari, file di generi alimentari, tempi di consegna, cosa mangiare al nostro prossimo pasto, spuntini e il nostro peso. La maggior parte delle lotte della nostra famiglia ruotano anche intorno al cibo, come chi ha mangiato egoisticamente l'ultimo sacchetto di bastoncini di pretzel. Ogni sera, giochiamo a carte in cui il vincitore non ottiene soldi, ma diritti esclusivi per la fantastica marmellata di fragole belga. È tutto ridicolo, ma vero. ⁣ ⁣ La scorsa notte abbiamo ricevuto una consegna tanto attesa da Amazon Fresh. Più precisamente, non era notte ma alle 5 del mattino! Il fattorino ha suonato il campanello dell'atrio e ci siamo svegliati tutti e abbiamo aspettato vicino alla porta d'ingresso chiusa, protetti da ogni potenziale pericolo virale. Abbiamo aspettato ma non abbiamo sentito nessuno strascicare nella hall. Ho socchiuso la porta, aspettandomi che la nostra spesa fosse seduta sul tappetino di benvenuto, ma niente. Mia madre ha suggerito di lasciare la nostra spesa nella hall vicino alla cassetta delle lettere, insieme alle altre scatole di Amazon. ⁣ Ho preso le scale al piano di sotto fino all'atrio per scoprire un'altra anima perduta, un tizio del sesto piano, che esaminava le scatole di consegna di Amazon e Walmart, cercando il suo nome. Indossava una maschera fatta in casa che si abbinava ai colori del suo pigiama. Ci siamo scambiati un cenno di saluto e lui è scappato. ⁣ ⁣ Ho guardato per le cassette postali e ho trovato le nostre tre grandi borse della spesa di generi alimentari deperibili sul pavimento. Hanno consegnato solo la metà di quello che abbiamo ordinato. Non avevo ancora modo di portare tutti questi bagagli su per le scale, quindi per la prima volta in più di un mese, ho deciso che era ora di entrare nel temuto e pericoloso ASCENSORE! ⁣ ⁣ Sono entrato nell'ascensore, che avevamo precedentemente soprannominato "la trappola mortale", e premetti il ​​pulsante di chiusura con il gomito, facendo scorrere la spesa al mio fianco. Quando sono arrivato alla mia porta di casa, ho proceduto al mio rituale ormai frequente di spruzzare ogni prodotto con Lysol e poi asciugarlo nel corridoio prima di portarlo nell'appartamento. Alle 6 del mattino stavo dormendo sul divano del soggiorno, stringendo tra le braccia un pacchetto di muffin inglesi di Thomas. Li abbiamo mangiati a colazione. Erano deliziosi.

Crediti immagine: neilochka

# 28 4 luglio, Quarantine in Queens, Day 112. Independence Day

Crediti immagine: neilochka

# 29 28 dicembre, Quarantine In Queens, Day 286

Mia madre è sempre stata più una cuoca di verdure in scatola. Prepara anche un ottimo panino al tonno. Sophia è una cuoca gourmet e da mesi ci vizia con deliziosi piatti esotici e pane appena sfornato. Mia madre ha anche scoperto una nuova passione legata alla cucina: è diventata ossessionata dal tenere la cucina pulita, anche controllando costantemente il forno per vedere se qualcosa è stato lasciato alle spalle. Forse questa pandemia trasforma tutti in OCD. Questo ha creato negli ultimi tempi una certa tensione in casa tra le due donne. Questa cucina non è abbastanza grande per entrambi. Fortunatamente so come diffondere qualsiasi situazione. Quando il nostro vecchio frigorifero è finalmente morto la scorsa settimana, ne ho ordinato uno nuovo, non rendendomi conto di aver acquistato un modello con le maniglie delle porte dalla parte sbagliata. Quindi ora nessuno può aprire il frigorifero o il forno! Problema risolto.

Crediti immagine: neilochka

# 30 11 settembre, Quarantine In Queens, Day 177

Oggi ci siamo chiesti cosa porteranno l'autunno e l'inverno per la nostra insolita famiglia. Sono passati sei mesi così. Se questa pandemia non fosse mai avvenuta, a quest'ora sarei a New York da solo, mia madre in Florida e Sophia a Los Angeles. Ma qui siamo nel parco nel Queens, i piedi di Sophia sulle mie spalle, mia madre in bilico dietro, solo il guanto blu di mia madre che ci ricorda il pericolo ancora intorno a noi. Ma cosa succederà dopo?

Crediti immagine: neilochka

# 31 20 aprile, Quarantine in Queens, Day 39.i Ho sentito un crescente senso di tristezza in casa la scorsa settimana, e penso che dovremmo convocare un incontro di famiglia sui modi per combattere questo

Crediti immagine: neilochka

# 32 7 giugno, Quarantine In Queens, Day 85

Pronto o no, il mondo ha riaperto. La gente è nelle strade, protestando per la giustizia razziale. Gli amici hanno ripreso a prendere la metropolitana. Ma qui a casa, siamo ancora confusi e ansiosi per il Covid-19. Soprattutto mia madre. A causa della sua età e dell'alto rischio, ha bisogno di rimanere isolata dai suoi amici e dalle attività sociali fino a quando non ci sarà un vaccino? ⁣⁣ ⁣⁣ Qualche giorno fa sembrava depressa, quindi Sophia le ha chiesto se non vede l'ora di fare qualcosa quando New York riapre. ⁣⁣ ⁣⁣ "Vorrei andare a fare colazione al Blue Bay Diner", rispose mia madre. ⁣⁣ ⁣⁣ Il Blue Bay Diner è un ristorante locale qui nel Queens. ⁣⁣ ⁣⁣ "È troppo presto per parlare di commensali", ho detto. ⁣⁣ ⁣⁣ E poi mi sono sentito male per averlo detto. ⁣⁣ ⁣⁣ "Ma ho un'idea per questo weekend …" disse Sophia, guardando fuori dalla finestra sulla nostra terrazza. ⁣⁣

Crediti immagine: neilochka

# 33 11 luglio, Quarantine In Queens, Day 119

Abbiamo comprato una terza TV questa settimana e l'abbiamo messa in camera da letto. 55 "widescreen. Così ora tutti e tre possiamo ritirarci nei nostri spazi e guardare qualunque programma vogliamo. Ironia della sorte, non ho più guardato la TV da allora. Non sono sicuro che fosse quello che volevo veramente.

Crediti immagine: neilochka

# 34 15 luglio. Quarantine In Queens, Day 123

Il mese scorso, Sophia e io ci siamo svegliati presto ogni giorno e abbiamo percorso uno dei sentieri in un parco vicino. I sentieri sono abbastanza verdi da dare l'illusione di essere nel Vermont, non nel Queens. Ma abbiamo smesso di andare dopo due incidenti in cui Sophia ha affrontato altri che non indossavano maschere. A Sophia non piaceva che fosse quella che diceva sempre qualcosa, mentre io mi nascondevo nell'angolo. Oggi abbiamo deciso di fare di nuovo una passeggiata nel parco. Le ho promesso che sarò più proattivo in ogni scambio con i senza maschera. ⁣⁣ ⁣⁣ Con il parco affollato questa mattina, Sophia ha suggerito di fare un'escursione sul "difficile" dei quattro sentieri. Incontreremmo meno persone. ⁣ ⁣⁣ Tutto andava bene sul sentiero finché non abbiamo raggiunto un ostacolo: un enorme albero che era caduto e ha bloccato il sentiero. ⁣⁣ ⁣⁣ "OK, dovremmo tornare indietro", ho detto. ⁣⁣ ⁣⁣ "Assolutamente no", ha risposto. Dovresti prima ripassare e poi aiutarmi. "⁣⁣ ⁣⁣" Perché dovrei ricominciare prima? "⁣⁣ ⁣⁣" Perché tu sei l'uomo. "⁣⁣ ⁣⁣ Odio quando dice quello, ma sa come premere i miei bottoni. Mi sono arrampicato sull'albero caduto e poi ho preso la sua mano. »⁣⁣ Sophia sollevò il vestito per non sporcarlo, rivelando la sua biancheria intima. Mi prese la mano e ha tirato una gamba sopra l'albero, ma non è riuscita a farlo completamente. È finita sull'albero, le gambe penzoloni da ciascun lato del tronco dell'albero, come se stesse cavalcando un cavallo. dall'altra parte. Stava ancora tenendo su il vestito. ⁣⁣ ⁣⁣ "Ora ho le mutandine tutte sporche e bagnate. Assicurati che non ci siano schegge su di me. "⁣⁣ ⁣⁣ Il suo vestito era ancora alzato, mi sono accovacciato davanti a lei e ho iniziato a pulire lo sporco dalle sue mutandine. ⁣ Una giovane coppia in forma si è avvicinata, indossando abiti coordinati. Ma nessuna maschera. ⁣ Sophia si rese conto che il suo vestito era ancora alzato, così lasciò cadere l'orlo sopra la mia testa. ⁣Da sotto l'abito di Sophia, potevo sentire la disapprovazione della coppia mentre passavano. ⁣⁣ ⁣⁣ "Pervs" mormorò la donna sotto di lei fiato. ⁣⁣ uck Ho tirato fuori la testa da sotto il vestito, ricordando la mia promessa a Sophia di essere più proattiva senza maschera. ⁣ ⁣ "Sì, ma almeno indossiamo maschere", ho urlato alla coppia.

Crediti immagine: neilochka

# 35 3 agosto. Quarantena nel Queens, giorno 142

La pandemia è stata poco gentile con il gruppo di mahjong di mia madre una volta alla settimana. Da marzo, un giocatore è morto, un altro si è ammalato ed è andato in una vita assistita, e il terzo si è trasferito con sua figlia in Texas. E lei è sola senza il gruppo di mahjong.

Crediti immagine: neilochka

# 36 12 agosto. Quarantena nel Queens, giorno 147.Se si presume che la fotografia abbia a che fare con il vedere la luce, negli ultimi mesi si è passati a sentire la mia ombra

Crediti immagine: neilochka

# 37 13 agosto. Quarantena nel Queens, giorno 148il più grande dilemma della famiglia durante una pandemia: abbiamo così bisogno dell'amore reciproco ma allo stesso tempo vogliamo essere lasciati soli all'inferno

Crediti immagine: neilochka

# 38 19 settembre, Quarantine In Queens, Day 185

Non avevamo pianificato, ma dopo cena abbiamo deciso di organizzare un servizio di sinagoga zoom per guardare per Rosh Hashanah, soprattutto perché era facile da fare e non dovevamo indossare scarpe. E abbiamo acceso lo zoom proprio quando hanno iniziato a fare la parte commemorativa del servizio, e improvvisamente il rabbino ha iniziato a piangere e ha detto che Ruth Bader Ginsburg è appena morta. Sono stato sveglio tutta la notte triste per la morte di Ruth Bader Ginsburg. Inoltre, non ho potuto fare a meno di notare che il defunto Presidente della Corte Suprema e mia madre erano entrambi nati a New York nel 1933. Persone completamente diverse, con risultati di carriera molto diversi, ma scommetto che ci sarebbero piaciuti. A volte mi arrabbio quando sento le persone dire che non hanno bisogno di indossare maschere durante una pandemia perché il virus uccide principalmente le persone anziane, e sono comunque a casa. Penso che RGB sia una testimonianza che puoi essere una forza degna nella società anche alla fine degli anni ottanta, e vale la pena per la società aiutare a proteggere questa popolazione vulnerabile mentre contribuiscono con la loro saggezza ed esperienza, proprio come il resto di noi. L'importanza di una persona non finisce a causa del rallentamento del corpo che invecchia.

Crediti immagine: neilochka

# 39 21 dicembre, Quarantine In Queens, Day 279

Questa è una nostra foto subito prima che la pandemia colpisse il Queens. Puoi dire che è stata scattata nel febbraio 2020 perché sembriamo tutti dieci anni più giovani. Nessuno sapeva ancora cosa avrebbe portato l'anno. Di recente avevamo iniziato a condividere l'appartamento su base temporanea. Sophia aveva appena spedito la sua macchina da Los Angeles. Il meteorologo del notiziario locale ha previsto la neve più avanti nella settimana. Non ho mai guidato a New York e Sophia conosceva solo la California meridionale, quindi abbiamo comprato questa pala in un negozio di ferramenta, nel caso avessimo bisogno di spalarla dalla neve. Abbiamo fatto uno stupido selfie insieme per Facebook. La nostra primissima pala da neve! Il meteorologo si sbagliava e non nevicava mai. La pala languì nel bagagliaio dell'auto per tutta la primavera, l'estate e l'autunno. Ha nevicato giovedì, nove mesi dopo, il giorno prima che fossimo intervistati sulle nostre foto in quarantena al Today Show. Eravamo così concentrati sull'installazione della nostra nuova luce anulare che ci siamo dimenticati di spalare l'auto. Al Today Show, abbiamo scherzato con Al Roker. È stato toccato dal modo in cui la nostra esperienza di quarantena ci ha fatto amarci ancora di più come famiglia. La mattina dopo, abbiamo scoperto che la città aveva spazzato via la neve sull'auto di Sophia. La neve si era trasformata in ghiaccio. Non c'era modo di spostare l'auto. La nostra pala che abbiamo comprato era intrappolata nel bagagliaio. Ci siamo incolpati a vicenda per la situazione. Un vicino si è avvicinato per congratularsi con noi per essere stati in TV. Ora eravamo celebrità locali e non potevamo più discutere in pubblico! Da tre giorni stiamo scalfendo il ghiaccio che circonda l'auto. È ancora intrappolato. Ho passato il mio tempo a fare altre due interviste su quanto la nostra famiglia si amasse, discutendo con Sophia sulla sua Toyota Prius che arrugginiva per le strade del Queens. È bello che abbiamo attirato l'attenzione dei media per le mie foto. Ma scambierei tutto in un secondo per tornare alla famiglia nella foto di febbraio 2020, quando non eravamo così stressati dopo dieci mesi di convivenza durante una pandemia.

Crediti immagine: neilochka

# 40 27 aprile, Quarantine In Queens, Day 46

Sophia e mia madre hanno sempre avuto un ottimo rapporto, con pochi dei conflitti stereotipati suocera / nuora di cui senti sempre parlare. Il loro buon rapporto è continuato anche dopo il nostro divorzio. Ma gli ultimi quaranta giorni hanno messo a dura prova la loro relazione. È difficile essere bloccati durante una pandemia, soprattutto quando si ha un pazzo alla Casa Bianca. Qualcuno ha bisogno di prendere il controllo in questa casa, ed è stata Sophia a essere stata la roccia della famiglia durante questo – fondamentalmente ci tiene in vita. Fa tutta la spesa Instacart, cucina, ci fa indossare maschere e coordina ciò che deve essere fatto per proteggere la famiglia. Ma a mia madre non piace sentirsi dire che non può andare a fare la spesa o fare il bucato al piano di sotto. Il suo ruolo di matriarca è stato ribaltato. Sono un bravo figlio di mamma e non mi piace andare contro i desideri di mia madre, ma durante questi periodi stressanti, spesso devo schierarmi dalla parte di Sophia per proteggere mia madre da se stessa. Questo cambiamento ha causato una certa tensione e, come tutti gli uomini nel mondo che si trovano intrappolati tra due donne, l'unica soluzione è nascondersi in bagno. Mi rende felice quando vedo Sophia e mia madre connettersi tra loro con amore, ricordando che questi non sono tempi normali.

Crediti immagine: neilochka

# 41 11 maggio, Quarantine In Queens, Day 61

Abbiamo superato il segno di due mesi. ⁣ ⁣ Abbiamo tutti dormito troppo, anche nel pomeriggio. Non devi essere Freud per sapere che è depressione. C'è un limite al tempo per cui qualcuno può essere messo in quarantena con le stesse persone tutto il tempo senza che ciò influisca sulla tua salute mentale. ⁣ ⁣ "Dobbiamo fare esercizio", ho detto. Dobbiamo muoverci. We Need To Dance, For Our Mental Health."⁣ ⁣ i Put A Disco Radio Station On Pandora. "Stayin' Alive" From Saturday Night Fever Was On.⁣ ⁣ "Stayin' Alive… Stayin' Alive…"⁣ ⁣ the Song Seemed Appropriate For A Pandemic. ⁣ "Ooh, I Love The Bee Jays," Said My Mother.⁣ ⁣ "It's The Bee Gees, Not The Bee Jays," Said Sophia, Laughing. "Do You Know What Bjs Are?"⁣ ⁣ "No," Answered My Mother.⁣ ⁣ "Blowjobs."⁣ ⁣ "Oh."⁣ ⁣ i Was Getting Uncomfortable With My Ex-Wife And My Mother Discussing Blowjobs.⁣ ⁣ "Let's Dance," I Said. "For Our Mental Health."⁣ ⁣

Image credits: neilochka

#42 June 10, Quarantine In Queens, Day 88

This month is the birthday of my late father, Arthur Kramer. I wonder how he would have dealt with the last three months with us. He worked at Queens General Hospital, a New York City hospital, and I bet he would have done whatever he could to help the other staff members deal with the Covid crisis in NYC. He certainly would not have approved of the President's abhorrent behavior during this time when leadership was needed. My dad was not anti-police. For a time, in the 1970's, he even joined the local "police auxiliary" as a middle-man between the 107th Precinct in Queens and the community. I have funny pictures of him in his ill-fitting volunteer police uniform. But he would be aghast at the thought of any police brutality, and I have a feeling he would have been the first one in my family to support Black Lives Matter. He was active as a community person, way more than I have ever been, going to weekly community board meetings and working with several progressive organizations. His motto was "Be of Good Cheer," which we put on his tombstone. He also liked Entermann's donuts and rum raisin ice cream. He was definitely more of a man to admire than Donald Trump, who also has a birthday this month.

Image credits: neilochka

#43 August 17. Quarantine In Queens, Day 152

The days of women doing all the household chores in marriage has changed in the last two generations, but not completely. Most American men now pitch in, but I doubt the divisions are equal. Maybe this pandemic will now be the final nail in this unequal gender allotment of household duty. Suddenly, we have all become house wives and house husbands. There are no excuses for someone not participating in domestic chores. Most men are home. I'm not trying to be a feminist hero here. I curse and complain everytime I do the dishes, vacuum, clean the bathroom, or do the laundry. It even makes me petty because once you start doing a chore, your "roommates" start to expect you to do it every time, as if it is your role, when you never chose it as a permanent job. Odio che. Is this the resentment my mother and grandmother felt in their marriages? I would say 90% of all fights here during the last five months have been about cooking, cleaning or organizing the house. This is nothing new in cohabitation, but it is intensified during a pandemic, because there is nowhere to hide after the argument, other than maybe your car. Maybe the rich are happier because they can afford hired help. If one positive thing comes out of this pandemic it is that everyone now sees that domestic work is real work, even if unpaid. Excuse me, but I have to go now. I have clothes in the dryer.

Image credits: neilochka

#44 November 12, Quarantine In Queens, Day 239

I was asked to do my first zoom presentation. It was on "being creative during the times of Covid." The only good light was in the living room so I told Sophia and my mother to stay out of the living room while I was on video. In the middle of my presentation, my zoom screen got text-bombed by Sophia asking if I wanted to take a short break and have lunch. I told her no, and asked, again, that both of them leave me alone. She said “no problem." A few minutes later I (and everyone on Zoom) heard the fridge open in the adjacent kitchen, and all sorts of clanking and plastic-opening noises, as my mother made herself a turkey sandwich. When her sandwich was ready, she couldn't sit in the dinette because she would be seen on-screen, and she couldn't go to her bedroom, because God forbid she would ever eat in her bedroom, so she went to other side of the living room, away from my webcam, munching on her sandwich as I spoke to the group. Sophia then text-bombed me again, "I'm going to make you a sandwich. You have to eat." I quickly texted back, “ I AM NOT HUNGRY!!! LEAVE ME ALONE!!!” in all caps, like in one of Donald Trump's insane tweets. She texted back, “No problem.” A minute later, Sophia appeared crawling on the floor, under the radar of the webcam, to hand me a sandwich. I guess I was hungry after all.

Image credits: neilochka

#45 November 26, Quarantine In Queens, Day 253

Thanksgiving, 2020. If there is one public event that I love in New York it's the Macy's Thanksgiving Day Parade. So, we were disappointed when we found out that this year was going to be a TV-only parade because of Covid-19. But then Sophia had an idea. We could buy some big animal balloons on Amazon and then parade around our living room, making our own special Thanksgiving Day event! We received the balloons from Amazon, and this morning, all we had to do was blow them up. We saw online that the Party Store would inflate balloons not bought in the store for a fee, but when we got there, we were told that the new policy was prohibiting them from touching any balloons not bought at the store, because of the pandemic. We called the dollar store, the florist, the stationery store, and the hookah store, but they all refused for the same reason. Our plans were falling apart. Who wants to do a parade with droopy balloons without any helium? Was this another casualty of the pandemic? This is when Sophia remembered the Halal supermarket where she bought "loosies," when no one else would sell us anything but a $20 full pack of cigarettes for a photo shoot we did recently. Would they also be able to blow up our balloons during this parade crisis of ours? Thank you, Halal Supermarket, for making our Thanksgiving Day a special one. You just made America great again!

Image credits: neilochka

#46 May 20, Quarantine In Queens, Day 70⁣

One of the arguments for not wearing a mask outside is that it is a free country. To many, asking someone to be inconvenienced is an infringement of personal freedom. If someone is at risk to the virus, like seniors or those with medical issues, they should just stay home. ⁣ ⁣ That is easier said than done. After months ago home, it becomes an infringement of personal freedom for seniors and those with medical issues to be stuck at home. ⁣ ⁣ After our trip to the park last week my mother tasted the flavor of freedom, and she liked it. ⁣ ⁣ My mother's friend, Shirley, called. She used to be the same blouse size as my mother, but because of an illness, had lost a lot of weight. She had a bunch of brand new outfits from Bloomingdale's that she never wore that were now too large. Can she drive over and give them to my mother? ⁣ ⁣ At first, Sophia and I nixed the idea. My mother bristled at out helicoptering. We came up with a compromise. I would go downstairs and pick up the blouses from Shirley as she drove by in her car. ⁣ ⁣ When it was time for Shirley's arrival, I found myself on an important zoom conference call. Sophia was about to have a virtual conversation with a doctor at NYU. We were forced into the inevitable – my mother would have to go downstairs ALONE and pick up the blouses. It would be the first time she's left the house alone since March. ⁣ ⁣ "What's the big deal?" some of you might ask. My mother is active and independent, and can go outside by herself. She's not a child. But there are a lot of people out there who don't wear masks, even in our neighborhood with one of the highest Covid-19 infection and death rates in the world. ⁣ ⁣ We told my mother that if she goes out by herself, she has to wear a mask, gloves, and goggles to protect her eyes. ⁣ ⁣ "Why don't you just wrap me in the shower curtain?" my mother asked, sarcastically.

Image credits: neilochka

#47 April 22, Quarantine In Queens, Day 41

People are protesting because they want to get a haircut. I want a haircut too, but I'm accepting the limits of the monent. ⁣ ⁣ We keep the printer in the dining room because there is no room anywhere else. We were in the living room when we heard a loud BANG. A picture hanging in the dining room fell off the wall fell off and landed on the printer. ⁣ ⁣ "I'll fix it later," I said.⁣ ⁣ That was three days ago. And no one has noticed that I haven't fixed it. And no one seems to care. We're accepting the limits of the moment.

Image credits: neilochka

#48 April 30, Quarantine In Queens, Day 49

Sophia came to me in the middle of the day with a printout of a Google Docs that she created.⁣ ⁣ "Maine. It's Maine. I made a list of which state in the East Coast has been least affected by the pandemic, and it's Maine."⁣ ⁣ "So what?"⁣ ⁣ "I think things are going to get worse, not better. I think we should go to Maine for three months. I've already found a rental on Zillow. We can walk to the water there and get the f*ck out of Queens!"⁣ ⁣ "We can't afford to go to Maine for three months. We're not like Alec Baldwin with a second house in the Hamptons."⁣ ⁣ "We can split it three ways. You, me, and your mother A lot of people are leaving the city."⁣ ⁣ "I'm not leaving the city for three months."⁣ ⁣ "Why not? It will be good for your mother. We will have more space. We'll stop killing each other."⁣ ⁣ "I"m in the middle of a photo project getting attention about us living in Queens during a pandemic! No one wants to see us running away to Maine and eating lobsters by the shore. It will ruin the project."⁣ ⁣ "You're worried about your photography project more than our lives? That's the most selfish thing I ever heard."⁣ ⁣ "And by the way, I don't even think my mother eats lobster because it's not kosher."⁣ ⁣ "Yeah, but she loves Murder She Wrote. That's in Maine."⁣ ⁣ "Besides, I hear that some states don't even want you there if you have a New York license. We'll be ostracized and even beaten up by the locals the minute we drive into Maine."⁣ ⁣ "We have that covered. I have a California license on my car."⁣ ⁣ And last night, I was up all night, thinking about this this crazy idea while I heard sirens in the background. I've never been to Maine. But I doubt that we will do it. Just a fantasy.

Image credits: neilochka

#49 November 4, Quarantine In Queens, Day 231the Morning After Election Day. Sophia And I Were Up All Night, Even Though We Were Watching The Returns From Separate Rooms Because We Were Making Each Other Too Anxious. I Will Never Forget That Moment When The President Of The United States Tried To Steal The Election By Saying We Should Not Count The Votes Of American Citizens. The Most Unamerican Thing I Have Ever Seen

Image credits: neilochka

#50 March 27, Quarantine In Queens, Day 15. The Imaginary Opening Day Of The 2020 Baseball Season. And The Mets Are Already Doing Better Than Last Year

Image credits: neilochka

#51 April 3, Quarantine In Queens, Day 22. The Family That Self-Medicates Together, Stays Together

Image credits: neilochka

#52 May 14, Quarantine In Queens, Day 64

One of the inconveniences of the last two months has been doing the laundry. We don't have a washer and dryer in the apartment, so we usually use the laundry room in the lobby of the building. The last time I was in our laundry room, in early March, it seemed scary – too crowded and too many surfaces shared by others. That's when we started washing our clothes every other day in the bathtub. We used a clothing rack in the bathtub to dry the clothes, but because of poor ventilation and poor hand-wringing, it would take twelve hours to dry one sock. I suggested we dry the laundry on our outdoor terrace by the dinette, but my mother adamantly refused. ⁣⁣ ⁣⁣ "I'm not going to have all our neighbors look at our laundry," she said.⁣⁣ ⁣⁣ It became an ongoing conversation. I didn't understand why my mother was being so paranoid about hanging the laundry on the terrace. Did it remind her of her childhood in a poorer section of the Bronx? Was it considered low class? She insisted that our apartment building had an expressed law "in the books" that no one should hang their laundry on the terrace. ⁣⁣ ⁣⁣ "That's ridiculous," I said. "It's a pandemic. The rules are out the window. No one cares if we hang the laundry on the terrace."⁣⁣ ⁣⁣ But she didn't want to have anything to do with it ⁣⁣ ⁣⁣ I was washing the laundry in the bathtub today when I saw that that my mother was napping. I told Sophia that this was a good idea to dry the laundry on the terrace and prove to my mother that it is a good idea. I hung some wet sheets on the terrace railing, and the wind almost made my mother's fitted sheet sail away off the terrace towards LaGuardia Airport. People waiting on the line downstairs at the Key Food Supermarket looked up at our terrace with disapproving looks, almost as if saying "What is this – the Bronx?"⁣⁣ ⁣⁣ The laundry dried quickly and ended up smelling terrific, and my mother gave limited approval to drying small amounts of laundry on the terrace, as long as she is never seen doing it.

Image credits: neilochka

#53 May 16, Quarantine In Queens, Day 66

We took our first trip as a family to a local park. It was a beautiful day, and it was so nice to finally go outside. But there were so many people not wearing masks. I can understand the reluctance. It is uncomfortable going to the park on a sunny day while wearing a mask. Unfortunately, it is stressful for anxious folks like us, whether the paranoia is warranted or not. Our excursion was exhausting, especially for my mother. Part of it was our own fault, with Sophia and I constantly telling her what she could and couldn't touch, as if we were helicopter parents. We'll try it again in a few days, and hopefully we can all be a little more relaxed, and treat this situation as more normal. After two months of hiding indoors, a mild form of PTSD has settled in, and just being outside seems new, strange, and slightly dangerous.

Image credits: neilochka

#54 July 17. Quarantine In Queens. Day 125

I couldn't sleep last night. Out of nowhere, this woman I once dated, who now lives in Boston, was texting me, seeing if I was up. It didn't surprise me. Over the last four months, this pandemic has reconnected me with so many people. Even former enemies have tried to create bridges, asking for apologies, just in case one of us happens to die. I told this woman about my situation living with my mother and ex-wife. Lei rise. She told me that she was living alone, and feeling lonely. I told her she should be out there dating. She reminded me that there is NO DATING during Covid-19. I told her that everyone was feeling lonely now. It wasn't natural being home so much, isolated from friends, and not meeting new, interesting people. She said she was touching herself. She asked me if I was touching myself. I said yes. I heard my mother leaving her bedroom and going into the bathroom. I revealed to my friend that I wasn't really touching myself. I just was enjoying saying hello to her and knowing that she was doing OK during this crisis. She said she wasn't really touching herself either. I told her that I had to wake up early to get to the laundry room before anyone else. She told me how hard it has been finding her favorite brand of laundry detergent in Boston during the pandemic and couldn't understand why anyone would be hoarding Tide. Ho riso. "Crazy times," I said. And then we hung up and I tried to sleep.

Image credits: neilochka

#55 September 17, Quarantine In Queens, Day 183

On March 7, most of us in America weren't taking Covid-19 very seriously. It was happening mostly in China, we were told. It was my birthday that day and we decided to have breakfast out in a local diner. Sophia brought along a bottle of Purel, gloves for using the menu, and a mask to wear when the waitress arrived. My mother and I were embarrassed by Sophia, thinking that she insulted the owner of the diner, as if we thought his establishment was contagious. People at the adjacent table were even snickering at us. Oh, well… it's now almost seven months later, and the three of us are still here, defiant. But the diner where I went for my birthday is gone.

Image credits: neilochka

#56 September 23, Quarantine In Queens, Day 189

3AM. When something is named and defined, either by yourself or other, it immediately changes. It becomes a "thing." I love how my pandemic experience with Sophia and my mother, shared on social media, has connected with others dealing with their own times of isolation. I'm a firm believer that humor helps us connect to the truth. But I don't want to use humor to avoid my other feelings, of anxiety or sadness. I'm living this project in real time, and don't know where it is leading. I can be funny. Moody. Political. Arrabbiato. And pretentious. It's hard to do artsy stuff and not be a little pretentious. Basically, I'm revealing to myself that I don't know what I'm doing. Do any of us? The hardest part of the last seven months hasn't been figuring out how to live with my mother and ex-wife in a small apartment in Queens, but how to spend so much time with myself.

Image credits: neilochka

#57 November 6, Quarantine In Queens, Day 233

Months ago, when the pandemic started, I gave my bed to Sophia, and I've been mostly sleeping on the old sofabed in the living room. The mattress sucks; it sags and creaks. During the last few weeks, I've been having bad dreams at night about the current President of the United States. Today, Sophia surprised me with a new sofabed. It's a perfect day for it to arrive seeing how the election results are in. I hope to have fewer bad dreams now for two reasons – a better mattress and the end of a national nightmare.

Image credits: neilochka

(Fonte: Bored Panda)