Martin Scorsese nei film a fumetti: “Quello non è cinema”, sono “parchi a tema”

Proiezione di Netflix di Rolling Thunder

Martin Scorsese sarà probabilmente nominato per un milione di Oscar per The Irishman. L'irlandese è stato prodotto da Netflix e sarà distribuito anche da Netflix, attraverso lo streaming e una versione teatrale. Netflix si sta già preparando per una grande e costosa campagna Oscar. L'ingresso di Scorsese nel gioco in streaming è notevole perché così tanti registi iconici della sua generazione hanno combattuto l'ascesa dello streaming. Ad essere sinceri, non penso che Marty fosse felice di andare su Netflix – avrebbe preferito molto il vecchio modo di farlo, ottenere finanziamenti dagli studi di Hollywood, fare un film in studio a modo suo, quindi fare un uscita teatrale tradizionale e campagna Oscar. Ma forse quell'opzione non gli era più aperta perché gli studi cinematografici sono interessati solo ai film sui supereroi e ai parchi a tema. E così Marty ha delle vibrazioni negative su quel tipo di film:

Martin Scorsese, uno dei registi più venerati del cinema, ha denunciato i film sui supereroi, la forza dominante nell'industria di oggi. Il regista di film come Taxi Driver, Raging Bull e Goodfellas ha dichiarato alla rivista Empire che i suoi tentativi di mettersi al passo con i film di supereroi contemporanei sono falliti.

"Ci ho provato, sai?" Disse il regista quando gli fu chiesto se avesse visto i film della Marvel. "Ma questo non è il cinema." Ha continuato: "Onestamente, il più vicino che riesco a pensare a loro, così come sono fatti, con gli attori che fanno il meglio che possono in queste circostanze, sono i parchi a tema. Non è il cinema degli esseri umani che cercano di trasmettere esperienze emotive e psicologiche a un altro essere umano. "

[Dal guardiano]

Quello che ha detto è … vero. Questa è stata la mia reazione immediata ed è ancora come mi sento. Non sta dicendo che ogni film di supereroi sia un mucchio fumante di immondizia, sta dicendo che quei film sono come "parchi a tema" e dov'è la bugia del re? L'argomento che farò è che i film di supereroi e quelli di Scorsese soffrono dello stesso identico problema: la deificazione predefinita dell'esperienza del tizio bianco. Solo i tizi bianchi * sentono * cose o hanno storie interessanti o storie che meritano di essere raccontate. Una parte sceglie di raccontare storie di tizio bianco con mantelle, maschere, recitazione hammy, spandex e parchi a tema. L'altra parte sceglie di raccontare quelle storie di tizio bianco con attori italo-americani che urlano "fuggetaboutit". No, scherzo – parlerò in fretta dell'ossessione della mafia di Scorsese, ma Marty ha un talento folle e molti dei suoi film sono sorprendente.

James Gunn ha detto delle parole. Ancora una volta, Marty non ha detto che i film sui supereroi non dovrebbero essere realizzati o che sono tutti spazzatura. Ha detto che erano parchi a tema f-king E SONO.

Una volta Were Brothers in anteprima sul tappeto rosso al TIFF 2019

Foto per gentile concessione di WENN.

Proiezione di Netflix di Rolling Thunder
Una volta Were Brothers in anteprima sul tappeto rosso al TIFF 2019