Post aperto: ospitato da Justin Bieber Crooning “I’m So Lonely” To Prisoners

La vera carriera di Justin Bieber è quella di ospitare Open Post , ma il mese scorso si è preso una pausa dal suo trespolo occupato qui per trascinare il suo ultimo pastore e il suo camper sfruttato nella prigione di stato della California nella contea di LA e infliggere il suo stridente, pubescente Peter Brady voce sui prigionieri laggiù per … non so … farli provare a escogitare modi per armare le loro maschere facciali per coprire i loro orecchi malati pur rispettando i regolamenti?

Chi di noi non si sente già prigioniero solitario quando sottoposto a una delle sue canzoni? L'intera impresa era chiaramente un esercizio di ridondanza, ma ciò non ha impedito a Biebs di cantare a squarciagola note e persino di adattarsi ad alcuni loschi imbrogli religiosi, perché più può emulare Kanye West , più credibilità si infilerà nel suo giocattolo scatola. O qualcosa. Lo scopo principale della sua visita era sostenere i programmi basati sulla fede della prigione e la sessione di catering è stata una sorta di bonus.

Secondo TMZ :

Come ti abbiamo detto per la prima volta … JB e il suo pastore hanno fatto visita alla prigione di stato della California nella contea di Los Angeles per sostenere i programmi basati sulla fede della prigione – ma fino a quando non abbiamo ottenuto questo video, non sapevamo che avesse cantato qualche hit per loro .

Ora, sappiamo che Justin ha fatto un breve set durante il suo viaggio il mese scorso, e includeva una versione acustica del suo singolo, "Lonely".

Ci è stato detto che Bieber ha cantato 3 o 4 delle sue canzoni, concentrandosi su tracce più lente che si traducono meglio con una chitarra acustica che lo accompagna … ma è difficile immaginare che i suoi testi colpiscano più duramente con i detenuti di "Sono così solo. "

Ci è stato detto dalle persone presenti che il mini set unplugged di Bieber era emotivo, empatico e lo aveva sull'orlo delle lacrime. È stato ben accolto dai detenuti e seguito da un sermone.

Le lacrime le possiamo capire tutti, ma mi aspetto che invece scendano dagli occhi dei prigionieri. Ora, per far indietreggiare il resto delle nostre orecchie nella miseria e gli occhi esplodere in copiosi flussi di tristezza liquida è un clip di quella sessione:

Foto : YouTube / TMZ