"Mi scusi." Coronavirus, Barbara D'Urso legge un messaggio e scoppiò in lacrime nel pomeriggio 5

Emergenza coronavirus, momenti di grande emozione oggi nel pomeriggio 5. Barbara D'Urso ha letto un messaggio dal vivo ed è scoppiata in lacrime. “Vorrei condividere con te – ha detto Barbara D'Urso – queste parole che girano sui social media e su whatsapp, parole di speranza. Ringrazio chiunque li abbia scritti. "E leggendo l'ultima parte della poesia è stata commossa.

Ecco il testo. VIVERE LA PRIMAVERA, VIVERE LA VITA. “Era l'11 marzo 2020, le strade erano vuote, i negozi chiusi, la gente non usciva più. Ma la primavera non sapeva nulla. E i fiori cominciarono a sbocciare, il sole splendeva e le rondini tornarono. Si stava facendo buio più tardi e più tardi al mattino le luci arrivarono presto attraverso le finestre semiaperte. Era l'11 marzo 2020 e i ragazzi studiavano su PC da casa. Era l'anno in cui potevano solo uscire per fare acquisti. " Continua dopo la foto

Quindi continua: “Dopo poco tempo tutto è stato chiuso, anche gli uffici. L'esercito stava iniziando a sorvegliare le uscite e i confini perché non c'era spazio per tutti negli ospedali e le persone si stavano ammalando. Era l'11 marzo 2020 e tutti furono messi in quarantena obbligatoria: nonni, famiglie e persino giovani. Quindi la paura divenne reale e i giorni sembrarono tutti uguali. Ma la primavera non lo sapeva e le rose tornarono a fiorire. C'erano quelli che diventavano medici per aiutare chiunque ne avesse bisogno domani. " Continua dopo la foto

E ancora: “È stato l'anno in cui abbiamo capito l'importanza della salute e dei veri affetti, l'anno in cui il mondo sembrava fermarsi e l'economia è andata in discesa. Ma la primavera non lo sapeva e i fiori lasciavano il posto ai frutti, e poi venne il giorno della liberazione. Eravamo in TV e il primo ministro ha detto alle reti unificate che l'emergenza era finita e che il virus aveva perso … che gli italiani avevano vinto tutti insieme. " Continua dopo la foto

{loadposition intext}
“E poi siamo usciti per strada. Con le lacrime agli occhi. Senza maschere e guanti. Abbracciare il nostro vicino. Come se fosse nostro fratello. E fu allora che venne l'estate, perché la primavera non lo sapeva e aveva continuato ad essere lì … Nonostante tutto. Nonostante il virus. Nonostante la paura. Nonostante la morte Perché la primavera non lo sapeva. E ha insegnato a tutti il ​​potere della vita. "

Potresti essere interessato: Leonardo Greco, la sua ragazza parla di terapia intensiva. Le condizioni dell'ex tronista di uomini e donne

L'articolo "Mi scusi". Coronavirus, Barbara D'Urso legge un messaggio e scoppiò in lacrime al Afternoon 5, proveniente dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Articolo originale su Caffeina Magazine)

Commenta su Facebook