“Non è mai successo.” Renato Pozzetto, il dolore della morte di sua moglie: lo stesso desiderio sempre nel suo cuore

Renato Pozzetto, una costellazione di successi. Raggiunge la splendida età di 80 anni, il famoso volto del mondo del cinema, non senza aver trascorso momenti di sofferenza e resa, come quello in seguito alla morte della sua amata moglie, Brunella Gubler, scomparsa nel 2009. Da allora un vuoto che nessun successo potrebbe mai colmare.

Renato Pozzetto e Brunella Gubler si conoscono da quando erano molto giovani, a malapena adolescenti. Avevano 16 anni quando nacque tra i due quello che si rivelò essere un amore indispensabile ed eterno. Durante un'intervista con il Corriere della Sera, Renato Pozzetto ripensa ai suoi 80 anni di vita, facendo rivivere anche il suo amore per Brunella. (Continua a leggere dopo la foto.)

“Sul lago, stessa compagnia. È stato molto spiritoso. Avevamo 16 anni. È stato un grande amore, che è durato fino a 10 anni fa, quando è morto. Non era affascinata dal cinema e questo mi ha aiutato. Non ha mai voluto venire a Roma, mi ero organizzata con una casa nei Fori Imperiali, ma ha chiesto di stare vicino a sua madre a Milano ". (Continua a leggere dopo la foto.)

L'emozione è sempre forte e Renato non ha mai smesso di ricordare sua moglie con parole di dedizione e profondo affetto, pilastri su cui si regge un sentimento destinato a non finire mai con il tempo e davanti al quale nemmeno la morte può avere di meglio: “Se avesse avuto ha fondato sospetti che sarebbe venuta a Roma. E non ero Mastroianni. Quando Marcello venne a Laveno a trovarmi, uscimmo con il motoscafo Riva e le donne lo applaudirono dalla strada ". (Continua a leggere dopo le foto.)

Nessuna gelosia, ma solo estrema fiducia e desiderio di stare insieme come compagni di avventura e di vita. Poi la scomparsa, avvenuta il 21 dicembre 2009 a Milano e una crisi mai vissuta fino a quel tragico momento, nemmeno al lavoro: “Quando è morta mia moglie. Non al lavoro: succede che stai fermo, ma non è come una malattia che ti viene tra la testa e il collo ". E poi la speranza di poterla incontrare in un sogno:" Vorrei sognare di mia moglie, non è mai successo ".

"È finita!". Crediti finali per la coppia di uomini e donne più amata e longeva

L'articolo "Non è mai successo". Renato Pozzetto, il dolore della morte di sua moglie: nel suo cuore lo stesso desiderio viene sempre dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Caffeina)

Commenta su Facebook