Qualcuno spiega come la Polonia usa le vongole per controllare il suo approvvigionamento idrico ed è abbastanza pazzo

Mentre sembra che varie tecnologie stiano prendendo completamente il controllo di molte parti diverse della vita umana, sembra che anche alcune cose create dall'uomo siano meglio lasciate alla natura … Pertanto, alcuni posti nel mondo hanno deciso di fidarsi di vongole e cozze per monitorare la pulizia della loro acqua. Nonostante la maggior parte di noi sia abituata a vedere le vongole in un elegante piatto, alcuni di loro svolgono una missione più importante: monitorare la purezza dell'acqua potabile.

Si scopre che alcuni posti usano vongole e cozze per testare quanto sia chiara l'acqua

Crediti immagine: Fat Kathy

Mentre la maggior parte delle persone probabilmente pensa alle vongole e alle cozze come parte di una cena raffinata, sembra che abbiano un significato molto più alto in alcuni luoghi. Ad esempio, la qualità dell'acqua a Varsavia, la capitale della Polonia, è monitorata da … beh, sì, vongole. Un utente polacco di Tumblr che porta il soprannome di Ftgurdy ha spiegato che la città di Varsavia ottiene l'acqua da un fiume e "la pompa dell'acqua principale ha 8 vongole che hanno dei grilletti attaccati ai loro gusci. Se l'acqua diventa troppo tossica, si chiudono e i grilletti interrompono automaticamente l'approvvigionamento idrico della città. " C'è un intero documentario su questo, chiamato Fat Kathy , e puoi dare un'occhiata al suo trailer qui . Segue come il principale scienziato-malacologo veglia sul funzionamento del sistema. Il film è descritto come "un saggio filosofico sulla dipendenza delle persone dalla natura e dal mondo che li circonda".

La principale pompa dell'acqua a Varsavia, in Polonia, ha 8 vongole che sono responsabili della misurazione della tossicità dell'acqua

Crediti immagine: Fat Kathy

L'Impresa municipale per l'acqua e le acque reflue nella capitale di Varsavia conferma l'uso di pesci e cozze per il biomonitoraggio. Spiegano che usano il biomonitoraggio nell'acquedotto di Varsavia per aumentare la sicurezza del processo di trattamento delle acque. Le cozze delle specie di capesante affilate utilizzate sono molto sensibili all'inquinamento delle acque.

Le vongole sono note per essere molto sensibili e aprono leggermente i loro gusci solo per nutrirsi

Crediti immagine: Fat Kathy

Apparentemente, i molluschi subiscono dapprima un processo di acclimatazione dopo essere stati catturati e portati in laboratorio. Ci vogliono circa due settimane. Durante quel periodo, gli scienziati determinano anche l'apertura naturale del loro guscio: le vongole lasciano una leggera apertura e si nutrono filtrando l'acqua. Entro un'ora, una vongola può filtrare e quindi analizzare la qualità di 1,5 litri di acqua. Vivono solo in acque completamente pulite e chiudono immediatamente i loro gusci se avvertono impurità.

Ogni mollusco dell'Acquedotto di Varsavia viene accuratamente selezionato dagli scienziati e subisce un processo di acclimatazione

Crediti immagine: Fat Kathy

Dopo aver completato il processo di acclimatazione, le vongole vengono poste in un serbatoio di flusso appositamente progettato. Sono collegati al controller di sistema che invia i dati a un computer che registra il grado di apertura continua delle shell delle vongole. Se la qualità dell'acqua peggiora, le vongole chiudono i loro gusci per isolarsi dall'ambiente contaminato. Ciò attiva automaticamente un allarme e interrompe l'approvvigionamento idrico mentre gli scienziati eseguono test di laboratorio.

Gli scienziati determinano anche l'apertura naturale dei loro gusci e quindi attaccano le apparecchiature collegate al controller di sistema

Crediti immagine: Fat Kathy

Affinché le vongole non si abituino all'acqua testata, servono solo per tre mesi. Dopo che il loro servizio è terminato, vengono trasportati nella stessa acqua da cui sono stati prelevati e sono contrassegnati dagli scienziati in modo che non raccolgano più le stesse vongole.

Se rilevano acqua inquinata, le vongole chiudono immediatamente i loro gusci, il che fa scattare l'allarme

Crediti immagine: Fat Kathy

Questa società polacca di acquedotti afferma che questo metodo di biomonitoraggio è una delle tecnologie più efficaci e comprovate per i test di qualità dell'acqua. Secondo loro, le cozze monitorano la qualità dell'acqua per oltre 8 milioni di persone in Polonia. Si scopre che anche Minneapolis sta usando questo metodo. I servizi di trattamento e distribuzione delle acque di Minneapolis accreditano 12 cozze per mantenere l'acqua pulita e sicura.

Ogni vongola nell'acquedotto di Varsavia serve per tre mesi, viene successivamente restituita nel lago esatto da cui proviene ed è contrassegnata in modo che gli scienziati non raccolgano di nuovo le stesse vongole

Crediti immagine: Fat Kathy

"Sono alimentatori di filtri, quindi si stanno alimentando dall'acqua che è lì dentro, tirando giù i nutrienti", ha detto George Kraynick di Minneapolis Water Works. “Vivono fino a 50 anni, sono lì 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e sono felici nel serbatoio, solo per l'alimentazione. [Dopo che avranno scontato il loro tempo] molto probabilmente, li libereremo nel fiume. […] Sono ancora giovani, hanno una lunga vita da condurre ”, ha anche spiegato. Minneapolis è attualmente l'unica città degli Stati Uniti che utilizza vongole per il biomonitoraggio.

Ecco cosa hanno detto le persone di Internet

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook