Martin Scorsese non è il più grande fan dei servizi di streaming

Martin Scorsese è tornato di nuovo con un'altra delle sue scene calde sullo stato attuale dell'industria cinematografica. Ancora una volta, Marty ti dà qualche importante "Il vecchio rispettosamente non è d'accordo con il cloud ", il che significa che non sta urlando a nessuno in particolare. Sta più o meno facendo quella cosa in cui un vecchio guarda qualcosa di popolare, alza le spalle e dice: " Eh, non capisco … ed ecco perché. Mettiti a tuo agio, ragazzi. "L'energia purista del cinema di Martin Scorsese è solitamente diretta verso i film di supereroi , ma ora sta prendendo di mira tutti i servizi di streaming che stanno pompando contenuti, con grande dispiacere di Martin Scorsese.

Tutto è iniziato con un saggio scritto da Martin Scorsese per Harper's Magazine , sul lavoro del leggendario regista italiano Federico Fellini . Scorsese sostiene che la magia del cinema che si ottiene guardando Fellini o il lavoro di un numero qualsiasi di registi si sta perdendo nei servizi di streaming che non si preoccupano tanto del cinema quanto dei contenuti. Scorsese riconosce che la collaborazione con Netflix gli ha permesso di realizzare The Irishman e che il suo ultimo film Killers of the Flower Moon uscirà nelle sale ed esclusivamente su Apple TV +, quindi capisce che si è già preparato per le persone che lo definiscono un ipocrita . Ma il punto che vuole sottolineare è che il termine " contenuto " lo fa rabbrividire più difficile che sentire un fan troppo entusiasta gridare: " Kundun, mi è piaciuto! . tramite Indiewire :

“Non più di 15 anni fa, il termine" contenuto "veniva ascoltato solo quando le persone discutevano seriamente di cinema, e veniva messo a confronto e misurato con" forma ". Poi, gradualmente, è stato utilizzato sempre di più dalle persone che hanno rilevato le società dei media, la maggior parte delle quali non sapeva nulla della storia della forma d'arte, o addirittura si preoccupava abbastanza da pensare che avrebbero dovuto. "Contenuto" è diventato un termine commerciale per tutte le immagini in movimento: un film di David Lean, un video di gatti, una pubblicità del Super Bowl, un sequel di supereroi, un episodio di una serie. Era legato, ovviamente, non all'esperienza teatrale ma alla visione da casa, sulle piattaforme di streaming che sono arrivate a superare l'esperienza cinematografica, proprio come Amazon ha superato i negozi fisici ".

Non è che abbia problemi con il contenuto accessibile alle masse. Ciò di cui è turbato è il modo in cui il contenuto si collega all'algoritmo. Ad esempio, dopo aver finito di guardare The Mask , il mio servizio di streaming potrebbe suggerirmi di guardare Son of The Mask , poi Son in Law , poi Law & Order: SVU , che onestamente suona come una notte fantastica. Non possono essere tutte notti dei bravi ragazzi, Marty! Ma Scorcese non è d'accordo e odia che i servizi di streaming lanciano contenuti privi di significato alle persone in modo casuale.

“Se un'ulteriore visione è 'suggerita' da algoritmi basati su ciò che hai già visto, e i suggerimenti sono basati solo sull'argomento o sul genere, allora cosa fa per l'arte del cinema? La curatela non è antidemocratica o "elitaria", un termine che ora viene usato così spesso da diventare privo di significato. È un atto di generosità: condividi ciò che ami e ciò che ti ha ispirato. (Le migliori piattaforme di streaming, come Criterion Channel e MUBI e punti vendita tradizionali come TCM, si basano sulla cura – in realtà sono curati.) Gli algoritmi, per definizione, si basano su calcoli che trattano lo spettatore come un consumatore e niente altro."

E alla fine, ciò a cui si riduce la principale lamentela di Scorsese è che crede che l'attenzione sia concentrata sul denaro, non sull'arte del cinema. Ad esempio, sono sicuro che farebbe una smorfia solo un po 'per apprendere che il regista indipendente Jim Jarmusch è stato assunto da Disney + per scrivere e dirigere una storia di origine idiosincratica e tortuosa su Baby Yoda, ma sarebbe comunque un atto di regia. Ciò di cui è turbato è se Disney + ha improvvisamente accantonato quella storia delle origini perché non pensavano che quel tipo di " contenuto " potesse fare abbastanza soldi per loro. È anche arrabbiato per il fatto che le persone che possiedono film classici non li pubblicheranno davvero, perché non pensano che il pubblico pagherà per vederli, e quindi non sono degni di essere visti.

"Nel settore cinematografico, che ora è il business dell'intrattenimento visivo di massa, l'enfasi è sempre sulla parola" business "e il valore è sempre determinato dalla quantità di denaro che deve essere ricavata da una data proprietà, in questo senso, tutto, da L'alba a La Strada fino al 2001 è ora praticamente asciutta e pronta per la corsia di nuoto "Art Film" su una piattaforma di streaming … Sono tra i più grandi tesori della nostra cultura e devono essere trattati di conseguenza ".

Martin Scorsese potrebbe avere ragione, anche se sarà davvero difficile da far rispettare. Perché l'algoritmo sta già facendo del suo meglio con alcune persone. Ha già le migliori intenzioni per me e vuole davvero che guardi contenuti di qualità. Dopo aver guardato Bio-Dome , il mio servizio di streaming consiglia altri film molto migliori, invece di suggerire di vedere immediatamente un medico per una scansione del cervello.

Pic: Wenn.com