Richard Branson sta cercando di battere Jeff Bezos nello spazio

Uh oh, abbiamo una battaglia spaziale miliardaria in corso, e nessuno sa chi esploderà per primo nello spazio. Sir Richard Branson ha parlato di rendere lo spazio la sua ultima frontiera per molto tempo, con un piccolo aiuto dalla sua compagnia di viaggi spaziali Virgin Galactic. Ma poi Elon Musk è arrivato con un budget personale ancora più grande e un'ossessione iper-concentrata di sfondare l'atmosfera terrestre, e sembrava davvero che Elon sarebbe stato il primo miliardario nello spazio. Ma solo due giorni fa, Jeff Bezos ha annunciato che avrebbe vissuto un sogno d'infanzia con il suo fratellino Mark Bezos alla fine di luglio, andando nello spazio su una nave chiamata New Shepard, realizzata dalla sua compagnia spaziale, Blue Origin. L'ego di Jeff probabilmente pulsava al pensiero di vincere la corsa allo spazio miliardario, ma c'è una possibilità che potrebbe non arrivare nello spazio per primo. Richard Branson ora sta pianificando di salire in cielo alcune settimane prima di Jeff Bezos.

Ho sempre saputo da Hollywood che i viaggi nello spazio richiedono anni di ricerca, istruzione e formazione specifica prima di indossare un casco a bolle, un ingombrante abito bianco e preparare un piatto di salumi a gravità zero con un po' di quel leggendario formaggio verde del Luna. Ma non è proprio il tipo di viaggio spaziale di cui stiamo parlando qui. Nell'episodio di questa settimana di Dlisted: The Podcast , Michael ha spiegato che Jeff Bezos sarebbe rimasto nello spazio solo per circa 11 minuti e che il Nuovo Shepard avrebbe solo sfondato la linea di Kármán. La linea di Kármán si trova all'interno della termosfera e si trova a circa 62,3 miglia a nord del livello del mare terrestre. È un po' sotto il punto in cui avviene l'aurora boreale ed è molto più vicino alla Terra rispetto a dove galleggiano le stazioni spaziali. Quindi, in realtà, tutto ciò di cui una persona ha bisogno per salire sulla linea Kármán è una nave che possa fare il viaggio. Non c'è una drammatica passeggiata al rallentatore verso il launchpad. Tuttavia, è ancora più alto del volo aereo standard, che si trova a circa 6-8 miglia sul livello del mare.

Richard Branson stava pianificando di andare nello spazio più tardi nel 2021, ma potrebbe aver appena ricevuto una nuova carta d'imbarco e il suo piano di volo è stato spostato a circa tre settimane e mezzo da oggi. tramite Ars Tecnica :

"Ci sono rimasti tre voli di prova", ha detto Sirisha Bandla [VP degli affari del governo Virgin Galactic]. “Abbiamo un volo con dipendenti in cabina. Un volo con il nostro fondatore, Sir Richard Branson, dopodiché, e poi per completare il nostro programma di prove in volo, stiamo pilotando l'Aeronautica Militare Italiana”.

Tuttavia, il volo spaziale di Bezos previsto per il 20 luglio potrebbe aver alterato quei piani. Secondo un rapporto di Doug Messier sul suo sito web Parabolic Arc, "Virgin Galactic sta lavorando a un piano per inviare Branson su un volo suborbitale a bordo dell'aereo a razzo VSS Unity SpaceShipTwo durante il fine settimana festivo del 4 luglio".

Sembra che Virgin Galactic stesse già pianificando quel volo del 4 luglio. Quindi non è che Richard Branson sia là fuori sull'asfalto, ad incollare pannelli di cartone su una nave che non doveva essere terminata fino al giorno del Ringraziamento, urlando: " Prendilo in cielo con palloncini per feste di compleanno, bottiglie di razzi, allaccia un grande uccello se devi, ma fallo ORA! "

Ars Technica ha contattato Virgin Galactic per la conferma di questo volo segnalato, ma hanno solo detto che stanno ancora analizzando i dati di un volo riuscito il 22 maggio e che non hanno determinato la data del loro prossimo volo. Poiché Richard Branson ama la pubblicità e l'attenzione, probabilmente sta cogliendo al volo l'opportunità di battere Bezos nello spazio.

Quanto a come tutti questi miliardari possano facilmente permettersi un viaggio nello spazio, non pagano le tasse (presumibilmente)! Secondo Market Watch , un recente rapporto di ProPublica che mostra presunti dati raccolti dall'Internal Revenue Service afferma che alcuni miliardari non hanno esattamente consegnato molto allo Zio Sam quest'anno, o mai, davvero. Bernie Sanders non potrebbe essere più scioccato se trovasse uno scoiattolo che vive nei suoi guanti.

I miliardari tra cui il fondatore di Amazon Jeff Bezos, il co-fondatore di Tesla Elon Musk e il titano dei media Michael Bloomberg hanno evitato di pagare l'imposta federale sul reddito in alcuni anni, secondo un rapporto di ProPublica, che citava una serie di dati dell'Internal Revenue Service.

Warren Buffett , amministratore delegato e presidente di Berkshire Hathaway ha evitato la maggior parte delle tasse, secondo la raccolta di ProPublica, pagando un'aliquota dello 0,1% sui 24,3 miliardi di dollari di ricchezza accumulata tra il 2014 e il 2018. (Le tasse sono calcolate sul reddito, piuttosto che la ricchezza, va notato.)

ProPublica non rivelerebbe come hanno ottenuto queste informazioni, poiché è illegale per l'IRS distribuire semplicemente le dichiarazioni dei redditi personali delle persone. Market Watch ha contattato i rappresentanti di Jeff Bezos, Elon Musk, Michael Bloomberg e Warren Buffett, e i rappresentanti di tutti hanno affermato di aver pagato le tasse che dovevano pagare. Perché andare nello spazio, quando ci si può divertire altrettanto a volare attraverso le scappatoie fiscali?

Ma è questo il motivo per cui tutti questi miliardari vogliono così tanto andare nello spazio? Stanno progettando di nascondere tutti i loro soldi in un conto bancario fuori dal pianeta? Immagino che dovremo aspettare che le persone che hanno pubblicato i Panama Papers pubblichino un giorno i Jupiter Records per scoprirlo.

Pic: Wenn.com