“Saturday Night Live” è andato avanti senza pubblico e la maggior parte del cast

La scorsa notte doveva essere l' episodio festivo di Saturday Night Live ed era la quinta volta che Paul Rudd ospitava, quindi è stato inserito nel The Five-Timers Club. Ma il vero presentatore della serata è stata quella stronza con il sound dei Transformers Omicron. SNL avrebbe dovuto aprire con Omicron che dichiarava compiaciuto: "In diretta da New York, sono ME!" Perché poche ore prima dell'inizio dello spettacolo, abbiamo appreso che SNL è stato colpito da un'epidemia di COVID-19 e che diversi membri del cast e della troupe sono risultati positivi. Altri membri del cast hanno chiamato dopo aver deciso che era troppo rischioso fare lo spettacolo. E a causa dell'equipaggio ridotto all'osso, anche il musical Charli XCX si è ritirato. Tutte le scenette dal vivo sono state scartate e lo spettacolo era composto da un'imbarazzante apertura fredda, scenette preregistrate, scenette classiche e Tina Fey che sostituiva Colin Jost sull'aggiornamento del fine settimana . Onestamente, lo spettacolo avrebbe dovuto essere semplicemente People's Sexiest Man Alive, che strizzava l'occhio e fumava davanti alla telecamera per 90 minuti di fila.

Fonti dicono al New York Post che ieri l'umore al SNL era cupo perché molti hanno paura che il Coronavirus si faccia strada nei loro corpi. E Cecily Strong era uno dei membri del cast che in realtà non stava cercando di recitare insieme a COVID-19 in una scenetta:

Un insider del set ha rivelato che "quattro attori" sono risultati positivi al coronavirus – e "altri tre" hanno chiamato perché ora "hanno paura" di venire agli NBC Studios al 30 Rockefeller Center, dove lo sketch settimanale è girato a Midtown .

Anche se alcune fonti sul set hanno affermato che il produttore esecutivo Lorne Michaels, 77 anni, è risultato positivo, altri lo hanno denunciato come "NON" vero e hanno confermato che è effettivamente sul set a supervisionare lo spettacolo di stasera in questo momento.

Una fonte ha anche detto a The Post che Cecily Strong, 37 anni, è uno dei membri del cast che ha espresso preoccupazione per l'epidemia.

Ma lo spettacolo è andato avanti e il membro del Five-Timers Club Tom Hanks , che era anche uno dei membri inaugurali del The Celebrities To Catch COVID Club , ha aperto, il che era appropriato. Voglio dire, era una situazione disordinata e poiché il figlio di Tom Hanks è Chet Haze, è abituato a situazioni disordinate. Tom e l'altra membro del Five-Timers Club Tina Fey erano lì per introdurre Paul Rudd nel loro club. Anche Kenan Thompson era lì perché sono abbastanza sicuro che ormai vive lì. E hanno anche ricevuto aiuto da Steve Martin e Martin Short:

E c'erano schizzi preregistrati come questo di HomeGoods, con Paul, Aidy Bryant e Kate McKinnon , e c'era davvero bisogno che i fanatici di Rae Dunn litigassero per una casetta per uccelli di Rae Dunn sullo sfondo:

E questo di Pete Davidson che assomiglia al mio Tio Pablo in uno schizzo su lui che è vecchio e continua a fare i pezzi dell'aggiornamento del fine settimana :

E questa canzone sui calzini di Natale, che è leggermente più dolorosa di quella merda contro il caldo sulla testa di Paul Rudd:

E poiché Colin Jost non c'era, Tina Fey ha compilato l' aggiornamento del fine settimana e lei e Michael Che si sono seduti sulle sedie del regista raccontando barzellette a Tom, Kenan e Paul. Questo potrebbe essere il SNL più vicino a un episodio post-apocalittico:

Bene, quell'episodio è stato ogni strato di strano, ma comunque, Paul Rudd avrebbe dovuto concludere lo spettacolo dicendo: " Sì, è stato strano ma non ancora la metà di quando Elon Musk ha presentato . "

Foto: NBC