Lizzo è sulla copertina di Vogue

Lizzo è sulla copertina di Vogue. Lizzo! Voga! Lizzo! Nelle parole della cantante, è la "prima grande donna nera sulla copertina", il che è molto importante. E a differenza della copertina ELLE del 2013 di Melissa McCarthy , Vogue ha effettivamente permesso a Lizzo di mostrare la sua vita e non l'ha fatta morire di fame per prima ? Dannazione, Tina Knowles e André Leon Talley devono aver davvero spaventato il bejesus fuori da Anna Wintour se sta celebrando donne non bianche e non magre. 2020: ufficialmente l'anno opposto.

Lizzo ha pubblicato su Instagram alcune foto del suo servizio di Vogue, con citazioni dalla sua intervista, in cui parla di Black Lives Matter, nuova musica, il suo corpo e le elezioni. Nel suo primo post, riconosce quanto sia grande la sua copertina:

Sono la prima grande donna nera sulla copertina di @voguemagazine. La prima cosa nera sembra in ritardo. Ma il nostro momento è arrivato. A tutte le mie ragazze nere, se qualcuno come te non l'ha ancora fatto … SIATE LA PRIMA.

Ringrazia anche Anna Wintour, perché, come, doveva:

Lizzo ha parlato di come viene commercializzato il movimento per la positività del corpo e la maggior parte delle volte quando vedi quell'hashtag sono ragazze più piccole, formose, bianche, e questo non è inclusivo:

Quello che non mi piace è come le persone per cui è stato creato questo termine non ne traggano beneficio. Ragazze con la schiena grassa, ragazze con la pancia appesa, ragazze con le cosce che non sono separate, che si sovrappongono. Ragazze con smagliature. Sai, ragazze che fanno parte del club con più di 18 anni. Hanno bisogno di trarre vantaggio da … l'effetto principale della positività del corpo ora. Ma con tutto ciò che diventa mainstream, viene cambiato. Diventa … sai, diventa accettabile. "

"Penso che sia pigro per me dire solo che sono positivo per il corpo a questo punto", dice Lizzo. "È facile. Vorrei essere normativo per il corpo. Voglio normalizzare il mio corpo. E non limitarti a dire 'Ooh, guarda questo fantastico movimento. Essere grassi è positivo per il corpo. No, essere grassi è normale. Penso che ora, devo alle persone che hanno iniziato questo non fermarsi qui. Dobbiamo mettere di nuovo le persone a disagio, in modo da poter continuare a cambiare. Il cambiamento è sempre scomodo, giusto? "

Lizzo pensa che sarebbe fantastico se Kamala Harris diventasse VP, perché "fa sempre il tifo per i neri", ma vuole che avvenga un vero cambiamento:

Visualizza questo post su Instagram

"Avere una donna di colore come vice presidente sarebbe fantastico", dice Lizzo, "perché tifo sempre per i neri. Ma voglio che avvenga un cambiamento effettivo … nelle leggi. E non solo all'esterno, sai? Non una soluzione temporanea a un problema sistemico con radici profonde. Molte volte mi sento come se fossimo distratti dalla patina delle cose. Se le cose sembrano andare meglio, ma in realtà non lo sono, perdiamo il nostro senso di protesta ". Si assicura di menzionare Breonna Taylor e Sandra Bland e tutte le donne che, inavvertitamente o no, spesso vengono escluse dalla conversazione: "Dobbiamo parlare delle donne". – @voguemagazine storia di Claudia Rankine. Link in bio.

Un post condiviso da Lizzo (@lizzobeeating) su

Entra anche nel movimento Black Lives Matter. Lizzo ha iniziato la sua carriera musicale a Minneapolis, dove George Floyd è stato assassinato:

Lizzo conosce le strade in cui Chauvin si è inginocchiato su Floyd mentre chiamava la sua defunta madre. Conosce i luoghi in cui si sono verificate le proteste. “Ho visto uno dei miei amici dire, sai, 'Fottuto poliziotto ha appena sparato a un altro uomo di colore. Andiamo tutti fuori ", mi dice.

Dice che l'America ha "il cuore spezzato" sin da quando era bambina, e il suo defunto padre le ha insegnato "cos'è essere nera in questo paese" . Era fiduciosa quando il movimento Black Lives Matter si è formato dopo che George Zimmerman è stato assolto per l'omicidio di Trayvon Martin , ma quando Tamir Rice è stato assassinato, ha "chiuso":

Mentre me lo descrive ora, stava pensando: “A loro non importa davvero. E "loro", non so chi siano "loro". Ma so che a loro non importa, perché se queste cose stanno ancora accadendo, devono esserci un "loro". A loro non importa della vita reale di qualcuno. " La realizzazione in parte l'ha spinta a scrivere "My Skin", che ha pubblicato nel 2015, subito dopo la sparatoria a Jamar Clark a Minneapolis da parte degli agenti di polizia Mark Ringgenberg e Dustin Schwarze. "Mi sono svegliato in questo", canta Lizzo. “Mi sono svegliato nella mia pelle. Non posso lavarlo via, quindi non puoi portarlo via – la mia pelle. Pelle marrone. "

Quando le chiedo come si sente adesso, risponde che si sta permettendo di essere fiduciosa. Ma la speranza, ammette, è una parola spaventosa, "perché sono stata delusa così tanto, sai."

Quando Lizzo ha iniziato la sua carriera musicale per la prima volta, il suo pubblico era composto da moltissimi giovani bianchi, "tante femministe bianche". E nonostante i dirigenti della musica le dicessero inizialmente che non poteva passare dal "bianco al nero", ha continuato a costruire una base di fan molto diversificata:

"Quando vado a fare escursioni o qualsiasi altra cosa", mi dice Lizzo, "sono le ragazze nere che dicono, 'Mi piace la tua musica.' "Ehi, quella è Lizzo." "Questi fan neri confermano a Lizzo quello che sa già, che è" una donna nera che fa musica da un'esperienza nera "e che il suo messaggio può parlare a chiunque. All'improvviso la solita sicurezza imperturbabile di Lizzo lascia il posto a una sincera incredulità: "Non avrei mai pensato che avrei … immagino che potresti chiamarlo 'appello crossover'".

Visualizza questo post su Instagram

“All'inizio della sua carriera, dice Lizzo, i dirigenti dell'industria musicale le dissero:“ Non puoi passare dal bianco al nero. Ma puoi passare dal nero al bianco. " La sua risposta: “'Beh, io sono una donna nera. Quindi posso fare praticamente tutto quello che voglio fare. ' Come osano queste persone mettersi a sedere e dirmi a chi piacerà la mia musica o no? ”…“ Quando vado a fare escursioni ”, mi dice Lizzo,“ sono le ragazze nere che dicono, 'Mi piace la tua musica'. "Ehi, quella è Lizzo." "Questi fan neri confermano a Lizzo quello che sa già, che è" una donna nera che fa musica da un'esperienza nera "e che il suo messaggio può parlare a chiunque." – @voguemagazine storia di Claudia Rankine. Link in bio.

Un post condiviso da Lizzo (@lizzobeeating) su

Lizzo dice che ha lavorato a nuova musica durante la pandemia. La sua nuova casa a Los Angeles ha il suo studio di registrazione ed è stata felice di scoprire che non ha bisogno di "almeno due ragazzi bianchi e mezzo per fare una canzone" (uno di loro è un centauro, immagino), come fa sempre pensato. Può essere il suo ingegnere e produttore! Lizzo non sa quando verrà pubblicato l'album, ma dice: "Sarà fottutamente buono".

Infine, ecco il video di 73 domande di Lizzo, che dura 18 MINUTI, e inizia con Lizzo che costringe molto saggiamente l'intervistatore a disinfettarsi prima di entrare a casa sua:

Scherzi a parte, chi è questo ragazzo di 73 domande? Possiamo fidarci che è stato testato per la corona? È meglio che si assicuri di non infettare Lizzo, o lei verrà a prenderlo come ha fatto con TikTok , quel proprietario di casa per le vacanze , o il litigioso autista di Postmates . Non fottere con il Lizzo.

Pic: Instagram