Post aperto: ospitato dal divano bisessuale di IKEA

Un post IKEA che non riguardi quella scimmia affascinante con la pelliccia? Ugh, fiiiiine. Quindi, come tutti sappiamo, è l'ultimo giorno del mese dell'orgoglio. E nessuno ama il Pride Month più delle corporazioni. IKEA non fa eccezione. Hanno appena rilasciato una linea di 10 divani , o "Love Seats", che sono stati progettati sulla base di varie bandiere LBGBTQ+. Ce ne sono un paio di rosa chiaro e blu ispirati alla bandiera transgender, uno con fronzoli per rappresentare la bandiera dell'asessualità e divani che rendono omaggio alle bandiere pansessuali, non binarie, 2spirit, genderfluid e del progresso.

E POI c'è il divano bisessuale. Questo particolare divanetto è ricoperto di mani e braccia rosa, viola e blu che sembrano raggiungere il divano-sitter. I cuscini dello schienale dicevano: "Quando cambi O in E, nessuno ti crede". E mi sta dando meno orgoglio bisessuale e più "Sigourney Weaver viene trascinata nel suo frigorifero dei demoni in Ghostbusters".

Ovviamente, la reazione su Twitter è stata rapida e spietata:

IKEA Canada ha spiegato che il design, di Charlotte Carbone , è stato ispirato da una poesia scritta da Brian Lanigan , vista sotto, sulla cancellazione bisessuale. Ha spiegato la sua poesia su Twitter:

Ecco uno sguardo più da vicino ai Love Seats:

Un giorno, in un mondo post-COVID, sogno di entrare nell'appartamento di un amico e scoprire il Bisexual Love Seat al centro del loro salotto. Ma dov'è il mio amico? Introvabile. sospettoso. Mi siedo sul sedile dell'amore bisessuale ad aspettarli. E poi… mani! Quante mani! “NESSUNO TI CREDE!” Ovviamente non mi sono più visto.

Pic: IKEA