National Review: Donald Trump crede davvero che sarà “reintegrato”

Trump parte per il Maine

All'inizio di questa settimana, Maggie Haberman del NY Times ha pubblicato una notizia sul suo feed Twitter: secondo le sue fonti interne a Trump, Donald Trump stava dicendo a più persone che credeva che sarebbe stato reintegrato alla Casa Bianca entro agosto. Immagino che le persone stessero schiacciando su Haberman per il suo scoop, ma ho preso sul serio i suoi tweet e anche altre persone. L'essenza di questa folle illusione è che Trump crede che le sue cause legali in vari stati (Arizona, Wisconsin, Georgia) annulleranno in qualche modo magicamente i risultati elettorali, sarà dichiarato "vincitore" delle elezioni presidenziali del 2020 e tornare alla Casa Bianca. Ora, secondo Charles CW Cooke della dannata National Review (una pubblicazione di destra per fascisti intellettuali), il resoconto di Haberman era completamente vero. Cooke ha fonti all'interno del campo di Trump ed è persino peggio di quanto Haberman abbia lasciato intendere:

Due giorni fa, Maggie Haberman del New York Times ha riferito che Donald Trump "ha detto a un certo numero di persone con cui è in contatto che si aspetta di essere reintegrato entro agosto". In risposta, molte figure a destra si sono infilate le dita nelle orecchie e hanno iniziato a urlare per notizie false.

Invece, avrebbero dovuto ascoltare, perché il resoconto di Haberman era corretto. Posso attestare, parlando con una serie di fonti diverse, che Donald Trump crede davvero sinceramente che lui – insieme agli ex senatori David Perdue e Martha McSally – sarà "reintegrato" in carica questa estate dopo gli "audit" del 2020 le elezioni in Arizona, Georgia e in una manciata di altri stati sono state completate. Posso anche attestare che Trump sta cercando di reclutare giornalisti, politici e altre figure influenti per promulgare questa convinzione, non come uno strumento di raccolta fondi o un po' di trolling infantile o un pallone di prova, ma come un dato di fatto.

Saranno tentati per i conservatori stanchi di liquidare queste informazioni come "vecchie notizie" o come "irrilevanti". Sarà anche allettante minimizzare l'enormità di ciò che viene affermato, o cambiare argomento, o attaccare i messaggeri insinuando che devono "odiare" Trump e i suoi elettori. Ma tali tentazioni dovrebbero essere evitate assiduamente. Non stiamo parlando qui di una figura marginale all'interno della tenda repubblicana, ma di un uomo che spera di sostenere le sue stravaganti affermazioni "una sorta di cartina di tornasole mentre decide chi sostenere per i concorsi statali e federali nel 2022 e nel 2024".

La portata dell'illusione di Trump è piuttosto sorprendente. Non si tratta solo di un'interpretazione eccentrica dei fatti o di un'interessante debolezza, né di un esempio irrilevante di chiacchiere angosciate post-presidenza. È un rifiuto della realtà, un rifiuto della legge e, in definitiva, un rifiuto dell'intero sistema di governo americano. Non esiste una clausola di reintegrazione nella Costituzione degli Stati Uniti. Diavolo, non c'è nulla che si avvicini a una clausola di reintegrazione all'interno della Costituzione degli Stati Uniti. L'elezione è stata certificata, Joe Biden è il presidente e, fino al 2024, questo è tutto. Non importa quale sia la visione di Trump. Non importa se si vota a favore o contro Trump. Non importa se si vede favorevolmente o sfavorevolmente il ruolo di Trump all'interno del Partito Repubblicano. Si tratta qui di fatti freddi, duri, neutri che si ottengono indipendentemente dalle proprie preferenze; non è troppo chiedere che l'ex capo dell'esecutivo le capisca.

[Dalla rassegna nazionale]

È un piacere vedere tutti i guerrieri che promuovono la cancellazione della cultura si sono svegliati alle *note di controllo* della National Review mostrando un vero senso di terrore che Donald Trump sia ancora nel mondo, diffondendo le sue delusioni come un virus altamente contagioso. Il resto del pezzo di Cooke è solo una sirena rossa e pulsante per il Partito Repubblicano e i conservatori in grande: non accontentarti di Donald Trump. Le delusioni di Trump, secondo Cooke, sono "ultramondane e oscene" e "Non c'è nulla da guadagnare per il conservatorismo fingendo il contrario". Come in, caro GOP, non devi stare al gioco con questo. Non devi andare su Fox News e fingere di credere anche che Donald Trump sarà reintegrato ad agosto. Ora, mi aspetto ancora che i repubblicani facciano proprio questo? Sono sicuro che Matt Gaetz sta già organizzando i suoi punti di discussione sul perché Trump sarà autorizzato a ripetere il giuramento a Mar-a-Lago.

Abe-Trump parla a New York

Foto per gentile concessione di Avalon Red, Backgrid.

Abe-Trump parla a New York
Il presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump torna alla Casa Bianca
Il presidente Donald J. Trump lascia la Casa Bianca
Briefing del presidente Trump sulla pandemia di Coronavirus
Trump parte per il Maine
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump torna a Washington DC