Madre di un ragazzo autistico sorpresa dalla gentilezza di questo sconosciuto che l’ha aiutata

Ognuno in questo mondo ha diverse lotte con cui deve affrontare. Alcuni con problemi di vita, altri con problemi mentali o di salute. Ecco perché è molto importante non giudicare le altre persone quando si vede solo uno scorcio della loro vita. Potrebbero esserci un milione di ragioni per spiegare perché qualcuno non si sente bene o è un po' scontroso. Il tuo giudizio non aiuterà. Tuttavia, la gentilezza fa molta strada.

Questo è esattamente ciò che Natalie, una madre di un ragazzo autistico di nome Rudy, ha sperimentato di recente da un perfetto sconosciuto. Gentilezza. Rudy si sentiva sopraffatto dai suoi sensi e ha iniziato a fare storie, quando un corridore si è avvicinato alla famiglia e ha iniziato a parlare con Rudy, sdraiandosi anche sul marciapiede con lui. Il corridore di nome Ian ha aiutato a calmare una situazione che avrebbe potuto richiedere ore per essere risolta. Invece di giudicare Natalie, Ian ha aiutato lei e Rudy a uscire.

La madre ha detto a Bored Panda : “Ho portato mio figlio a fare una piccola passeggiata sul nostro lungomare locale. Ama la passeggiata, ma a causa di problemi sensoriali, fa fatica a girarsi e camminare nella direzione opposta. Cominciava a trovare le cose difficili e gridava forte e cercava di non tenermi la mano. Abbiamo ricevuto alcune ripetizioni e sguardi – siamo abituati a questo, quindi andiamo avanti – e poi le cose sono diventate troppo e mio figlio è crollato sul pavimento. Sono passati alcuni corridori e poi questo particolare corridore si è fermato e ha detto, ciao, e mi ha chiesto se mio figlio stava facendo i capricci, ho solo detto di sì e con ciò ha iniziato a chiacchierare con mio figlio, chiedendo il suo nome, ecc. A questo punto ho spiegato che mio figlio probabilmente non capirebbe perché è autistico con altri bisogni speciali. A questo punto il corridore è caduto a terra, si è sdraiato di fronte a mio figlio e ha iniziato a chiacchierare. Mio figlio adora questo tipo di interazione, quindi si è alzato e ha allungato la mano per tenere la mano di Ian, il corridore. Io e Ian abbiamo chiacchierato un po' e poi si è offerto di accompagnarci alla macchina"

Maggiori informazioni: Instagram | Facebook

Questo è il piccolo Rudy ed è autistico

Crediti immagine: bettertobedifferent

Rudy e sua madre Natalie stavano andando a fare una passeggiata, quando Rudy iniziò a sentirsi sopraffatto dai sensi che lo circondavano

Crediti immagine: bettertobedifferent

Rudy ha iniziato a urlare e a fare storie quando questo corridore si è avvicinato a loro

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie ha scritto sotto il suo post su Facebook: "Quest'uomo, un totale sconosciuto

Quest'uomo, un perfetto sconosciuto, mi ha salvato oggi da un crollo che dura fino a un'ora o più, o dall'alternativa, che di solito è un po' un pestaggio da parte del mio ragazzo che si perde totalmente quando ha un crollo e può diventare molto aggressivo.

Quest'uomo, un perfetto sconosciuto, si è preso del tempo libero per chiacchierare e chiedere se stavo bene.
Quest'uomo, un perfetto sconosciuto, è stato il mio eroe stamattina e dopo essere stato a letto con Roo, ha accompagnato Rudy e me fino alla nostra macchina.

Vorrei che ci fossero più di quest'uomo in giro e sono oltremodo grato.
Solo pochi minuti prima, io e Rudy venivamo sgridate, fissate e accigliate da una donna e un uomo con un bambino di 2 anni in una carrozzina che cercavano di dormire nonostante mi scusassi per i rumori forti di mio figlio, da qui la passeggiata lungo il lungomare così posso lasciarlo esprimere all'aperto. A meno di imbavagliarlo, non sono sicuro di un'alternativa.

Mio figlio ama camminare, ma odia voltarsi e tornare indietro. Di solito proviamo a camminare in un circuito per evitarlo, ma durante la sua passeggiata preferita con le barche, non abbiamo altra scelta che tornare indietro. Questo spesso porterà a un crollo, uno che normalmente posso gestire, ma dopo 2 settimane fuori dalla scuola, oggi è stato troppo per lui e per me.

L'uomo di nome Ian ha chiesto alla madre cosa stava succedendo e poi si è sdraiato con Rudy e ha fatto una chiacchierata

Crediti immagine: bettertobedifferent

“Quest'uomo, il mio eroe, stamattina ha visto mio figlio per terra e come qualsiasi altra persona avrebbe pensato che stesse facendo i capricci, ha chiesto al mio piccolo Roo come si chiamava, e quando gli ho spiegato non ha capito davvero e che è autistico e ha una miriade di altre sfide che rendono difficile questa parte del cammino, ha detto, va bene, mi sdraio con lui.

Ha poi continuato a chiacchierare con noi mentre tornava alla macchina. Sono così grato per questo tipo Ian, non dimenticherò la sua gentilezza.

Al momento si dice molto: "in un mondo in cui puoi essere qualsiasi cosa, sii gentile". Le parole sono facili, queste azioni non sono sempre così facili. Quest'uomo sta vivendo le parole e non potrei essere più grato.
Se vedi un genitore in difficoltà, forse prenditi il ​​tempo per dire "stai bene?" Non giudicare la genitorialità, cerca di non giudicare il bambino, sii gentile. Stiamo tutti percorrendo la nostra strada e navigando il viaggio nel miglior modo possibile, a volte ci vuole un momento di gentilezza da un completo sconosciuto per cambiare completamente la tua giornata.

Grazie, Ian di Southend Sea Front, sei davvero un uomo gentile…”

A Rudy è piaciuto molto il modo in cui Ian ha parlato e interagito con lui. Ian ha aiutato la madre a evitare un'ora di lotta e ha sgonfiato rapidamente la situazione situation

Crediti immagine: bettertobedifferent

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie ci ha detto come si sente Rudy in questo momento: "Rudy non è in gran parte in grado di esprimere i suoi sentimenti verbalmente, la sua comunicazione è molto limitata, quindi dobbiamo lavorare con lui in modi diversi dalla comunicazione verbale. Rudy nel complesso è un ragazzo incredibilmente felice e ha appena festeggiato il suo sesto compleanno, ha trascorso una giornata meravigliosa con la visita del suo personaggio preferito Olaf di Frozen." Natalie ci ha detto se ha mai provato tanta gentilezza da uno sconosciuto prima: "Ho no, ed era uno dei motivi per cui ero così sorpreso dalle sue azioni. È un metodo che ho usato prima con Rudy, scendere al suo livello e copiarlo lo fa sentire al sicuro e può farlo uscire dal suo crollo. Ian lo ha fatto così istintivamente, sono rimasto completamente scioccato e ho detto, posso fare una foto. Natalie ha detto che si aspettava che Ian dicesse qualcosa di negativo: "In passato, le persone mi hanno detto di controllare mio figlio o di tenerlo zitto, quindi mi aspettavo quasi che dicesse qualcosa di negativo".

Natalie e Rudy di solito ricevono molti sguardi e sguardi di disapprovazione dalle persone quando Rudy non si sente bene

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie ci racconta com'è vivere con un bambino autistico: “Questa è una domanda difficile perché è impossibile riassumerla in un paio di frasi. Gli alti sono così alti ma i bassi sono bassi. Il comportamento di Rudy può essere incredibilmente impegnativo. Ha la natura più bella, ma il mondo è tutto sottosopra per lui, quindi quando viene sopraffatto, può mostrare un comportamento piuttosto aggressivo. Non lo intende, non c'è intenzione, si perde e ha bisogno di amore, sostegno e comprensione per aiutarlo. Frequenta un'incredibile scuola per bisogni speciali e sono favolosi nell'insegnargli come autoregolarsi e noi lo seguiamo a casa. Usiamo immagini per supportare il suo apprendimento e la sua comprensione, abbiamo orari visivi per le sue routine, mattina e sera. I fine settimana e le vacanze scolastiche sono le più impegnative, la vita può essere piuttosto solitaria perché non possiamo portarlo in posti diversi facilmente come faremmo con un altro bambino. Tutto deve essere pianificato in modo che la nostra spontaneità sia completamente sparita. Questo può avere un effetto a catena sugli altri nostri figli, ma siamo così fortunati che adorano semplicemente il loro fratellino e capiscono che spesso i suoi bisogni devono avere la priorità, lo adorano e ci aiutano così tanto. Ogni piccolo traguardo è celebrato con stile. L'altro giorno è entrato e ha detto: 'Mamma, piedi ouchie'. Non potevo crederci ed era così eccitato che è stato in grado di dirmi che si era fatto male al piede. Abbiamo meno amici perché molte persone trovano difficile, quindi è più facile, forse, staccarsi. Mio marito ed io non passiamo molto tempo insieme per divertirci o rilassarci, lasciando Rudy con qualcuno è da pensare, dobbiamo considerare come questo lo influenzerà ma anche l'effetto che questo può avere su coloro che si prendono cura di lui. La vita è dura ma così gratificante, mio ​​figlio mi ha insegnato così tanto e gli sarò per sempre grato per avermi reso una persona migliore".

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie ha condiviso le reazioni che ottengono quando Rudy fa storie: "Quando Rudy diventa sopraffatto, all'inizio inizierà a diventare piuttosto rumoroso, questo è il momento in cui spesso le persone ci diranno di farlo stare zitto o semplicemente di fissarlo. Se diventa più sopraffatto, potrebbe iniziare a colpire o scalciare, è simile a una situazione di lotta o fuga, si sente insicuro. Questo porterà le persone a presumere che sia un ragazzo cattivo, ci è stato detto che i bambini come i nostri non dovrebbero essere ammessi, ci è stato detto di controllare nostro figlio, a un certo punto è andata così male che abbiamo smesso di uscire. È straziante, ecco un ragazzino, completamente sopraffatto dalla vita perché il suo cervello funziona in modo diverso, ciò di cui ha bisogno è amore, sostegno e sicurezza, ma ciò che ottiene sono critiche, commenti sgradevoli e crudeltà".

La gentilezza di uno sconosciuto è stata molto gradita e rinfrescante

Crediti immagine: bettertobedifferent

“Mi piacerebbe vivere in un mondo in cui nessuno giudica nessuno, mi piacerebbe vivere in un mondo inclusivo in cui vengono presi in considerazione i bisogni di tutti, ma so che questo non è probabile che accada, tutti giudichiamo e il nostro mondo è un molto lontano dall'essere inclusivi. Vorrei che le persone pensassero prima di fare supposizioni, fare domande, mostrare supporto, sorridere, essere gentili sopra ogni cosa e sapere solo che i genitori stanno facendo del loro meglio in quella situazione. Vorrei che le persone capissero che se sei abbastanza fortunato da incontrare una persona autistica, allora hai incontrato solo una persona autistica. Le persone autistiche sono tutte diverse, sia mio figlio che mia figlia maggiore sono autistici e sono come il gesso e il formaggio, c'è questo malinteso comune che tutte le persone autistiche siano uguali, semplicemente non è vero.

“In un mondo in cui puoi essere qualsiasi cosa, sii gentile. Quest'uomo sta vivendo le parole e non potrei essere più grato”

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie condivide alcuni consigli per i genitori che allevano bambini con autismo: "Il consiglio che darei ai genitori o agli assistenti di bambini autistici di nuova diagnosi sarebbe di sapere che migliora. Il comportamento di tuo figlio potrebbe diventare più impegnativo, ma permetti a te stesso di imparare e di essere aperto agli insegnamenti che i tuoi figli ti daranno perché ora posso onestamente dire che permettendo a mio figlio di insegnarmi un modo diverso di essere genitore, mi ha anche insegnato a essere un essere umano migliore. Sono più paziente, tollerante, comprensivo e molto meno critico di prima, e per questo mi piaccio molto di più. Mio figlio ora ha una mamma che ha la forza di aiutarlo a gestire le sue difficoltà ogni giorno. Direi anche che permetti a te stesso di venire a patti con i sentimenti intorno alla diagnosi di tuo figlio, questo spesso cambia la vita e questo porterà con sé un carico di sentimenti ed è importante essere gentili con te stesso, accettare i sentimenti, accettare quella vita potrebbe non essere quello che avevi pianificato, ma se ti dai il tempo per capirlo, allora avrai una vita che, sebbene diversa, sarà altrettanto gratificante e appagante, se non di più. In molti casi sei l'unica voce di tuo figlio, sii il suo più grande sostenitore e il suo più forte sostenitore".

Crediti immagine: bettertobedifferent

Natalie ci racconta di più su se stessa e il suo viaggio: “Sono una mamma di 44 anni di 4 figli, 2 sono figliastri del precedente matrimonio di mio marito, poi mia figlia Eden che ha 14 anni e anche lei autistica è del mio precedente matrimonio e la nostra il piccolo turbine Rudy viene dal mio matrimonio con il mio favoloso marito Nigel. Sono un consulente e un allenatore di professione e ora lavoro molto con genitori che hanno bisogni speciali nella loro vita. Lavoro anche con adolescenti più grandi che potrebbero essere nuovi alla diagnosi e che stanno trovando la loro strada nella vita. Il mio precedente matrimonio è finito quando ero incinta di mia figlia 15 anni fa. L'ho cresciuta da sola fino all'età di 7 anni, poi ho incontrato mio marito e abbiamo avuto Rudy dopo un paio d'anni di stare insieme. Sento di aver finalmente trovato il mio scopo nella vita, sostenere e sostenere la neurodiversità e l'inclusione, ricordare a tutti di non giudicare e, soprattutto, di essere gentili gli uni con gli altri. La vita è abbastanza dura e per molti dura, a seconda del loro viaggio. Se potessimo tutti non giudicare ed essere un po' più gentili gli uni con gli altri, la vita sarebbe un po' più facile da gestire. Mi sento così fortunato ad avere la mia fantastica famiglia, e anche se ci sono alcuni momenti davvero difficili, mentirei se non dicessi che è stato difficile, i bei tempi ne valgono la pena".

Crediti immagine: bettertobedifferent

“Ho una pagina Facebook e Instagram chiamata Better to be Different dove condivido il mio viaggio. È una pagina molto onesta che parla degli alti e bassi della nostra vita. Abbiamo avuto molti lettori dire quanto sia bello non sentirsi così soli, quindi per favore seguici in modo che possiamo continuare a sensibilizzare. Il mio obiettivo non è solo supportare la comunità SEN, ma, cosa ancora più importante, sensibilizzare coloro che non hanno SEN nella loro vita in modo che possano supportare e comprendere meglio com'è per le famiglie SEN. Come risultato del successo di questa pagina, ho avviato un gruppo Facebook privato riservato a genitori e tutori di bisogni educativi speciali e neurodiversità, che si chiama "Gruppo Better to be Different". Questo è un gruppo privato non giudicante in cui genitori e tutori possono trovare supporto, consigli o solo un orecchio per ascoltare i loro bisogni”.

"Stiamo tutti percorrendo la nostra strada e navigando il viaggio nel miglior modo possibile, a volte ci vuole un momento di gentilezza da un completo sconosciuto per cambiare completamente la tua giornata"

Crediti immagine: bettertobedifferent

Il post Madre di un ragazzo autistico sorpreso dalla gentilezza di questo sconosciuto che l'ha aiutata è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)