Olivia Troye, ex aiutante di Mike Pence, sostiene Joe Biden e attacca Trump

Arrivi Oscar 2020

Olivia Troye era una specialista in antiterrorismo e sicurezza interna che lavorava nell'ufficio del vicepresidente Mike Pence. Ha aiutato a coordinare la task force sul coronavirus di cui Pence era (più o meno) responsabile. Viene descritta come una "partecipante importante" nel lavoro della task force e si dice che abbia lavorato a stretto contatto con il marito della madre per anni. Si descrive anche come una repubblicana per tutta la vita, una repubblicana di Bush che non ha votato per Donald Trump ma sperava comunque che si trasformasse in un buon presidente. Ma ora ha lasciato il lavoro e sostiene pubblicamente Joe Biden. Ecco lo spot che ha girato per Republican Voters Against Trump:

Trump definisce i suoi sostenitori e i nazisti "disgustosi" eh? Chi l'avrebbe mai detto. E chi avrebbe mai pensato che dietro le quinte, tutto fosse l'ora dei dilettanti, dato che tutti questi professionisti sono stati costretti a inchinarsi e grattarsi davanti a un folle pazzo che si preoccupava solo della rielezione. Troye ha anche parlato ieri ai media:

La risposta del presidente Trump alla pandemia di coronavirus ha mostrato un "totale disprezzo per la vita umana" perché la sua "preoccupazione principale era l'economia e la sua rielezione", secondo un consigliere senior della task force sul coronavirus della Casa Bianca che ha lasciato la Casa Bianca ad agosto .

Olivia Troye, che ha lavorato come consulente per la sicurezza nazionale, l'antiterrorismo e il coronavirus del vicepresidente Pence per due anni, ha affermato che la risposta dell'amministrazione è costata delle vite e che voterà per il candidato alla presidenza democratica Joe Biden questo autunno a causa della sua esperienza alla Casa Bianca di Trump. .

"La retorica del presidente e i suoi attacchi contro le persone nella sua amministrazione che cercavano di fare il lavoro, così come la divulgazione di false narrazioni e informazioni errate sul virus hanno reso questa continua risposta un fallimento", ha detto in un'intervista.

Troye è il primo funzionario dell'amministrazione Trump che ha lavorato a lungo sulla risposta al coronavirus per parlare con forza contro Trump e la sua gestione della pandemia. Si unisce a un numero crescente di ex funzionari, tra cui l'ex consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton e l'ex segretario alla Difesa Jim Mattis, che hanno dettagliato le loro preoccupazioni su ciò che è accaduto durante il loro periodo nell'amministrazione mentre dichiarano che Trump non è idoneo a essere presidente.

La Casa Bianca ha liquidato Troye come un'ex dipendente scontenta, ha minimizzato il suo ruolo nella task force e ha contestato la sua caratterizzazione secondo cui la risposta alla pandemia non è andata bene.

"SM. Troye è un ex detailee e un membro del personale del Dipartimento per la sicurezza interna, che è scontento che i suoi dettagli siano stati interrotti perché non era più in grado di tenere il passo con i suoi doveri quotidiani ", il tenente generale in pensione Keith Kellogg , Il consigliere per la sicurezza nazionale di Pence, ha detto in un comunicato. "SM. Troye mi ha riferito direttamente e mai una volta durante i suoi dettagli ha mai espresso alcuna preoccupazione per la risposta dell'amministrazione al Coronavirus a nessuno nella sua catena di comando. Non esprimendo le sue preoccupazioni, ha dimostrato un'incredibile mancanza di coraggio morale ".

Troye aveva una visione interna della risposta pandemica della Casa Bianca, che i sondaggi mostrano che sta ferendo il presidente con gli elettori, e la sua revisione dello sforzo è feroce. Ha detto in un'intervista che sarebbe stata scettica nei confronti di qualsiasi vaccino prodotto prima delle elezioni a causa delle preoccupazioni che il suo rilascio fosse dovuto alla pressione politica. "Non direi a nessuno a cui tengo di prendere un vaccino che verrà lanciato prima delle elezioni", ha detto. “Ascolterei gli esperti e l'unità nel settore farmaceutico. E aspetterei per assicurarmi che questo vaccino sia sicuro e non un sostegno legato a un'elezione ".

[Dal Washington Post]

Posso sentire l'odore delle stronzate da qui: “… mai una volta durante il suo dettaglio ha mai espresso alcuna preoccupazione per la risposta dell'amministrazione al Coronavirus a qualcuno nella sua catena di comando. Non esprimendo le sue preoccupazioni, ha dimostrato un'incredibile mancanza di coraggio morale… ” Direbbero lo stesso di Jim Mattis o di tutti quei militari che l'hanno risucchiato e hanno fatto qualunque merda fascista pazzo Trump ha detto loro di fare? Non fraintendetemi, NESSUNO nell'amministrazione Trump è un profilo coraggioso. Tutti loro sono i peggiori in assoluto e tutti loro al 100% sapevano a cosa si stavano iscrivendo. A tutti manca il coraggio morale. Ma almeno qualcuno come Olivia Troye ci sta provando. Almeno sta cercando di ricomprare la sua anima.

Trump partecipa a una tavola rotonda sui cittadini anziani

Foto per gentile concessione di Avalon Red.

Arrivi agli Oscar 2020
Commento di Trump alla Conferenza della Casa Bianca sulla storia americana
Trump partecipa a una tavola rotonda sui cittadini anziani