NYT: Il disastroso tour dei Cambridges “riflette una mancanza di lucidità”

Il cosiddetto "contratto invisibile" si è allenato negli ultimi mesi, poiché le chiare macchinazioni dietro le quinte del Duca e della Duchessa di Cambridge sono state messe a nudo ripetutamente. Niente mi ha preparato per la ginnastica dei giornalisti reali che hanno seguito il Keen Colonialist Tour di Cambridge, però: era come se quei giornalisti avessero visto il loro pigro treno del sugo deragliare in un istante e tutti i loro anni di lavoro scomparire come fumo. Intendi dirmi che William e Kate sono in realtà degli idioti fuori dal mondo che si travestono da colonialisti? Intendi dirmi che William e Kate sono troppo stupidi per capire le storie oscure e vergognose che stanno invocando senza pensare? Bene, chi l'avrebbe mai detto! Di certo non la Royal Rota! È anche sorprendente che i tabloid britannici abbiano dovuto modificare la loro copertura e in realtà – sussulto – siano diventati un po' più critici semplicemente perché la stampa internazionale stava martellando così duramente i Cambridge. A proposito, il New York Times ha persino pubblicato un rapporto critico : "Gaffes and Miscues Mar a Royal Tour of a Republic-Minded Caribbean". Uff. Alcuni punti salienti:

Che lede: "Per il principe William e sua moglie, Catherine, duchessa di Cambridge, è stato un turbolento tour dei Caraibi – uno che ha drammatizzato, attraverso un cumulo di gaffe e misfatti, quanto rapidamente la regina Elisabetta II stia perdendo la presa su questi domini lontani, anche quando manda i suoi delegati più popolari”.

Una caricatura: “In molte tappe del loro tour, la coppia è stata accolta calorosamente, anche con giubilo. Ma anche quegli incontri sono stati rovinati da immagini stonate. Durante una parata militare, William, splendente in uniforme bianca, cavalcò con la moglie, anch'essa in bianco, sulla stessa Land Rover decappottabile che trasportava la regina e il principe Filippo nel 1962. Per alcuni locali, era una caricatura di un proconsole coloniale che ispeziona le sue truppe… Ma è probabile che l'immagine duratura della fermata sia loro che toccano le dita dei bambini tese attraverso una rete metallica, il tipo di gaffe sulle pubbliche relazioni che affligge altri membri della famiglia reale ma che raramente ha offuscato questa coppia.

Era più che una cattiva scenografia: “La dissonanza è qualcosa di più della scarsa scenografia, secondo studiosi e osservatori reali. Il sentimento verso la famiglia reale è cambiato sensibilmente nei Caraibi da quando l'uccisione di neri da parte della polizia negli Stati Uniti ha infiammato un lungo dibattito in Gran Bretagna e nelle sue ex colonie sull'eredità dell'impero.

Come le Barbados, anche i Caraibi: la decisione di Barbados di rimuovere la regina è stata un punto di svolta. "Le Barbados sono viste come le conservatrici dei Caraibi", ha detto Richard Drayton, professore di storia imperiale al Kings College di Londra, che ha trascorso la sua infanzia sull'isola. "Quindi, quando Barbados fa un passo come questo, crea spazio per altri paesi caraibici per muoversi in quella direzione".

Il professor Drayton sull'errore di calcolo di Buckingham Palace: "Questa è una strategia molto antica da parte della famiglia reale per consolidare la sua presa sui domini, per rendere visibile la presenza carismatica della corona", ha detto. "Il presupposto che potrebbero semplicemente inviare membri della famiglia reale per premere la carne e incantare la folla riflette una mancanza di pensiero chiaro".

Lo spettro del Sussex: sebbene lo spettacolo di Harry e Meghan non si sia intromesso nel tour tropicale di William e Kate, gli osservatori reali hanno affermato che i ripetuti riferimenti a questioni razziali sono serviti come illustrazione di ciò che è andato perso quando Harry e sua moglie hanno rinunciato al loro doveri reali e si trasferì in California. Durante una visita in Africa prima della scissione, Meghan ha elettrizzato folle che non avevano mai visto una duchessa britannica come loro. "Se questo tour fosse stato guidato da Harry e Meghan, probabilmente sarebbe andato molto meglio di William e Kate", ha detto Ed Owens, uno storico che ha scritto del rapporto tra i media e la monarchia. "Harry e Meghan erano, se vuoi, il proiettile d'argento della monarchia, rendendolo più appetibile."

[Dal NY Times]

Alla fine dell'articolo, citano ancora il professor Drayton e dice che la tendenza storica sarebbe sempre stata quella di far diventare questi paesi delle repubbliche, indipendentemente dal fatto che Harry e Meghan fossero ancora in giro. E penso che sia vero, anche se questo è uno di quegli scenari "effetto farfalla" con implicazioni di più ampia portata. Ad esempio, se Harry e Meghan fossero rimasti, sarebbero comunque trattati come una merda e William e Kate li starebbero ancora maltrattando e facendoli a brandelli costantemente e probabilmente sarebbe un pasticcio ancora più grande… un pasticcio che si sarebbe giocato a livello internazionale. Ma in generale, sono d'accordo: nulla ha fermato la tendenza storica di Belize, Giamaica e Bahamas che cercano di scaricare la monarchia britannica. Ma il fatto è che il tour colonialista sordi di Will e Kate ha assolutamente accelerato il processo alla grande. E questo è su di loro. Devono indossarlo. Charles si assicurerà che lo indossino.

Foto per gentile concessione di Backgrid, Instar.