“Perché ho denunciato mio figlio”. Verissimo, dramma privato dei vip. Frost cade su Silvia Toffanin

Nella puntata di Verissimo che andrà in onda sabato 30 gennaio, Siliva Toffanin intervista Patrizia Mirigliani, la figlia di Enzo, storica organizzatrice del concorso “Miss Italia”. L'imprenditrice ha raccontato diversi episodi molto intimi della sua vita privata, arrivando a colpire la conduttrice con una storia particolarmente toccante. Sappiamo che Patrizia ha introdotto molte novità nel contest di Miss Italia volte a valorizzare il ruolo delle donne.

Ad esempio, ha fortemente voluto che le finali su Raiuno fossero condotte da un personaggio femminile, desiderio che si è avverato nell'edizione 2009 con la condotta di Milly Carlucci, rimasta al timone della trasmissione televisiva anche l'anno successivo. Patrizia non ha però parlato dei suoi successi da manager, ma del suo rapporto con il figlio Nicola, ora 32enne, che ha avuto diversi problemi. ( Continua a leggere dopo la foto )

Patrizia Mirigliani ha spiegato come suo figlio Nicola sia entrato nella tossicodipendenza a 18 anni: "Nicola, ora 32 anni, sta intraprendendo un percorso terapeutico, ma oggi ha raggiunto una nuova consapevolezza – racconta a Silvia Toffanin Silvia Toffanin, la figlia della storica patrona di Miss . Italia – ha capito che la droga toglie la coscienza. Si sentiva perso, è bravo ma è anche fragile. Aveva bisogno di più amore, il problema era causato dal mondo che lo circondava, era vittima di bullismo a scuola ". ( Continua a leggere dopo la foto )

Ma a rendere la storia ancora più straziante è stata la confessione di Patrizia di essere stata costretta a denunciare il figlio: “Ho denunciato mio figlio per salvarlo, non c'era altra soluzione. Quando prendi una decisione come questa, la prendi perché sei solo. La pietà di una madre non aiuta un bambino. Mi chiedeva continuamente soldi, richiesta che si accentuava quando aveva bisogno di più sostanze ”. ( Continua a leggere dopo la foto )

Una confessione che ha lasciato stupita Silvia Toffanin: “Quando è arrivata la denuncia – ha proseguito Patrizia Mirigliani – voleva vendicarsi raccontando tutto alla stampa. Ma oggi mi ringrazia perché gli ho dato modo di pensare, ha capito che avevo un disperato bisogno di farlo ”. Alla fine, alla domanda se avesse un senso di colpa, Patrizia ha risposto: “Ero una madre che ha fatto tutto per lui. Credo che a piccoli passi ce la faremo ”. "Spero – ha concluso Mirigliani – che un giorno possa diventare un punto di riferimento per altri ragazzi con lo stesso problema".

Frizzi, compare una lettera inedita: "Senza di te non avrei conosciuto il mio amore"

L'articolo "Perché ho denunciato mio figlio". Verissimo, dramma privato dei vip. Il gelo cade su Silvia Toffanin proviene da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)