LeVar Burton ha deciso che non vuole davvero ospitare “Jeopardy!” Dopotutto

C'è stato così tanto dramma nella scelta del prossimo ospite di J eopardy! , con l'assunzione e le successive dimissioni di Mike Richards , al costante cambio di posizione di Mayim Bialik , alla reintroduzione segnalata del promettente Ken Jennings . Allo stato attuale, Sony Pictures Television e Jeopardy! i produttori hanno confermato di aver bloccato Mayim e Ken come co-conduttori per il resto della stagione fino a quando non potranno decidere su un host per sempre. E durante questo processo disordinato, non hai dovuto guardare molto lontano per trovare qualcuno che urlava: “Gesù, affida il lavoro a LeVar Burton! “. Un sacco di gente voleva vedere LeVar Burton sostituire Alex Trebek dopo la sua scomparsa. E a un certo punto, LeVar stesso voleva essere quella persona. Ma poi LeVar ha avuto la possibilità di ospitare lo spettacolo come uno dei tanti, tanti ospiti ospiti , e questo è quanto vorrebbe il suo Jeopardy! viaggio da fare.

LeVar è apparso al The Daily Show giovedì sera e gli è stato chiesto da Trevor Noah dell'intensa reazione dei fan al suo Jeopardy! stint e la campagna guidata dai fan per farlo assumere come host permanente. LeVar sa quanto fossero di supporto e impegnati quei fan, ma per LeVar, gran parte dell'entusiasmo è venuto dalla competizione per il lavoro. E, era assolutamente ok quando non l'ha ottenuto perché di conseguenza si sono presentate migliori opportunità. tramite GoldDerby :

“Ho scoperto allora che la generazione di adulti ora, che è cresciuta con Reading Rainbow , era contenta di qualunque cosa volessi fare, e lo stesso era vero con questo Jeopardy! cosa. ha reso pubblico che lo volevo per me stesso, che aveva senso per me, ed erano tutti al riguardo. Aveva tanto senso per loro quanto per me. E, quindi, lo volevano per me tanto quanto lo volevo io.

La cosa pazzesca è che quando metti gli occhi su qualcosa, sai, dicono di stare attento a ciò che desideri, perché quello che ho scoperto è che non era la cosa che volevo, dopotutto. Quello che volevo era competere. Voglio dire, volevo il lavoro, giusto, ma poi, quando non l'ho ottenuto, ho pensato, beh, ok, cosa c'è dopo? E, quindi, le opportunità che mi sono venute come risultato di non aver ottenuto quel concerto, non avrei potuto immaginarlo. Se mi avessi dato carta e penna e avessi detto, beh, allora come vorresti che fosse davvero? Se non include Jeopardy! Non sarei stato così generoso con me stesso".

Trevor ha aggiunto che è come il naufragio che ti porta in un'isola magica, e LeVar ha accettato, dicendo che l'isola era dove avrebbe dovuto essere fin dall'inizio.

LeVar non è stato molto specifico riguardo a dove si trova quell'isola magica, o che tipo di opportunità di lavoro lo stavano aspettando lì. È un'isola magica, quindi presumo che non dovrà fare i normali lavori da isola naufragata, come fare una radio al cocco, o impedire a Gilligan di entrare in qualche stravagante imbroglio. Ma Trevor ha suggerito a LeVar di iniziare a sviluppare un game show letterario per se stesso, al quale LeVar ha confermato che è qualcosa che sta facendo. Quello è uno spettacolo di giochi che mi piace. Pericolo! ha troppe categorie confuse e difficili, come i leader mondiali della guerra fredda e la storia greca . Libri, posso farlo. Bene, ok, non tutti i libri. Alcuni libri. Alcuni libri. Senti, lo ucciderei assolutamente in una categoria chiamata Trashy Memoirs o Baby-Sitters Club Mysteries .

Foto: YouTube