“Non sono la babysitter di mio marito”: una donna incinta che lavora 12 ore al giorno si vergogna di non prendersi abbastanza cura di suo marito

Ti senti mai come se tutto il peso del mondo fosse sulle tue spalle e che tutti si aspettassero che tu lo portassi? Questo è esattamente ciò con cui un redditor, una mamma incinta dell'Illinois, ha dovuto fare i conti. Non solo è incinta e fa un lavoro di 12 ore, ma dovrebbe anche prendersi cura del marito pigro che lavora sempre da casa.

Il dramma familiare è arrivato al culmine quando il marito della donna si è lamentato del fatto che non facesse abbastanza in casa con entrambe le loro mamme. È stato allora che hanno iniziato a svergognare la donna per non essersi presa cura di suo marito, inclusa la preparazione di sontuosi pasti fatti in casa ogni singolo giorno.

Non solo, ma anche un'amica della donna pensava che avesse torto. Leggi la storia qui sotto e facci sapere cosa ne pensi, cari Panda. Personalmente, non riesco a immaginare nessuno che possa incolpare qualcuno per non fare abbastanza quando è incinta, fa un lavoro a tempo pieno e il suo partner è un adulto adulto che può perfettamente prendersi cura di se stesso.

Una mamma incinta ha spiegato come la sua famiglia l'avesse accusata di essere pigra anche se lavora 12 ore al giorno

Crediti immagine: Ridofranz (non la foto reale)

Sia sua madre che sua suocera si aspettano che lei si prenda più cura di suo marito, un uomo adulto che lavora da casa

La donna ha avuto un paio di piccoli aggiornamenti alla storia

In un paio di aggiornamenti, la mamma incinta ha spiegato che l'unica persona che sembra sostenerla è sua sorella gemella che vive in un continente completamente diverso.

Nel frattempo, la donna ha sottolineato che suo marito si stava muovendo verso una visione più moderna delle relazioni quando hanno iniziato a frequentarsi. Tuttavia, ha iniziato a tornare alla sua "mentalità misogina" dopo che si sono sposati e lei è rimasta incinta del suo bambino.

In precedenza, avevo parlato di come la gravidanza influenza il modo in cui i tuoi datori di lavoro e colleghi percepiscono te e le tue capacità con il ricercatore Eddy Ng. Ha spiegato che il pregiudizio sul posto di lavoro esiste da molto tempo.

“Dirigenti e colleghi sviluppano pregiudizi nei confronti delle dipendenti in gravidanza e le considerano meno competenti o produttive durante questo periodo. Di conseguenza, molti dipendenti nascondono la loro gravidanza ai loro manager", ha detto in precedenza a Bored Panda .

“I dipendenti devono sapere di essere apprezzati prima e durante la gravidanza, mentre i datori di lavoro dovrebbero fornire le sistemazioni necessarie, compreso l'adeguamento del carico di lavoro, per mantenerli dopo la gravidanza. È inoltre necessario creare consapevolezza e formare i manager su come fornire un supporto adeguato alle dipendenti in gravidanza".

In modo schiacciante, la comunità AITA su Reddit ha affermato che la donna, che in seguito ha cancellato il suo account usa e getta, aveva ragione in questa situazione. Il tipo di pressione che tutti stavano mettendo su di lei era disumano. Per non dire irrealistico.

Sembra assolutamente ridicolo nel 21° secolo. E, ad essere onesti, probabilmente solleverebbe un bel po' di sopracciglia se viaggiassimo indietro nel tempo, quando anche i ruoli di genere erano più tradizionali.

Ecco come hanno reagito al racconto alcuni internauti. Come previsto, la maggior parte era inorridita dal fatto che fosse trattata come una domestica

Il post "Non sono la babysitter di mio marito": una donna incinta che lavora 12 ore al giorno si vergogna per non essersi presa abbastanza cura di suo marito è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)