Politico: Kamala Harris è “paranoica” perché non si fida del Bluetooth

Immagini dalla Casa Bianca

Tutti vedono cosa sta succedendo. Non è un segreto, né la campagna è in alcun modo nascosta. C'è una campagna per altrizzare, delegittimare e screditare Kamala Harris. Vogliono farla sembrare fuori dal mondo per aver comprato delle belle pentole . Vogliono farla sembrare una ritentiva anale perché prende la sua posizione sul serio ed è pronta per gli incontri. Vogliono farla sembrare un boss mostruoso (dove l'abbiamo già sentito). Uno degli ultimi "problemi" che fanno "arrabbiare" le persone è che il vicepresidente non usa il Bluetooth.

A Kamala Harris non mancano mai i suoi AirPods. Questo perché è diffidente nei loro confronti. Mentre un numero crescente di consumatori sceglie il wireless, il vicepresidente si attiene ai classici. Ha ritenuto a lungo che le cuffie Bluetooth fossero un rischio per la sicurezza. Di conseguenza, Harris insiste sull'uso di cuffie cablate, hanno detto tre ex aiutanti della campagna a West Wing Playbook.

Questa cautela è continuata dalle elezioni. Nel video spesso meme-d di Harris che chiama JOE BIDEN lo scorso novembre per congratularsi con lui per aver vinto le elezioni ("Ce l'abbiamo fatta, Joe!"), si può vedere che tiene il groviglio di fili delle sue cuffie. Nelle interviste televisive con JOY REID di MSNBC lo scorso dicembre e con i conduttori di The VIEW della ABC a settembre, Harris è anche collegato con le cuffie cablate. Dopo aver espresso il voto decisivo del Senato sul piano di salvataggio americano a marzo, i giornalisti hanno catturato Harris con le cuffie cablate in mano. E durante la campagna, ha filmato i video della campagna con le bobine retrò che le cadevano dalle orecchie.

Il secondo signore DOUG EMHOFF, al contrario, non ha avuto tali ansie. Ha sfoggiato gli AirPods nel 2019 e da allora li ha aggiornati.

Mentre le cuffie cablate sono riemerse come un accessorio vintage alla moda tra la Generazione Z, l'abbraccio di Harris non riguarda tanto la moda quanto la cautela. Ex collaboratori affermano che il vicepresidente è stato a lungo attento alla sicurezza e alla tecnologia, alcuni lo descrivono come prudente e altri suggeriscono che sia un po' paranoico.

È un tema ricorrente. Un aiutante della sua candidatura al Senato del 2016 ha affermato che Harris spesso preferiva inviare messaggi di testo alle e-mail per motivi di sicurezza. E un altro ex assistente quando era procuratore generale in California ha detto che quando una persona arrivava per una riunione, il personale veniva istruito a non permettere loro di aspettare nell'ufficio di Harris da soli. Invece, alla persona è stato chiesto di aspettare fuori.

[Da politico]

Non posso credere che Politico abbia effettivamente usato la parola "paranoico". Sì, la Vicepresidente degli Stati Uniti è “paranoica” perché prende sul serio il suo ufficio costituzionale, perché è discreta, perché non vuole che le sue email vengano hackerate, perché ha una sana sfiducia nei confronti della tecnologia Bluetooth. La parte di me è felice che questo sia tutto ciò che hanno su di lei. Ad esempio, è solo un chiaro pignolo e un rapporto prevenuto e sessista – se questo fosse un uomo, sono sicuro che non avrebbero usato la parola "paranoico", né il dettaglio sul non permettere a estranei di entrare nel suo ufficio sarebbe stato notato, punto e basta . È particolarmente disgustoso perché l'ultima amministrazione ha twittato in diretta l'incitamento all'insurrezione dai loro cellulari non sicuri!! Gesù.

Immagini dalla Casa Bianca

Foto per gentile concessione di Avalon Red.

Immagini dalla Casa Bianca
Immagini dalla Casa Bianca
Immagini dalla Casa Bianca