“Sei mai stato da qualche parte durante un viaggio su strada che semplicemente non ‘sentiva bene?'” (30 risposte)

C'è una fossa eternamente in fiamme nel mezzo del Turkmenistan. E una chiesa vicino a Praga fatta di ossa umane. Ma non devi sempre andare in posti lontani per vedere che aspetto hanno gli incubi. A volte puoi trovare quel genere di cose in agguato nel mondano.

Come quando ti fermi a una sosta casuale durante il tuo viaggio verso la costa e senti subito che non dovresti essere lì.

Una discussione su Reddit ha persone che descrivono una città, un villaggio, una fermata del camion, una tavola calda e altri luoghi simili che semplicemente non si sentivano bene quando erano lì, luoghi in cui tutto e tutti sembravano fuori posto, e se Hollywood non prende appunti, si stanno perdendo un bel po' di idee per i film horror.

# 1

Questa è la storia della mia ragazza, ma è un po' all'altezza di quello che stai chiedendo.

La mia compagna è andata in Florida con la sua famiglia quando era più giovane e stavano guidando in giro cercando di trovare del cibo finché non hanno trovato un ristorante cinese e sono entrati e hanno mangiato qualcosa.

Non c'erano altri clienti, molto personale, tutti sembravano molto tesi ma il cibo era ottimo.

Se ne sono andati e hanno trascorso un bel resto della loro giornata.

Durante la colazione la mattina successiva hanno acceso la televisione e il telegiornale ha mostrato il posto in cui avevano mangiato ed erano tipo "wow guarda, siamo andati lì". Poi la storia è iniziata e si scopre che non più di 10 minuti dopo che se ne sono andati c'è stata una massiccia sparatoria e si sono uccisi tutti a vicenda.

Si scopre che gli ignoranti turisti britannici si sono appena seduti in mezzo a una sorta di guerra per il territorio asiatico.

Crediti immagine: anon

#2

Marito, sorella, marito di sorella ed io stavamo guidando da WA al MT per andare a caccia. Sono di razza mista e mia sorella è bianca. Entrambi i nostri mariti sono bianchi e nessuno dei due proviene dal PNW, quindi ignorano la storia del panhandle dell'Idaho.

La sorella ed io avevamo entrambi un piano di viaggio che prevedeva di non fermarci nel mendicante. Mio marito, che stava guidando, ha deciso che aveva davvero bisogno di sgranchirsi le gambe e potremmo anche fare benzina prima che faccia buio, quindi si ferma in una stazione di servizio nell'Idaho Panhandle. Io e la sorella gli diciamo entrambe che questa è un'idea terribile e che non ci sentiamo a nostro agio. Il marito e la sorella (di CA e New York, quindi nessun apprezzamento per la situazione dell'identità) ci dicono entrambi che siamo stupidi.

Il marito e la sorella entrano entrambi per usare il bagno e comprare bevande energetiche o altro. La sorella esce e pompa il gas così possiamo uscire di lì più velocemente. Rimango sul sedile posteriore, fuori dalla vista, e discuto seriamente se valga la pena provare a scavare sotto la roba nella parte posteriore per arrivare al mio fucile.

Il camion della gente del posto si ferma. Adesivi bandiera confederata. Un paio di bravi ragazzi escono. Chiedono a mia sorella se sta bene. Chiedile se è sola. Chiedile perché sta pompando benzina se ha un marito. È il più affascinante e disarmante possibile per loro. Uno di loro ha un tatuaggio "88" sul collo. La sorella vuole risalire in macchina, ma non vuole aprire la portiera della macchina nel caso mi vedano. Sono accovacciato al mio posto con un cappello abbassato sulla faccia, sperando che non mi vedano.

I mariti escono dalla stazione di servizio in un attimo. Mio marito è un gigantesco ex militare con la barba e un sacco di tatuaggi (per lo più di cibo perché è uno chef ma a prima vista intimidiscono) e ha la faccia arrabbiata. La sorella li vede e lancia un "Ciao ragazzi! Pronti per partire?" Il marito le porge le chiavi e sale sul retro, così si trova tra me e gli 88 tizi. La sorella ora sta guidando. Noi gtfo.

Ora è abbastanza buio da richiedere i fari. I fari dei camion si accendono dietro di noi. Un altro camion esce da un vialetto davanti a noi. I camion ci impongono e non ci lasciano passare. Dobbiamo guidare in mezzo a loro per diverse miglia su una strada a due corsie altrimenti deserta con fossati su entrambi i lati. So cosa stanno facendo. Stanno mettendo in chiaro che ci stanno cacciando fuori dal loro territorio. Siamo fortunati che non abbiano deciso di mandarci fuori strada.

Il marito mi ha detto che all'interno della stazione di servizio c'erano bandiere confederate e ariane dappertutto e si potevano comprare accessori nazisti. Non sono sorpreso. Quando il marito è andato a pagare le bevande energetiche, il cassiere ha intravisto la schermata di blocco del suo telefono – su cui tiene una foto di nostro figlio – e gli ha chiesto chi fosse il "c**n baby" sul suo telefono . Probabilmente è per questo che siamo scappati dalla città.

L'Idaho mendicante, per chi non lo sapesse, è una roccaforte della supremazia bianca. Il quartier generale della nazione ariana era lì fino a quando l'SLPC non li ha denunciati per bancarotta negli anni 2000. Ci sono molti suprematisti bianchi che vivono ancora lì e ne sono molto pazzi. The Aryan Nation è profondamente misogino e disprezza le donne che viaggiano senza accompagnatori maschi, motivo per cui mia sorella è stata interrogata sul pompaggio di gas. "88" è un'abbreviazione ariana per "Heil Hitler".

Tldr: I bianchi! Quando i tuoi amici non bianchi ti chiedono di non fermarti a fare benzina, *ascoltali*.

Crediti immagine: GlibTurret

#3

La mia ragazza ed io siamo andati in un AirBnB in una città chiamata Tiger, in Georgia, per vedere un gruppo di suoi vecchi amici del college. C'era un'altra coppia che è arrivata più o meno nello stesso periodo in cui siamo arrivati. Di giorno la cabina sembra abbastanza piacevole: 3 storie di comfort rustico con una vasca idromassaggio con vista sulla foresta e sull'alba. Non ci siamo arrivati ​​di giorno. Ci siamo arrivati ​​mentre il sole stava calando. Le stanze sembravano rimpicciolirsi e restringersi. Le scale erano larghe solo come un unico corpo. E in fondo alle scale del seminterrato, un tappeto nascondeva una botola chiusa con un lucchetto. Sembrava l'inizio di un film dell'orrore.

Stiamo cercando di ignorare le strane vibrazioni e decidiamo di andare a cena. Abbiamo trascorso quasi un'ora in macchina alla ricerca di un posto dove mangiare. Le steakhouse chiudevano alle 19:00, un locale italiano che ora era la casa di qualcuno. Un ristorante messicano ormai abbandonato e ricoperto di viti… Finalmente troviamo qualcosa. È opportunamente chiamato "The Last Dive Bar On Earth", ed è seduto sul bordo di uno stagno di ritenzione. Il parcheggio è pieno di pick-up tutti addobbati con vecchi adesivi politici per paraurti della fine degli anni '90 e dei primi anni 2000. Entriamo. È come se fossimo entrati in un altro decennio. Ma la birra è buona, hanno la pizza e i prezzi non sono male. Mangiamo di fretta e ce ne andiamo.

Mentre torniamo alla capanna, le altre coppie sono lì e parlano di come si sono divertiti così tanto in città. È stato solo alla luce del giorno alla fine del fine settimana che mentre scendevamo dalla montagna abbiamo trovato un sacco di negozi e ristoranti locali * che giuro su Dio non c'erano la prima notte *.

La prima notte, le prese elettriche in casa mi hanno fritto il telefono, lasciandomi senza modo di contattare il mondo esterno.

Il fine settimana è stato bello, ma per tutto il tempo ci siamo sentiti tutti come se fossimo caduti in una crepa in qualche *quando* altro.

Crediti immagine: mxmnull

#4

Gary Indiana. Sono uscito dall'autostrada per fare benzina.

Guidare per la città era come un film post apocalittico completo di auto bruciate, un pazzo in mutande che camminava in mezzo alla strada con una mazza da baseball e tutti i finestrini erano rotti o sbarrati.

Mi sono fermato a una stazione di servizio e poi il ragazzo è uscito e ha detto 'Torna sull'autostrada figliolo. Non è sicuro qui.' Avevo abbastanza benzina per arrivare a una sosta più sicura per fare rifornimento.

Era il 1994-95 circa.

Crediti immagine: anon

#5

Ero in viaggio per andare a Tallahassee con due dei miei cugini e mia madre.

Come a metà strada tra A e B, l'autista deve andare a fare pipì, quindi abbiamo deciso di fermarci nel prossimo insediamento di sosta senza nome.
Non appena siamo entrati, ho sentito subito che qualcosa non andava. Le auto che guidavano erano tutte sbattute e sembravano provenire direttamente dagli anni '70, bandiere confederate in un paio di posti, case dall'aspetto di baraccopoli, molte bandiere confederate, le bandiere americane che erano in giro erano piuttosto sbattute e / o lacerati, le persone ci fissavano mentre passavamo in macchina e tutti sembravano semplicemente "morti" dentro. Onestamente, se qualcuno mi dicesse che c'è stato un raduno del Klan proprio in fondo alla strada, gli crederei al 100%. Questo è il tipo di atmosfera che ho avuto da questo posto.

Quindi mio cugino entra in questa stazione di servizio/stazione di servizio dall'aspetto decente e fa jogging in bagno. Mentre mia madre e l'altro mio cugino erano storditi, decido di entrare nella fermata con l'intenzione di entrare, fare uno spuntino e uscire.

Non appena entro, sembra che il tempo si sia fermato e tutti (che posso vedere) mi stanno fissando. Sembrava uscito da un film dell'orrore ngl. Fortunatamente per me, c'era un mucchio di mele vicino alla porta, quindi mi muovo lì, e poi ho notato che le poche persone intorno a me si fermavano di colpo solo per guardarmi. Ad esempio, le loro mani simili erano ancora sugli oggetti e quest'uomo smette persino di leggere la sua scatoletta di cereali per fissarmi. Dato che sono nero, questo posto non mi stava affatto bene con *tutti*.

Ho rimesso a posto la mela che avevo in mano e sono uscito casualmente (non c'era bisogno di provocare una scenata o altro) senza ottenere nulla. cazzo. Quella. Posto.

Quando mio cugino è tornato, l'abbiamo prenotato fuori da lì.

Crediti immagine: NoodleEmpress

#6

Sì, mi sono fermato in una città senza nome in Texas per fare benzina. Un gruppo di ragazzi che indossano nient'altro che jeans in giro davanti alla stazione di servizio. Denim, cappelli da cow boy, stivali da cow boy. Non erano solo molte persone, TUTTI lo indossavano. I loro versi erano così fitti che riuscivo a malapena a capire cosa si stavano dicendo l'un l'altro, un sacco di fischi e urla.

A circa 50 metri di distanza, c'era un ragazzo seduto sotto un albero. Indossava una tuta a righe bianche e nere… ed era incatenato all'albero da un ceppo sulla gamba. Non ha visto nessuna delle forze dell'ordine in giro, forse l'hanno lasciato? Una ragazza con tette enormi, un braccio e mezzo e una benda sull'occhio si è complimentata con la mia macchina e mi ha sorriso mentre stavo pompando benzina. Ho visto una mucca trotterellare lungo il ciglio della strada, nessuno sembrava inseguirla. Il fatto che fosse il crepuscolo sembrava rendere tutto surreale.

Mi sono liberato da quel posto il più velocemente possibile.

Crediti immagine: I_love_asparagi

#7

C'è stata una volta in cui mi sono fermato in una stazione di servizio in Appalachia, erano tipo le 23:00 di venerdì. Quindi questo camion si è fermato e la donna è corsa dentro a prendere della roba. Il tizio spera, abbassa il portellone e inizia a suonare l'armonica. Ne escono come 5 gatti che ballano tutti intorno a lui come se fosse un pifferaio magico o qualcosa del genere. Dopo un paio di minuti la donna è tornata e ha detto ai gatti di rimettersi sul cassone del camion e poi se ne sono andati.

Crediti immagine: goodam2

#8

I miei amici hanno raccontato di aver visitato Dublino e di aver vagato fuori dalla zona turistica in cerca di un drink. Entrarono in un piccolo pub, ma quando cercarono di ordinare un giro, notarono che il barista si comportava in modo nervoso. Guardarono dall'altra parte della stanza per vedere quattro degli irlandesi più meschini e duri che avessero mai visto dare loro il malocchio. Dopo che il barista li ha serviti, ha suggerito tranquillamente di andarsene una volta che i loro drink erano finiti, e mentre si sedevano e chiacchieravano, un paio di uomini passavano avanti e indietro attraverso il loro stand come squali. Quando se ne sono andati, hanno appreso da un locale che erano appena entrati in un pub dell'IRA molto serio.

Crediti immagine: kemosabi4

#9

Stavo viaggiando attraverso l'Arkansas con il mio amico nell'esercito. Era un grande vecchio nero e io ero un bianco di media altezza. Tutti in McDonalds si sono letteralmente fermati e ci hanno semplicemente fissati finché non abbiamo ordinato del cibo e siamo partiti. È stato super strano e ci siamo assicurati di ignorare il posto sulla via del ritorno per postare.

Crediti immagine: anon

# 10

Vivevo nell'Africa meridionale e svolgevamo attività di beneficenza in molte aree rurali molto remote e quando dico remote intendo diverse ore di guida su strade che a malapena possono essere chiamate strade. Molte volte ci imbattevamo in insediamenti che non erano su nessuna mappa, ma solo un insieme di blocchi di cemento e case di fango a volte ben fuori strada. Di solito questi erano quelli che chiamavamo "villaggi di lavoro" perché lì c'è un cantiere, forse una piccola muratura, o una fattoria, o qualcosa del genere nelle vicinanze (anche se quando dico "vicino" i lavoratori potrebbero camminare un'ora o giù di lì dove si trovano deve essere.) Quando ci imbattevamo in posti come questo, ci fermavamo, trovavamo coordinate e punti di riferimento, registravamo alcuni record e li trasmettevamo al nostro ufficio.

Un giorno, stiamo lavorando nell'area vicino ai confini del Sudafrica, della Namibia e del Botswana, e vediamo del fumo fuori strada. Pensando che possa essere un villaggio, decidiamo di andare fuori strada a dare un'occhiata. Era abbastanza ben nascosto, dietro una collinetta, e dalla strada non avresti mai saputo che fosse lì se non fosse stato per la colonna di fumo all'orizzonte. Ci arriviamo, e abbastanza sicuro sembra uno di questi villaggi di lavoro non contrassegnati, forse una decina di capanne, ma qualcosa sembrava molto strano. Ci è voluto un secondo e ci siamo accorti che non c'era nessuno in giro, eppure sembrava che chiunque ci abitasse fosse lì solo pochi istanti prima. Ci dirigiamo verso il punto da cui proveniva il fumo, ed era un grande falò, quando abbiamo guardato più da vicino, abbiamo notato delle ossa, ossa di capra e di bovini. A parte il suono del fuoco, non c'era un sbirciare da nient'altro. Una volta sceso dal nostro camion per dare un'occhiata più da vicino, ho avuto la sensazione opprimente di essere osservato da lontano e di non essere stato accolto qui. Gli altri ragazzi nel camion hanno detto che si sentivano allo stesso modo e che dovevamo andare. Così abbiamo fatto.

Un paio di settimane dopo, quando stavamo tornando in macchina, la curiosità ha avuto la meglio su di me e ho deciso che volevo controllare di nuovo il sito. Questa volta, tuttavia, il villaggio è stato spogliato. Tutto ciò che poteva essere preso era sparito. Tutto ciò che restava erano i gusci delle capanne e una macchia nera di cenere dove c'era il fuoco. C'era però una cosa che era ancora lì, il senso di essere osservati. Non ci siamo più fermati e non siamo più tornati.

Crediti immagine: badcgi

# 11

Ho due storie come questa. La prima è stata un'esperienza assolutamente inquietante, e la seconda è stata strana ma non mi sono sentito minacciato.

1a storia: io e un amico stavamo guidando in un temporale di proporzioni epiche. Non riuscivamo a vedere la strada davanti a noi, quindi ci fermammo in una tavola calda in una piccola città e decidemmo di aspettare all'interno che passasse la tempesta e ordinare del cibo. Dall'esterno sembrava davvero vivace, la gente parlava, rideva e mangiava. Non appena abbiamo varcato la porta, l'intero posto è diventato silenzioso e ogni. separare. la persona ha interrotto quello che stava facendo e ci ha semplicemente fissati. Decine di occhi fissi su di noi. Abbiamo ordinato il nostro cibo e lo abbiamo mangiato, e siamo partiti non appena il tempo si era un po' schiarito. Eravamo lì forse per un'ora, ed è rimasto completamente silenzioso per tutto il tempo, ei clienti hanno continuato a guardare nella nostra direzione (non discretamente).

2a storia: Un'altra volta che ero in viaggio, era notte fonda e ci stavamo stancando così abbiamo deciso di fermarci nella città successiva. Non c'era stato alcun segno di civiltà per miglia e finalmente ci siamo imbattuti in una piccola città con un B&B. La donna che gestisce il posto era strana ma molto gentile. La casa sembrava in qualche modo diversa, ma anche l'intera città. Mi sembrava di essere entrato in una dimensione diversa, se questo ha un senso. Comunque vado a letto e la mattina dopo mi sveglio e decido di fare un giro per la città prima di metterci in strada. Ancora una volta, l'intero posto sembrava un mondo diverso, come se non facesse parte della terra che normalmente conosciamo. Le persone che vivevano lì si prendevano cura dei loro giardini, portavano a spasso i loro cani, ecc. E sembrava un lento. C'erano 2 negozi in città e nessun'altra attività. Entrando nelle botteghe e guardandomi intorno, e accompagnandomi con uno dei negozianti, ho scoperto che l'intera città era una città pagana dove ogni singolo cittadino adorava una dea della fertilità (come nella fertilità umana, ma anche nella fertilità dei raccolti). . I negozi erano pieni di oggetti che possono essere usati per rituali e altri oggetti vari come statuette che rappresentano la dea. Sembravano adoratori irriducibili. La loro città non era sulla mappa e non l'ho più trovata. È stata un'esperienza davvero surreale.

Crediti immagine: kinkyp3ach

# 12

Ho avuto il tipo inverso di esperienza al mio supermercato locale. Vivo in Australia e abbiamo auto con guida a destra. Sto appena finendo il mio negozio quando un enorme SUV dall'aspetto americano entra goffamente nel parcheggio ed è chiaramente con guida a sinistra e forse 10 anni. Mi piacciono le auto, quindi ne sono curioso, ed è allora che ho notato che ha la targa degli Stati Uniti.

Ora questi non sono dei piatti australiani novità/edizione limitata che sembrano americani, questi sembrano essere autentici piatti statunitensi. Avevano uno stato su di loro, non ricordo quale ma era come il Michigan o qualcosa del genere. Ovviamente americano. Esce una donna di mezza età, che sembra una normale giornata al negozio.

Finora la storia è un po' strana, ma niente di troppo insolito. Ma mentre riporto il mio carrello nella baia del carrello, lei è lì e ha evidenti problemi a capire come sbloccarne uno. Devi metterci una moneta e lei ha chiaramente dei problemi, quindi chiedo se posso aiutarti. Sta cercando di mettere quello che poi scoprirò essere un quarto di dollaro nel carrello, dicendo che non aveva mai visto questo genere di cose prima. Le mostro la moneta da un dollaro che ho appena ritirato dal mio carrello (è color oro) e lei è davvero strana per il colore ed è incredula quando le dico che è un dollaro. Mi sento come se fossi un alieno che le mostra un nuovo tipo di gatto o qualcosa del genere.

Ho messo il mio dollaro nel lucchetto del carrello e l'ho aperto per lei perché è chiaramente persa e volevo essere d'aiuto. Quindi entra in una sorta di "oh, conosco questa interazione" e dice lascia che ti dia dei soldi e apre la borsa. Sono tutte banconote americane, fidati, non ci sono buoni vecchi soldi monopolistici australiani in plastica multicoured in questa cosa. In un certo senso sbotto "non hai ancora soldi australiani?" pensando che ti rallenterà nell'amore di Aldi. La sua risposta "No, perché dovrei?" e mi dà il quarto di dollaro che stava cercando di mettere nel carrello. Le dico che non è necessario ma lei mi ringrazia con il suo meraviglioso accento americano e se ne va nel negozio.

Era esilarante e strano, se mi avessi mostrato un portale dai miei negozi al Michigan che lei aveva sbagliato avrebbe avuto perfettamente senso. Ho avuto l'impressione che non avesse quasi idea di trovarsi in un altro paese. Si comportava come se fossi io quella strana, ma parlava anche perfettamente ed era davvero gentile, quindi non è che fosse in nessun episodio di salute mentale evidente. Il fatto di avere il quarto è l'unico motivo per cui non credo di aver avuto allucinazioni per tutto dopo aver mangiato una pizza scadente.

Gli amici pensano che suo marito avesse trovato un lavoro in Australia e avesse appena fatto spedire l'auto e tutto il resto, e forse non era mai stata all'estero prima d'ora? È stato super strano e amo così tanto quella donna che vorrei poterla ritrovare di nuovo per vedere cosa sta facendo ora.

Sono stato anche in una città di campagna dove letteralmente tutti quelli che abbiamo visto durante la mezz'ora in cui eravamo lì sembravano appartenere alla stessa famiglia, e tutti ci fissavano come se sapessero che venivamo da fuori città. Ma questo ha una spiegazione molto logica ma non per questo meno inquietante 😉

Crediti immagine: crochetquilt

# 13

Mia moglie ed io stavamo guidando su per le montagne blu (grande catena montuosa in Australia) per visitare gli amici che stavano in un luogo di vacanza lassù. C'è una nebbia pazzesca nel tardo pomeriggio/prima serata, quindi non possiamo vedere molto mentre stiamo salendo. Ma è praticamente una salita dritta, quindi la prendiamo piano e a volte accostiamo quando la nebbia diventa troppo fitta per dargli un minuto per schiarirsi un po'. Super inquietante ma niente di strano, è proprio così.

Abbiamo passato la notte in amici e siamo tornati indietro il pomeriggio successivo – incantevole e soleggiato. Abbiamo guidato attraverso una graziosa cittadina che abbracciava i lati della strada principale, quindi potevi attraversarla direttamente senza svoltare o colpire alcun incrocio principale. Mia moglie ha detto "oh, stiamo andando a casa in un modo diverso". No, no, non lo eravamo.

C'era praticamente un'intera cittadina che avevamo attraversato in macchina la sera prima proprio vicino alla casa e non ne abbiamo mai visto una sola indicazione. Non avevamo visto luci/lampioni stradali, altre macchine, cartelli "Benvenuti a Spookyville, popn 1", niente. Ci eravamo fermati a controllare la mappa (pre-smartphone) per assicurarci di non aver perso lo spegnimento e saremmo stati praticamente in mezzo alla città. È incredibile come qualcosa di così grande possa scomparire così facilmente nella nebbia. Prima serata e non una luce in casa? Persone talpa, credo.

So che c'è una spiegazione logica ma sono passati 20 anni e penso ancora "no, non tornare lassù"

Crediti immagine: crochetquilt

# 14

Ero in viaggio nell'isola meridionale della Nuova Zelanda e una notte verso le 21 ho deciso di fermarmi in una piccola città per riposarmi un po'. Già mentre guidavo in città ho notato che c'erano decorazioni natalizie ovunque, come alberi decorati e babbo natale di plastica, renne ecc. Quantità eccessive di decorazioni per le strade e in ogni finestra. Non sarebbe stato troppo strano se non fosse stato a metà agosto. Ma pensavo che la città fosse davvero dedicata a un'estetica specifica o altro.

Sono arrivato al motel e ho fatto il check-in e l'anziana signora alla reception è stata breve e scortese con me, il che ho pensato fosse strano perché avevo sperimentato le persone in Nuova Zelanda come davvero simpatiche e piuttosto loquaci (rispetto a dove vengo da lol). Inoltre non mi ha dato la password wifi anche se pubblicizzavano la connessione wifi gratuita. Mi ha letteralmente detto di incasinarmi e di lasciarla tornare al suo giornale.

Dopo di che sono uscito e per tutto il tempo che sono stato lì non ho mai visto persone per strada. Sono andato in una tavola calda vicino al motel (entrambi pieni di decorazioni natalizie) e ho avuto la stessa esperienza con la cameriera mentre ordinavo. Mi ha detto che sono fuori quasi tutto e l'unico che sono riuscito a prendere è stato un panino al formaggio. C'erano altre persone nel ristorante che stavano mangiando tutti quelli che suppongo fossero pasti dal menu. Non hanno dovuto ordinare un semplice panino al formaggio. Mentre aspettavo il mio cibo ho notato che nessuno in tutta la tavola calda parlava anche se c'erano famiglie e altri gruppi di persone. Anche i bambini mangiavano in silenzio. O non proprio silenzio, perché c'era musica natalizia a tutto volume.

Dopo aver finito di mangiare, ho appena pagato e me ne sono andato. Sono stato anche l'unico ad andarsene. Nessuno in quella tavola calda, per tutto il tempo che sono stato lì, si è alzato per andarsene o per andare in bagno o per fare qualcosa di veramente. Si sono seduti tutti lì. Quando me ne sono andato, mi sentivo come se stessero tutti iniziando dei buchi nella mia schiena. Per tutto il tempo che sono stato in quella città ho avuto la sensazione che tutti volessero che me ne andassi e come se fossero in qualche modo arrabbiati con me.

Questo è stato 4 anni fa e tbh non ricordo nulla dopo aver lasciato la tavola calda. Non ricordo di essere tornato al motel o di essere andato a dormire e solo a malapena ricordo di essere stato in viaggio presto la mattina successiva. Ho raccontato questa storia ad alcuni dei miei amici neozelandesi, perché pensavo fosse una specie di strana città a tema, ma nessuno di loro ne ha mai sentito parlare e non riesco a ricordare per tutta la vita il nome di quella città o come l'ho trovata esso.

Crediti immagine: urneighbourhoodwitch

# 15

Non è un viaggio su strada, ma la mia famiglia di solito trascorre del tempo in una delle città forestali nel nord della California. È una tradizione di famiglia da oltre cinquant'anni a questo punto, di solito è stato bello lassù. La sensazione della natura intorno, dormire in una cabina d'altri tempi, essere su strade di campagna e vedere più del vero cielo notturno sono tutte esperienze meravigliose che amerò per sempre. Pensavo lo stesso delle persone lassù. Sembravano carini e con i piedi per terra.

Poi un anno abbiamo trovato alcuni nuovi membri della famiglia, la mia matrigna e il fratellastro. Entrambi hanno la pelle scura. Puoi già vedere dove sta andando. Siamo entrati in un ristorante un giorno. Era pieno ma quando siamo entrati era assolutamente silenzioso. Nessuno ci ha detto una parola, ma molti stavano guardando dalla nostra parte. Questo è durato dai dieci ai quindici minuti e poi ce ne siamo andati. Amerò sempre il paesaggio di quella zona, ma le persone lì possono andare a farsi fottere.

Crediti immagine: anon

#16

Era mezzanotte passata da poco e mi sono offerto di accompagnare un'amica che era in visita con me a casa dei suoi genitori dove alloggiava. Vivono in una piccola città fuori dalla mia a circa mezz'ora di macchina. Ci sono stata abbastanza volte che non avevo bisogno di alcun tipo di indicazione, solo un promemoria di dove svoltare nel suo quartiere perché era difficile dirlo con il buio fuori.

Ora permettetemi di chiarire un po' di informazioni. Non ero sotto l'effetto di niente: alcol, droghe, niente. Non ero nemmeno così stanco. Il suo quartiere era appena fuori da una lunga strada nel bosco che usciva direttamente da un'autostrada principale, quindi non era nei boonies o altro, ma fuori città. Per uscire dalla città in cui vivo dove vive lei, si passa sotto una strada a pedaggio di nuova costruzione che è un anello della città. È grande e non può mancare. Devi passarci sotto o sopra per tornare in città, e ha quelle enormi luci autostradali tutt'intorno, quindi non sarebbe facile passare senza accorgersene.

Quindi, comunque, l'ho lasciata e sono tornato da dove sono venuto. Sono solo un paio di svolte dalla lunga strada che ho citato prima, quindi torno indietro senza nemmeno pensarci. Ho guidato in questo modo diverse volte. Ritorno per un po' sulla lunga strada e all'improvviso sono al segnale di stop. Tranne che la lunga strada non ha segnali di stop se stai viaggiando su di essa. E allo stop mi trovo di fronte a un viale con gli stampini, case borghesi che non avevo mai visto prima. Ci sono molte case del genere nella zona, ma queste avevano un aspetto inquietante. Non erano illuminate da nessun tipo di lampione o altro, ma erano perfettamente visibili nella notte. E sembravano tutti vuoti. Potrebbero esserci state macchine nei vialetti, ma non una sola luce era accesa nelle due file di dozzine di case. Era come se tutta la vita vissuta in questo quartiere fosse scomparsa.

Ovviamente non sono sceso lungo questo viale. Mi sono venute le lacrime agli occhi per la pura sensazione che questo posto mi ha dato. Mi sono girato alla mia sinistra. In qualche modo sono arrivato in un quartiere che ho riconosciuto. Potevo anche vedere le luci da un'autostrada nelle vicinanze, quindi mi sono diretto verso di loro. Alla fine sono arrivato sulla stessa autostrada che ho preso dalla città, ma mi è successo qualcosa di strano. Non ho mai superato la strada a pedaggio. La serie di quartieri in quella zona aveva tipicamente ponti sulla strada a pedaggio che collegava l'area residenziale e manteneva i rumori dei veicoli giù e lontano dalle case tranquille, ma non ci sono mai passato. L'intero viaggio di ritorno a casa sembrava spento. Fino a quando non sono arrivato in una certa parte della città, ogni segno sembrava un po' diverso. Ho visto un'altra macchina sulla strada solo quando sono arrivato più in città.

Ancora oggi devo ancora vedere il viale allo stop. Non so come ci sono arrivato, ma non voglio mai più essere lì da solo.

Crediti immagine: holc00mb

#17

Durante un viaggio su strada con un amico, abbiamo deciso di seguire questa strada fino a un complesso che aveva un cancello, telecamere e un cartello che diceva che il personale non autorizzato sarebbe stato ucciso sul posto. Ci giriamo il più velocemente possibile e guidammo ea poche miglia lungo la strada c'era una fermata del tronco e un ristorante messicano. Siamo stati scossi dal cartello e abbiamo fame quindi andiamo al ristorante. Non sto scherzando quando dico che era silenzioso e tutti ci guardavano mentre varcavamo la porta. Ciò che lo ha reso più strano è letteralmente che nessuno aveva cibo.

Comunque il cibo non era male ma siamo veloci e ci siamo tirati fuori il prima possibile.

Crediti immagine: Fox_m

#18

A 16 anni sono salito su un treno e ho attraversato alcune province per lavoro (lavoro estivo). Essendo il Canada, il viaggio in treno è durato quasi 3 giorni.

A volte, fermavano il treno in una città più grande e concedevano ai passeggeri il tempo di scendere e sgranchirsi le gambe o prendere una boccata d'aria fresca. Stavo dormendo durante questa sosta, e mi sono svegliato per trovare una cittadina addormentata che somigliava MOLTO ad Auschwitz…

Ho visto molte foto di Auschwitz nei libri di storia e in TV, ma ci sono stato anche di persona, quindi guardare fuori dal finestrino di questo comodo treno passeggeri e vedere cosa sembrava una copia carbone del luogo, completo con filo spinato (più corto, probabilmente per gli animali) e un cancello d'ingresso di metallo con sopra delle parole, era un po' inquietante.

Ho discusso solo di rimanere sul treno, ma alcune persone stavano tornando sul treno con ICE CREAM e dicevano di averlo preso da un piccolo salotto in città. Ho anche sentito altre persone scherzare sul fatto che la città sembrava un campo di concentramento, quindi ho iniziato a sentirmi un po' meno pazzo. Non ero solo io. Ho controllato l'ora sul telefono e dopo essermi assicurato che il treno non partisse senza di me, sono sceso a prendermi un gelato.

Ora, so che alcune delle città più piccole/isolate del Canada possono avere visioni e stili di vita piuttosto tradizionali, ma non mi aspettavo davvero di sentirmi così fuori posto nel mio abbigliamento moderno. Era abbastanza chiaro quali persone fossero locali perché indossavano uno stile di abbigliamento europeo molto più vecchio (??? Idk come altro per descriverlo). La maggior parte dei bambini sembravano bamboline uscite da film dell'orrore e non sembravano infelici, sembravano solo annoiate a morte. Si è aggiunto all'inquietudine di tutta questa situazione, e a questo punto volevo solo prendere il mio gelato e salire sul treno.

Volevo sbrigarmi, quindi ho chiesto ad alcuni locali dove fosse la gelateria. Questo uomo più anziano sembrava confuso e disse "non abbiamo più una gelateria". Gli ho detto che avevo appena visto altri passeggeri del treno con il gelato, e che avevano detto che l'avevano preso in città. Gli ho chiesto se c'era un posto che vendesse gelati e lui ha borbottato qualcosa su "c'era una gelateria due strade più avanti".

Lo ringraziai e percorsi le due strade. Ho pensato che fosse solo molto vecchio e che forse avesse difficoltà a ricordare le cose. Mentre svoltavo l'angolo, però, mi trovavo davanti a una gelateria ABBANDONATA. Davanti all'edificio era appeso un piccolo cartello a forma di cono gelato che diceva “crème glacé” e, anche se le finestre non erano sbarrate, si vedeva che lì dentro non c'era nessuno, probabilmente anni. Sono salito sul portico e ho messo le mani a coppa sulle finestre per guardare dentro e sì, nemmeno l'attrezzatura per il gelato. Niente congelatori, niente luci, solo alcuni accessori per gelato in stile cena e posti a sedere.

A questo punto ero super confuso. Forse il vecchio si sbagliava e questa era la VECCHIA gelateria ma ce n'era una nuova in città di cui non era a conoscenza. Forse era più vicino al binario del treno. Mi ero avventurato abbastanza in profondità in città, quindi ho controllato il mio telefono per assicurarmi di non essere in ritardo e mostrava un tempo PIÙ PRECEDENTE rispetto a quando l'avevo controllato per la prima volta sul treno…

A quel punto non me ne sono andato, sentendomi come se fossi in un episodio della fottuta zona crepuscolare. Avevo DAVVERO bisogno di vedere il treno, vedere una persona con cui avevo viaggiato, diavolo, avevo solo bisogno di vedere una persona vestita in modo moderno per dimostrare che non ero "bloccato nel tempo" o qualche merda.

Sicuramente il treno era ancora al binario, le persone con cui avevo viaggiato erano ancora sul treno o intorno al treno e non eravamo vestiti come vivevamo nella vecchia Europa. I quickly concluded that we were standing on (or very close to) a timezone border and that's why my phone had jumped to an earlier hour.

After realizing there was no crazy time-jumping s**t going on, I relaxed. I knew there had to be a logical explanation but in the moment it was just a lot for my 16 year old self travelling alone to deal with. It freaked me out. I still couldn't figure out where these ppl had gotten the ice cream tho, and when I asked them, they all gave the exact same directions the old man gave me!

I was pretty frustrated so I kept asking, until one girl said she had TAKEN PHOTOS of the place! I was like “yes please show them to me!” because I was still hoping to get myself some ice cream and I figured if I knew what the place looked like I could find it easily.

She then showed me some photos of the “quaint little ice cream parlour” that she took for her instagram. It looked EXACTLY like the run down ice cream shop that I had found, right down to the little porch, overhang, windows, and signage, but this photo showed a colourful and bustling business on a summer day, not an empty street with faded signs. All the surrounding scenery was exactly the same, the dining chairs in the window were the same. The next photo was a selfie of her, with her ice cream, in front of the sign that said “crème glacé”.

To this day, I still don't have a logical explanation for that one. Maybe they moved the parlour to a better spot, but then why leave the old one empty with all the signs? Maybe they moved it closer to the train platform, but then why did everyone else give me the same directions to the abandoned place I'd just been? Why was everything in the photo the same as what I'd seen, just less derelict? There's no way that all those ppl got ice cream from af*****g ghost parlour, and I wanted SO BADLY to run back into town to solve this mystery but the train was blowing its whistle and I wasn't about to risk being left in this creepy Auschwitz lookalike just to get some ice cream, so I boarded the train and I've never stopped thinking about it.

My biggest regret is not taking photos. I had my iPhone with me, and a few simple photos might have been enough to see any glaring differences. If nothing else, having both sets of photos could have made for a really cool “apocalypse themed” side-by-side comparaison…

I guess I'll never know, but it's a good story to tell around the campfire.

Image credits: TickPocket

# 19

My boyfriend and I had a stay in Melbourne for a few nights. First Airbnb was practically a small hotel room so, all good. The second on the other hand… It was advertised as "Flexible check-in " but the owner wouldn't stop pestering us for a time we were going to be there. We told them 8pm and they still kept asking before saying they had to go out and 'Frank' would let us in.

We had no mention of this guy before then but fine, whatever. We ended up missing a few small shows we were eager to go to so we'd get there earlier and despite being promised off the street parking we could only park on the street. It sucked but no big deal. We'd had a long day and were pretty tired.

Then we get to the house. Frank is this tall, thin, muscley older guy, really intense and absolutely no chill. Bulging eyes kind of intense. We were both really uncomfortable from the start but my bf makes small talk, jokes about Sydney vs Melbourne. This guy doesn't like it. To the point where he stopped walking, swung around and got in my bfs face. Bf de-esculated the situation real quick and we got to our room and immediately locked the door.

We both got some bad vibes off the place and the guy but we couldn't work out why. We thought we were just tired but kept debating the pros and cons of staying, and the room wasn't helping! It was freshly painted and the fumes were so strong I was getting a migraine, there was a door to the backyard that was blocked off with a dresser, so much dust under the bed it was ridiculous.

And then we noticed two things.

One was the wooden plank holding up the curtains. It was big, thick, heavy looking thing – and it was holding onto the wall by a nail on each side. Half of it had already leant right off the wall, leaving a huge gap. This was right above the head of the bed. That was it for my bf, he wanted out.

This second point was my big thing. The door to the rest of the house had a lock but there was also a gap between it and the floor.
I'm not talking a small space for air. I'm not talking fit a finger underneath. I'm talking big enough for tall, muscley, big guy Frank to fit his entire arm under.

We grabbed our things and snuck out. Went to the nearest grocery store for supplies, shopped around for a place to stay, let the Airbnb know we l left, and ended up driving through the night back to NSW and slept in the car for a few hours.

Nothing exciting happened but we just really didn't feel safe there. My bf hikes a lot overseas, stays in random and/or desolated places. He's not put off easily. We were both pretty glad for a solid reason to leave.

Image credits: Sil_7

# 20

Coatesville, Pennsylvania. I was with a friend who had come up from Mexico and we were staying a few nights at his grandmother's ranch nearby. Coatesville was the only town around where we could find Mexican ingredients. This is an old steel town that feels post-apocalyptic, everyone there didn't really seem to be doing anything or going anywhere, it was so creepy. The store we ended up going to had nearly empty shelves and I think the guys were a bit surprised to see us there. All in all just very strange and eerie.

Image credits: the_short_viking

#21

I was driving between Midland and Alma Michigan late one night, and this area has some of the darkest, loneliest country roads I've ever driven on. There are also a bunch of windmills in this area and at the top of every windmill was a blinking red light so that planes could see them, but the lights blinked in sync, so it would be dark, and then all of a sudden, the red lights of the seemingly 100s of windmills would all blink on. Absolutely creepy.

Image credits: galacticdude7

#22

I am a skeptical person but this one experience I had in Berlin still confuses me to this day.

Me and my girlfriend were on holiday walking through central Berlin, a weekday morning. The streets were fairly busy, a typical day, when we turned down a long wide street with large buildings on either side. As we walked down we noticed it was very quiet and that there was no one else on the street at all, which was strange in itself considering it was 10-11am. As we carried on walking, I can't really describe what happened but I noticed that the buildings we were walking past weren't actually real, but like movie set buildings? The windows and doors looked normal from a distance but up close they were waaaay too big to be normal, I just felt really uneasy the whole time but we didn't say anything until we turned off the street and back into the hustle and bustle of Berlin.

I have absolutely no idea what happened at all but my girlfriend said she felt/seen exactly the same thing. It was like we stepped into a different world for a few minutes. Totally bizarre

Image credits: MyDogHasBarkingsons

# 23

I've been to 43 states. I've seen odd things.

The creepiest thing was getting in gas off of I-95 in NC, and seeing a camo painted Bronco driving around a parking lot of a shopping center that was focused on a Wal-mart. It had two *gigantic* flags. One Confederate, the other full on Nazi flag – I was never more concerned in my life.

Image credits: Tsquare43

#24

My family was driving through a really rural part of the Philippines when my sister announced she had to go asap. It was very late.

My dad stopped at the first place he could ~ a little shop that sold weird antique stuff, with an old lady at the counter. My dad talked to the old lady while us kids headed for the bathroom (an outhouse separate from the shop/main house).

We didn't think much about it and stayed a few days in our province. On our way back to the city, my dad said he wanted to stop by that shop again to thank the old woman and when we got to the place where my dad swore the store was, there was nothing. Just the highway and thick forest on both sides. We still bring it up sometimes because thinking about it gives everyone in the family chills.

Image credits: malfreakingreynolds

#25

I have a few but this one stands out in my mind.

This starts with me, my boyfriend, his brother and the girlfriend all deciding to split off from the rest of his family during vacation and head to the Winchester mystery house… now since this is like 6 or 7 years ago I can't remember if we were headed to or back from there. I was driving and my bf was the navigator, we started our trek a few hours before and expected to be at our destination before nightfall. Somewhere along the lines we took a wrong turn, although we had a map and both our set to gps. I didn't think about it at first and nobody else mentioned it until what felt like a few hours of me driving, now this wasn't in silence from what I remember it was a normal a*s roadtrip with taking laughing and music… but we get down this particular road and it all feels like we snapped outta a dream everything is dark there's shadows of trees bunched here and there along the road but past that is pitch black… I'm taking a void of darkness where you feel it goes on for miles on end but you can't see it. One of them said something along the lines of where are we, and joked that we entered the twilight zone. But I tell you, I got this really uneasy feeling like I shouldn't drive any further than I already have and I think everyone else felt that too cause we got real quiet and just kinda stared out the windows. We hadn't realized that there were literally no cars around us, what was supposed to be a highway was a narrow strip of road and nothing, just this stillness like we entered a place we shouldn't have. I flip ab***h and start speeding off in the opposite direction but lo and behold the scenery we saw "going back" wasn't the same as we saw coming in… it was still pitch black but none of it was familiar. You know how you can make out odd shapes from the shadows… but literally nothing looked like it was before. It took me about a good 15 or 20 min. To get out of the void… but to this day every one of us swears we were driving for hours in it. We can't find that turn although we've taken that route a few more times tbt throughout the year… and it really does seem like it was a dream except for the waking part it was scared me, it's like everyone was stuck on auto pilot and no one remembers what we said or even what sounds we heard during those hours. Gives me the creeps.

Image credits: BlemishedB

#26

On my first trip to Europe, we started in Rome, and drove down to Sicily, and on the way back north, we decided to stay the night in a small town instead of a major city. We ended up at a town called Lauria right on dark, and hadn't booked any accomodation yet (we didn't know where we were going to end up, wanted to get as far as we could). As we drive around the town looking for a hotel, every local is stopping in their tracks and watching us like we are very out of place. We find and pull up at the only hotel we could find, a multi level building with an empty car park, no guests or staff around. Went in and booked a room, and the guy who served us took our bags, put us in the elevator and sent us on the way to our room. we get up 3 floors and here he is waiting for us with our bags, not puffed out having out ran an elevator while carrying 3 bags. It's the classic horror movie hall ways, seemingly too long for the building and only half the lights are working. It's dead quiet inside so we put our stuff in the room and get out to see if the town is really that bad. We head out for dinner, again every stopping and staring at us as we walked down the streets. The next morning, we wake up early to GTFO and find all the doors are locked and cannot be opened from the inside without a key, no staff anywhere so we left the key on the desk and had to break out of the hotel window to get out. 10/10 was spooked. Rest of the trip was amazing, through Switzerland and France, quick trip around England and Scotland then home.

Image credits: Foxbat_Flyer

#27

Back in 2011, my ex and I took a trip to go visit my dad, who at the time lived in the tiny town of Middleton, Tennessee. I lived at the other end of the state, so it was about an eight hour trip. Decided to go it at night so I wouldn't have to deal with anyone on the interstate other than truckers and the occasional car.

The trip was fine until we got off the interstate and went through some small town maybe an hour or so before Middleton? My memory's hazy on exactly where it was, but at that point it was about four in the morning. We were rolling through the town, and it was foggy and dark, minimal streetlights, all the houses were completely dark and still… it was a little creepy looking but nothing really out of the ordinary.

Until we got a little further down the road and there were f*****g newspapers *everywhere*. Scattered all on the road, in the empty fields and the yards of the houses we passed, just loose pages of newspaper everywhere we looked. I'm sure there was a reasonable explanation, but both of us just suddenly felt like something was off, and it was creepy as hell. One of us cracked a joke about suddenly landing in a horror movie without realising, and I sped up the car a little bit, but for about ten minutes it was just us and the newspapers and the fog in the complete stillness in this dark town, and we both sighed audibly in relief once it fell behind us. We talked about it for years after that trip.

On a second trip to the same town years later, once again in the early am hours, we stopped at a gas station I always stopped at, and though I'd always felt safe at it before, that time I felt a little uneasy, but didn't know why. We went in the store and this group of guys and a girl came in yelling at this other guy, cashier made them leave and they tore out. Came back not five minutes later and beat the guy they'd been harrassing with some kind of bat. It was a mess, cops were called, ambulance… I'll never forget how dazed that poor guy looked with blood coming all down the side of his head. So I guess that time I had a legit reason for things feeling off.

tl;dr I should stop making the trip from east TN to west TN.

Image credits: zanarkandfayth

#28

So that red covered bridge, West Montrose AKA the Kissing Bridge, from the movie IT is about 2 hours away from me. A couple of years ago, me and some girlfriends went there to take some pictures because it was cool that it was so close and it was a perfect day for a road trip (I think the kids nowadays call it a VSCO Hangout). I drove and when we got there, there was no parking anywhere. I finally pulled over to the side of the road and asked a lady if I could park in her store lot (said no tourist parking) she said since I asked so nicely, *fine*.

We went for a walk and the locals would peek out their windows at us, some of them in plain view. There were signs on the grass that said that so and so were to be contacted for use of property and that use of which was prohibited without permission, no lingering, park closed, etc. They even had ropes and stakes on their property lines to really take it home. It was also strange because there is a lane way between the properties and the creek that runs under the bridge and other signs had prices for photo sessions. At one point a couple walked past us and the lady craned her neck to look back at me even as she had already walked past.

That was about all the Get Out vibes I could handle till we packed in and headed home. There was just something strange in the air there, it felt like I had eyes on me at all times. All I wanted was to see the last covered bridge in Ontario!

Image credits: sillybananna

#29

I know it was a Sunday afternoon in January; it must have been either '96 or '97. I know it was on I-30 somewhere between Little Rock and Texarkana, but I can't find it on aa map any more. But there was a microscopic little "town" at one of the highway interchanges, that consisted almost entirely of a gas station and a Denny's; I think there might have been a couple of other buildings, but I don't remember anything about them. When I saw the Denny's sign on the highway, I decided to stop there for a fill-up and a bite of lunch.

And while I was filling my gas tank, something about the scene just seemed … off. Uncanny valley territory. But I couldn't put my finger on it. The place was busy but not slammed, pretty much what you'd expect for right-after-church at the only businesses open within 50 miles. Everybody going about their business. Nothing obviously weird. Just … off.

I moved my car, went into the Denny's, waited until the waitress seated me. Again, crowded, but not full, there was no wait for a table but most tables were full. So there was a delay before the waitress came back to take my order, and, just casually looking around the room, it finally sank in what was weirding me out. The room had me, three obvious truckers, and … maybe 40 or so copies of the same person. Both genders, all ages, but exact same skin tone, same brown hair in the same two haircuts, same facial features. The same "person" I'd seen maybe a dozen or so copies of at the gas station.

Hours later, up on the highway and miles away, I figured out what I *think* that I was seeing. (And Reddit being Reddit, someone from there will see this and tell me whether I'm right or not, after all these years.) I think this was one of those towns whose best high school students have all left for college, married someone from somewhere else, and then moved to that other person's town because that other person's town had jobs. I think this was a town that nobody new had moved to in over 100 years. Which means no genetic diversity at all; at at most the second-cousin level, everybody's related.

Nothing dangerous, nothing harmful, just … well, look, I'm from St. Louis, which I think of as a small town, under 3 million population. Also a town that hardly anybody new ever moves to (little or no reason to), so any two random similar-aged strangers who meet have a 50/50 chance of knowing someone in common. But if you took, say, a random Metrolink train's worth of us, we wouldn't be nearly as homogeneous as that tiny little whistle-stop town in Arkansas. I imagine if they came to my neighborhood, they'd see that all the people look different and they'd be just as creeped out as I was when I went to their neighborhood and everybody looked 100% identical.

Image credits: InfamousBrad

#30

Back in the late 80s and early 90s when I was a teenager me and my friends were in a hard core punk band. We mostly played shows in our medium sized city, the surrounding area and occasionally the major city 2 hours away. A member of one the bands we would play with had set up a punk showcase in their home town about 3 or 4 hours away and asked my band if we could play. It paid and we were able to sell merch so we decided it was worth the trip. Most of the time we played just for fun since we rarely made any money on shows and we would be lucky if we sold 10 t-shirts and CDs. But playing small towns we could usually sell everything we brought with us.

So we loaded up our gear in 2 cars and convoyed to this town. None of had heard of it and we had to spend an afternoon with a map trying to figure out where it was and how to get there. We got there hours before the show and all I can say was that we constantly referenced "Footloose". People were looking at us like we were from Mars or something. According to movies we should've been flattered but the reality is that we were more than a little put off. It's like c'mon; you people have cable TV so it's not like you haven't ever seen a person with a mohawk or blue hair in the 15+ years that style has existed.

The show was cool though. And we did sell everything we brought. But everyone we met smoked really shitty weed so luckily we brought our own.

Image credits: PunchBeard

(Fonte: Bored Panda)