“Mio nonno se n’è andato a morire a casa”. Covid, emergenza nella regione: ospedali pieni

Il Tar della Campania ha respinto, con tre decreti appena pubblicati, le richieste di sospensione dell'ordinanza numero 89 con cui il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, lo scorso 5 novembre, ha disposto la chiusura di tutte le scuole (elementari e medie e dell'infanzia) fino a 14 novembre.

La quinta sezione del Tar campano, presieduta da Maria Abruzzese, ha fissato per il 4 dicembre la sala consiliare per la discussione collegiale. Si tratta della seconda decisione in tal senso presa dalla quinta sezione del Tar Campania, dopo la sentenza del 19 ottobre scorso sul ricorso presentato da alcuni cittadini. La sospensione dell'insegnamento faccia a faccia "si è finora rivelata utile ed efficace" per "garantire il diritto alla salute di ciascuno" scrivono i giudici. Continua dopo la foto

Salute minacciata dalla mancanza di posti letto. La testimonianza a Fanpage di Francesca, la nipote di un anziano malato di Covid è uscita di casa 3 volte dagli operatori del 118 per mancanza di posti in ospedale e ricoverata solo il quarto giorno, intubata d'urgenza e poi, purtroppo, morta. Parole che mi strozzano in gola e raccontano la quotidianità di decine di anziani. "Mio nonno avrebbe potuto essere salvato". dice ancora Francesca. "Ho così tanto dolore e così tanta rabbia", continua. Una situazione estrema che rischia di diventare esplosiva nelle prossime settimane. Continua dopo la foto

La Campania rischia di abbandonare la zona gialla per i rossi. Liguria, Abruzzo e Umbria sembrano viaggiare verso l'arancio. Come il Veneto. Con l'Alto Adige che gioca d'anticipo e da giallo si auto-inserisce in zona rossa ancor prima che i tecnici del governo lo chiedano, aggiungendosi così alle regioni nord-occidentali in blocco. Con l'assessore alla Salute Thomas Widmann che ha annunciato la possibilità di applicare un blocco ancora più severo. Continua dopo la foto


{loadposition intext}
Intanto il presidente della Federazione Ordini Medici Filippo Anelli ha lanciato l'allarme chiedendo misure più drastiche: "Serve un blocco totale nel Paese". E il consulente del ministro Speranza Walter Ricciardi che chiede la "chiusura totale delle aree metropolitane". Il verdetto arriva oggi, quando le regioni trasmetteranno finalmente i dati completi sulla situazione del contagio. Tante le regioni gialle che già al lancio del nuovo dpcm e all'ordine del ministro Speranza avevano striature arancio e addirittura rosse, come la Campania, pur essendo state classificate in altre zone

Potrebbe interessarti: "È successo tutto". Riccardo Fogli distrutto dal dolore: quello che ha raccontato sulla morte di Stefano D'Orazio

L'articolo "Mio nonno se n'è andato a morire a casa". Covid, emergenza in regione: ospedali pieni arriva da Caffeina Magazine .

(Fonte: Caffeina)