Philippine Leroy-Beaulieu: i francesi “non sanno ridere di se stessi”

EIP_201_Unità_00316R

Ora ho visto entrambe le stagioni di Emily a Parigi e una delle parti peggiori dello spettacolo è la moda terribile di Emily. Detto questo, adoro il modo in cui si vestono i personaggi secondari. Camille (l'amica bionda di Emily) ha uno stile fantastico e amo molto quello che indossa il personaggio di Sylvie. Per me, Sylvie sembra e si veste come (quella che ritengo) una "vera francese". Sylvie è interpretata da Philippine Leroy-Beaulieu, che ha 58 anni. Sylvie è il capo di Emily presso l'azienda di marketing francese e trascorre gran parte delle prime due stagioni a essere disgustata da Emily. Sylvie era una specie di personaggio unidimensionale nella prima stagione, ma la scrittura attorno a tutti i personaggi secondari è migliorata molto nella seconda stagione. Philippine è contenta dello spettacolo, il che mi sorprende, e pensa che i francesi debbano rinfrescarsi sullo spettacolo:

La filippina Leroy-Beaulieu pensa che i suoi connazionali potrebbero sopportare di alleggerire. La 58enne, che interpreta Sylvie Grateau sempre vestita in modo impeccabile in "Emily in Paris", crede che il contraccolpo gallico allo show si riduca a una cosa:

"I francesi sanno ridere degli altri ma non sanno ridere di se stessi", dice a Page Six. “Si fanno sempre male e si arrabbiano quando le persone ridono di loro, non si rendono conto che [il creatore] Darren [Starr] sta prendendo in giro anche gli americani, molto – non se ne rendono conto. Non hanno il senso dell'umorismo, questo è quello che penso!”

Nonostante la posizione dei suoi connazionali nello show, l'attrice italiana dice che il resto del mondo ha parole più gentili per il suo ruolo: "Le persone delle Filippine sono così eccitate che mi chiamo filippino", racconta felice. "È davvero carino", dice, aggiungendo di essere sorpresa e "davvero toccata" da "giovani, ventenni, [che sono] interessati al personaggio di Sylvie" e lasciano "commenti incredibili su Instagram".

La gratitudine di Leroy-Beaulieu a Starr è duplice. È grata per essere stata scelta per un ruolo che dice “è stato scritto per una donna più giovane come 35, 40” e si diverte a interpretare il personaggio “cattivo, ma non proprio”. "È un'opportunità per fare cose e dire cose che non fai mai nella vita perché non sei mai così francese", spiega. "Non sono mai così francese!"

Leroy-Beaulieu confessa che non si sente proprio come il sex symbol del suo personaggio – che in questa stagione intraprende una relazione bollente con un giovane fotografo sexy Eric DeGroot (Søren Bregendal) – viene etichettata come, ma dice di essere "sempre molto onorata quando me lo dicono”.

"Le persone della mia età dovrebbero essere più libere di noi… essere più libere ed essere più audaci e divertirsi di più e semplicemente vivere", offre a titolo di consiglio su come invecchiare come Sylvie. “Sai quanto è difficile quando superi i 45 o anche i 40 e la gente inizia a pensare: 'Esci di scena e basta.' Ma c'è così tanto che possiamo fare e trasmettere. Abbiamo molto da insegnare alle ragazze più giovani”.

[Da pagina sei]

Sarò onesto: sono scioccato dal fatto che abbia 58 anni!! Pensavo avesse circa 40 anni, o forse circa 40 anni (massimo). L'hanno davvero messa in un bikini succinto nella seconda stagione e le hanno dato un giovane amante caldo che la adora, che meraviglia per lei. Ad ogni modo, adoro quello che dice qui – deve essere molto diverso per lei, sperimentarlo come attrice sulla cinquantina, divertendosi in uno stupido spettacolo americano.

EIP_206_Unità_02321R

EIP_203_Unità_00134R

EIP_202_Unità_00644R4

Foto per gentile concessione di Carole Bethuel/Netflix.

EIP_201_Unità_00316R
EIP_202_Unità_00644R4
EIP_203_Unità_00134R
EIP_206_Unità_02321R
EIP_208_Unità_03336R