“Non vado fuori”: 50 meme e foto così tristi da essere divertenti

Se esiste un linguaggio universale che può parlare a qualsiasi emozione o situazione, è il fenomeno digitale che chiamiamo meme. Questi blocchi di informazioni fitti ci consentono di condividere una risata, versare una lacrima e generalmente sentirci meno soli in questo vasto mondo. Sono un grande insegnante di come la vita non sia mai un viaggio in bianco e nero, ma piuttosto un'avventura agrodolce che ispira le battute dolorosamente azzeccate e assurdamente divertenti che tutti apprezziamo.

Oggi, ci stiamo immergendo in profondità in questi bocconcini di Internet che scherzano con la nostra psiche e giocano con sentimenti su spettri opposti. Permettici quindi di presentarti l'account Instagram "Mad Sad Not Good" . Questo progetto sui social media dedicato a "portarti i meme più tristi della città" è destinato a strappare un sorriso e farti sentire piuttosto triste allo stesso tempo.

Di seguito, abbiamo raccolto una raccolta di post che dimostrano che la tristezza è una parte perfettamente naturale della vita che merita anche di essere messa sotto i riflettori. Quindi continua a scorrere per controllarli e non perdere la chiacchierata che abbiamo avuto sulla tristezza con lo psicologo clinico Joshua Klapow, Ph.D. Quindi assicurati di votare positivamente i meme a cui potresti facilmente relazionarti e facci sapere cosa ne pensi nei commenti!

# 1

Crediti immagine:

#2

Crediti immagine:

#3

Crediti immagine: madsadnotgood

Quando Internet è inondato di contenuti per farci sentire meglio, dai simpatici video di gatti ai meme salutari alle citazioni ispiratrici, sembra che le vere emozioni e le vere lotte della vita vengano spesso messe da parte.

Ma il "Mad Sad Not Good" è qui per fare luce sul nostro lato emotivo e far sentire compresi i nostri piccoli sé tristi. Anche se l'account sembra ancora in crescita, poiché ha accumulato oltre 17.000 follower sulla piattaforma, è davvero uno sfogo rinfrescante che ci consente di provare tristezza e aiuta persino a ridere.

#4

Crediti immagine:

#5

Crediti immagine:

#6

Crediti immagine: madsadnotgood

Le emozioni hanno una forte influenza sulla nostra vita quotidiana e sulla vita in generale. È facile dire che la tristezza fa sentire male e la felicità fa sentire bene, ma il nostro mondo interiore è molto più complicato di così. Quindi, per approfondire l'argomento, abbiamo contattato Joshua Klapow, Ph.D., psicologo clinico, performance coach e creatore di Mental Drive . Klapow collabora con individui e organizzazioni in tutto il mondo per aiutarli a migliorare la produttività, la salute e raggiungere i propri obiettivi.

Essendo il fondatore di un'iniziativa per il benessere psicologico che aiuta le persone ad accedere ai migliori strumenti psicologici per vivere una vita più sana, più realizzata e di successo, è stato più che felice di condividere approfondimenti sulla questione.

#7

Crediti immagine:

#8

Crediti immagine:

#9

Crediti immagine: @kirkxxs

Klapow ha spiegato a Bored Panda che la tristezza è un'esperienza umana universale. Questo stato emotivo è spesso caratterizzato da sentimenti di infelicità e umore depresso. E sebbene sia semplicemente una parte normale della vita, molte persone tendono a nascondere i propri sentimenti cupi. Ma che sia per paura di sembrare malinconici, vulnerabili o semplicemente per voler vivere le nostre emozioni in solitudine, gli psicologi hanno sottolineato che "non possiamo evitarlo e non dovrebbe essere evitato".

"La tristezza è un'emozione come le altre", ha aggiunto. "È un segnale che qualcosa non è ciò che desideriamo". Questo stato emotivo è solitamente temporaneo e transitorio e si verifica naturalmente quando attraversiamo gli inevitabili alti e bassi della vita. "La tristezza non è un'emozione da temere. È un'emozione da provare", ha detto Klapow, aggiungendo che senza tristezza non avremmo paragoni per cosa sia la felicità.

# 10

Crediti immagine: madsadnotgood

# 11

Crediti immagine:

# 12

Crediti immagine:

Mentre molte persone temono che un calo persistente e duraturo del loro umore possa trasformarle in persone pessimiste che rimuginano negativamente su passato, presente e futuro, Klapow ha assicurato che la tristezza non deve in alcun modo portare al pessimismo. "In effetti, alcune delle persone più ottimiste provano sempre tristezza", ha aggiunto. "La tristezza è un'emozione; fa parte della nostra esperienza ed è un segnale che stiamo provando".

Lo psicologo clinico ha aggiunto che le persone pessimiste spesso non sono tristi: "Passano così tanto tempo a vedere il lato negativo della vita che non si spostano mai verso la felicità. Essenzialmente non rimangono né tristi né felici, ma semplicemente negativi".

# 13

Crediti immagine:

# 14

Crediti immagine:

# 15

Crediti immagine: @jzux

Quando sperimentiamo queste emozioni complesse, potremmo sentirci inclini a spingerci oltre e aspettare che passino. Ma in alcuni casi, ha detto Klapow, la tristezza può essere spaventosa. "Può farci sentire isolati o come se l'emozione che stiamo vivendo fosse unicamente nostra".

Ecco perché così tante persone si rivolgono online per condividere le loro esperienze e sanno di non essere sole. "Cercare altri che la pensano allo stesso modo è di supporto e convalida", ha osservato il creatore di Mental Drive . "Inoltre, a volte vogliamo essere tristi, ma il nostro meccanismo di difesa si frappone. Proprio come cercare una canzone triste, quando siamo tristi e vogliamo vivere appieno l'emozione, cercheremo quei segnali che aiutano a muoverci lungo in modo che possiamo sperimentare e andare avanti".

#16

Crediti immagine:

#17

Crediti immagine:

#18

Crediti immagine:

A chiunque si senta triste o triste, potrebbe sembrare che questa emozione stia iniziando a dominare tutti gli aspetti della tua vita. Ma Klapow voleva ricordarti che hai una scelta: "Vuoi immergerti più a fondo o è ora di tirarti fuori e rialzarti?" Secondo lui, a seconda della situazione e di ciò che stai vivendo, questo può essere più facile o più difficile.

"Se ritieni di aver bisogno e vuoi provare tristezza, fallo. Vai all in", ha aggiunto. Ricorda che la maggior parte delle esperienze emotive durano relativamente poco e gli stati d'animo cupi dovrebbero svanire nel tempo. "Pensa a cosa ti rende triste, leggi post, ascolta musica. Lavora attraverso l'esperienza completa della tristezza".

# 19

Crediti immagine:

# 20

Crediti immagine:

#21

Crediti immagine:

"Se non vuoi essere in quello stato, allora lavora per tirarti fuori. Circondati di persone e segnali che ti rendono felice", ha aggiunto Klapow. Dopotutto, ci sono sicuramente momenti in cui puoi ridere o essere confortato dai tuoi cari. Consenti alla tristezza di passare in secondo piano parlandone, piangendo, sfogandoti, esercitandoti o provando altri metodi per liberare i tuoi sentimenti. "La tristezza è un'emozione. A volte è il momento giusto, a volte no. Ma va sempre bene essere tristi", ha concluso Klapow.

#22

Crediti immagine:

# 23

Crediti immagine:

#24

Crediti immagine:

#25

Crediti immagine: madsadnotgood

#26

Crediti immagine:

#27

Crediti immagine: madsadnotgood

#28

Crediti immagine:

#29

Crediti immagine: @Average_Dad1

#30

Crediti immagine:

#31

Crediti immagine:

#32

Crediti immagine:

#33

Crediti immagine:

#34

Crediti immagine:

#35

Crediti immagine:

#36

Crediti immagine:

#37

Crediti immagine:

#38

Crediti immagine:

#39

Crediti immagine: madsadnotgood

#40

Crediti immagine: madsadnotgood

#41

Crediti immagine:

#42

Crediti immagine:

#43

Crediti immagine:

#44

Crediti immagine:

#45

Crediti immagine:

#46

Crediti immagine:

#47

Crediti immagine:

#48

Crediti immagine:

#49

Crediti immagine:

#50

Crediti immagine: madsadnotgood

(Fonte: Bored Panda)