Queste celebrità del Met Gala avevano qualcosa da dire

Il motivo principale per cui i fan della moda seguono il Met Gala è vedere le sopracciglia che camminano come Dan Levy e Cara Delevigne diventare politiche! Dan, Cara, Saweetie , l'atleta Megan Rapinoe e i politici Carolyn Maloney e Alexandra Ocasio-Cortez hanno tutti scelto di servire le loro dichiarazioni di moda con dichiarazioni reali. I loro messaggi includevano "Pari diritti per le donne", "Tax the Rich", "In Gay We Trust" e "Peg the Patriarchy" di Cara ( probabilmente plagiato ) . Non importa se lo faccio!

Ecco alcune foto delle stelle schiette. E per favore prega per me, dato che ho appena dovuto spulciare tra dozzine di tweet, l'80% dei quali diceva: ora HANNO capito il compito! BLEGH. Il primo è Dan Levy, che ha celebrato l'orgoglio queer (e la realtà dei Tre Moschettieri) con il suo vestito LOEWE su misura con due uomini che si baciano su una mappa del Canada e dell'America. Il look è stato ispirato dall'artista LGBTQ+ David Wojnarovicz:

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Dan Levy (@instadanjlevy)

Poi ci sono le signore che indossavano lettere rosse su fondo bianco:

Cara ha detto che il suo look da "Peg the Patriarchy" riguardava "l'emancipazione delle donne… è un po' come attaccarlo all'uomo". La reazione al look Dior di Cara è stata… mista:

L'artista/educatrice sessuale di Toronto, Luna Matatas, ha effettivamente registrato quella frase nel 2015 e non ha ricevuto alcun credito da Cara. Luna ha dichiarato al blog She Does The City che il look era in realtà un travisamento del suo marchio:

“Vederlo su una donna bianca magra, cis, è anche davvero debilitante per me. Può portare il messaggio in un luogo in cui io non posso… a causa della censura, del razzismo, della grassofobia e di tutte queste cose che sono barriere per me come piccola impresa".

Ha aggiunto che "Peg the Patriarchy" non si tratta di punire o "attaccare l'uomo", come ha affermato Cara:

“Il patriarcato non ha genere, è un sistema. Il pegging è una metafora sessuale… è una fantasia sulla sovversione”, dice, condividendo come la fantasia sia spesso usata per esplorare le dinamiche di potere, nel sesso e oltre. “'Peg the Patriarchy' parla di sovversione, non di un atto di sesso anale, e non di uomini. È una metafora sul sovvertire tutti questi comportamenti che continuano a renderci sottomessi all'interno di un sistema, all'interno di un binario di genere, all'interno di come il patriarcato supporta altri sistemi come la supremazia bianca.

L'abito di AOC era della stilista Aurora James. Su Instagram, AOC ha scritto: "Il tempo è ora per l'assistenza all'infanzia, l'assistenza sanitaria e l'azione per il clima per tutti. Tassare i ricchi”:

Poi c'è la calciatrice Megan Rapinoe, che ha abbinato il suo abito patriottico a una pochette con su scritto "In Gay We Trust":

La deputata Carolyn Maloney indossava un abito ricoperto di dichiarazioni sulla parità dei diritti e una pochette con la scritta "ERA YES":

Il rapper Saweetie indossava un abito Christian Cowan cristallizzato che onorava le sue radici nere e filippine:

Oh. Tutte queste stelle hanno davvero CAPITO IL COMPITO (vomita subito dopo aver digitato la nuova frase " it" )!

Foto: Wenn.com