“L’erba non è sempre più verde”: 30 persone che si pentono di aver divorziato raccontano cosa è successo

Divorziare è di solito un'esperienza estremamente dolorosa. Di solito entriamo in un matrimonio aspettandoci che duri per sempre, "finché morte non ti separi", ma la sfortunata realtà è che spesso qualcos'altro batte la morte sul pugno. Negli Stati Uniti, ad esempio, tra il 40-50% di tutti i primi matrimoni finisce con un divorzio . Sebbene doloroso, a volte porre fine a un matrimonio è la scelta giusta da fare, se entrambe le parti si sono separate o se si sono verificati comportamenti imperdonabili, come abusi o infedeltà.

Ma mentre gli alti tassi di divorzio sono un argomento comune di conversazione, non discutiamo spesso di quante persone si pentano di aver sciolto i loro matrimoni. Secondo uno studio dell'Avvo , il 27% delle donne e il 32% degli uomini che hanno divorziato si pentono di aver posto fine al proprio matrimonio. E di recente, molte persone che rientrano in quella categoria si sono aperte su Reddit e hanno condiviso onestamente il motivo per cui si pentono di aver divorziato.

Abbiamo raccolto alcune delle loro risposte più strazianti e strazianti in basso, quindi sappiamo che questo articolo potrebbe essere difficile da leggere, specialmente se hai vissuto un divorzio o una volta hai visto i tuoi genitori affrontarne uno. Ma può anche servire come promemoria per tenerti stretto ai tuoi cari. L'erba non è sempre più verde dall'altra parte e porre fine a un matrimonio non è da prendere alla leggera. Assicurati di dare un voto positivo alle risposte che ritieni più impattanti, quindi se sei interessato a leggere un altro articolo di Bored Panda in cui le persone si aprono su ciò che ha causato i loro divorzi, puoi trovarlo proprio qui .

Maggiori informazioni: Reddit | Reddit | Reddit

# 1

Il mio (fisicamente/mentalmente/sessualmente) padre narcisista violento ha servito i documenti per il divorzio a mia madre per "darle una lezione su quanto lei significasse per lui e l'avrebbe aiutata ad apprezzarlo di più" anche se in realtà non voleva affatto il divorzio ( le sue parole) e lei è andata fino in fondo. Hanno divorziato da 10 anni e lei è incredibilmente felice e lui si è risposato e ancora perdutamente innamorato e ossessionato da mia madre. La cosa migliore che le sia mai capitata.

Crediti immagine: martinetto

#2

Non io, ma mia madre.
Di recente ha divorziato da mio padre per "dargli una lezione" su come lei dovrebbe essere la sua unica priorità nella vita e lui non dovrebbe avere hobby o interessi al di fuori del compiacerla.
Inutile dire che non le sta andando bene.

Crediti immagine: broccolichefdad

#3

Rimpianto non è la parola giusta…perché non avevo davvero voce in capitolo. Non volevo disperatamente divorziare. Ero molto felice, amavo teneramente mia moglie, avevo 2 figli… e lei si è semplicemente allontanata e voleva andarsene. Non l'avrei tenuta in ostaggio in un matrimonio in cui non voleva essere.
Fa ancora male oggi… e sono passati tipo 6 anni. Ma è diventato molto più facile e migliore… ma il dolore sarà sempre lì in una certa misura. L'ho capito ora.

Il divorzio fa davvero schifo quando sei perennemente innamorato di tua moglie da 15 anni… e dei tuoi due bambini piccoli… e farebbe qualsiasi cosa per loro… ma lei voleva solo uscirne.

Siamo in buoni rapporti. Ora è con qualcun altro (non ci è voluto molto perché si mettesse con qualcun altro, sospettavo di tradire… probabilmente tradiva… ma in quel momento era stata licenziata… ho cercato disperatamente di salvare il matrimonio …ma non potevo) e ancora oggi muoio un po' ogni volta che la vedo con lui… quando vedo "loro" in gita con i miei figli o se vado solo a prenderli .

Sono diventato abbastanza bravo a nascondere il fatto che sto piangendo dentro. Non è così che doveva essere la mia vita. È pazzesco come le cose siano diverse adesso rispetto a 8 anni fa. È come se stessi vivendo la vita di qualcun altro ora.

Quindi alla fine… Mi dispiace di aver dovuto divorziare. Me ne pentirò fino al giorno in cui morirò.

Crediti immagine: barnabyjones00

#4

Non me stesso, ma anche l'ex del mio amico ha fatto questo.

Per farla breve, lo ha costretto a trasferirsi con i suoi genitori perché stavano avendo "difficoltà finanziarie". Si trasferirono e subentrarono pagando l'affitto per i genitori, quindi praticamente stava pagando l'intero affitto di una casa, per l'uso di una delle sue 4 camere da letto. Si è scoperto che anche i genitori erano pieni di merda: hanno iniziato a fare vacanze sontuose perché non avevano più bisogno di pagare il mutuo.

Ad ogni modo, i genitori hanno iniziato a inserirsi nella loro relazione e le cose sono andate male. Ha iniziato a lavorare in orari estremi e più o meno ha fantasma del ragazzo negli ultimi 2 anni della loro relazione prima di servirlo con i documenti.

Circa 6 mesi dopo la finalizzazione del divorzio, ha iniziato a pentirsi di aver divorziato, quindi ha iniziato a perseguitarlo sui social media. Dal momento che il ragazzo non stava scaricando il 75% del suo stipendio nel mutuo di qualcun altro, si era comprato una nuova macchina, una nuova motocicletta, viveva in una bella casa tranquilla e si era trovato una bella ragazza.

Inutile dire che è diventata piuttosto gelosa e ha cercato di riconquistarlo. Fondamentalmente le ha detto "non faccio giochi infantili. Vai avanti.".

Crediti immagine: ViperThreat

#5

Ero molto infelice e l'ho incolpato per tutto questo, quando era solo una parte. Avrei dovuto restare e impegnarmi di più per farlo funzionare. Ho frequentato un paio di persone da allora e solo ora mi rendo conto di quanto fossi compatibile con il mio ex e di quanto sia raro.

Crediti immagine: unrliable_narrator

#6

L'ho fatto durante una psicosi. Una volta che le medicine hanno colpito e sono tornato in me, era troppo tardi.

Crediti immagine: anon

#7

Non volevo il divorzio. Mi ha lasciato per qualcun altro, solo per fare ping pong avanti e indietro finché non ho detto "diavolo no". Ed è stato allora che ho capito che non avrei mai potuto superare quello che era successo tra di noi. Vorrei poterlo fare e penso che da allora abbia avuto molti rimpianti. E nonostante tutto quello per cui ho cercato di perdonarlo nel corso degli anni (non era la prima volta), ANCORA sento che forse avrei dovuto provare a perdonarlo ancora una… più… volta… Per il per il bene dei bambini, se non altro. Ma a che punto traccio la linea? Dopo oltre 10 anni in cui ha cercato l'attenzione di altre donne, quando dico "basta"?

Per quanto mi abbia fatto male andare fino in fondo, non mi sentivo come se non avrei potuto avere rispetto di me stesso se non l'avessi fatto.

#8

Ho avviato il divorzio perché ero infelice, stava diventando una persona che non riconoscevo più e anche io lo ero.

Litigavamo regolarmente, trascorrevo sempre più tempo lontano da casa e mi sentivo meglio.

Sono passati 18 mesi da quando me ne sono andato e mi manca ogni giorno. Non so, in realtà me ne pento, ma vorrei aver provato di più.
È anche con punti positivi e negativi, ma ho deciso che so che volevo più trascorrere metà del mio tempo infelice e, più di ogni altra cosa, volevo che anche lui fosse felice più spesso.

Crediti immagine: msmthrowaway101

#9

Era stata ritirata e si era comportata in modo strano per un paio di settimane, inclusa una crociera di 5 giorni. Alla fine l'ho sollevato durante un litigio e lei ha ammesso di comportarsi in modo diverso perché si era "arresa". Ho detto che se non ci avrebbe nemmeno più provato, allora avrei voluto il divorzio. Il giorno dopo, mi ha chiesto se avrei preso in considerazione invece una separazione. Ho accettato, ma era sostanzialmente finita. Non si sarebbe mai più impegnata di nuovo nella relazione.

Abbiamo finito per parlare molto di più nei prossimi mesi. In realtà, in alcune aree, più di quanto non avessimo mai avuto nei sedici anni precedenti. Ma ci vorrebbe un po' di lavoro per superare le difficoltà che abbiamo avuto. Era chiaramente disinteressata a fare qualsiasi di quel lavoro. Dopo alcuni mesi di separazione ha deciso che aveva finito.

Mi dispiace che correre la bocca in un momento di rabbia sia una scusa che ha usato più e più volte sul motivo per cui non avrebbe provato. Mi dispiace che i miei figli abbiano dovuto affrontare questo a causa della mia bocca. Rimpiango di aver perso la "famiglia" a cui mi ero avvicinato troppo.

Non mi pento che il matrimonio sia finito. Non appena ci siamo separati, ho iniziato la terapia per i miei problemi di rabbia. Quella terapia mi ha messo emotivamente in un posto migliore di quello in cui sono stato da quando ero un adolescente. Quando si è trasferita, ho scoperto di non essere stata davvero così felice come pensavo.

Crediti immagine: wbg34

# 10

Lo odio. Non lo volevo, ma alla fine sono stato io a dover archiviare. Aveva una relazione con un giovane impiegato e io volevo comunque farlo funzionare. Ha iniziato a fare alcune mosse finanziarie e avevo bisogno di presentare la domanda in modo da ottenere la mia giusta quota dei nostri beni. Odio dire che sono divorziato, ma in realtà lo odio di più. Se c'è una parola che è più forte dell'odio, è quello che provo per lui e per la spazzatura per cui mi ha lasciato. Mi hanno distrutto mentalmente. Vorrei non dover divorziare, quindi sì, un po' me ne pento.

Crediti immagine: heartbroken1997

# 11

Mi pento di riempire così velocemente come ho fatto. Realisticamente quando se ne è andata. Avrei voluto spezzare il telefono a metà e andarmene per qualche giorno… invece ogni lato ha continuato a intensificarsi e siamo finiti dove siamo ora… praticamente scivolato oltre l'orizzonte degli eventi del buco nero che è il divorzio.

Spero ancora in una riconciliazione, ma sto ancora divorziando, ma voglio davvero che torni il mio migliore amico e voglio che il nucleo familiare torni insieme.

Crediti immagine: Travb1999

# 12

Pensavo che non funzionasse e che non la amavo più. Ora, in retrospettiva, mi rendo conto che era diverso.

Fondamentalmente quello che è successo è che eravamo entrambi così simili che abbiamo persino avuto gli stessi problemi mentali (niente di grave). Dopo che ho fatto un trattamento psichiatrico ed è migliorata, ha iniziato a peggiorare (come una malattia contagiosa tardiva eh). Ho pensato che fosse solo il suo essere ca**o. Dopo che abbiamo divorziato ha fatto anche un trattamento psichiatrico ed è tornata ad essere la donna di cui mi ero innamorato, ma dopo i tentativi falliti di tornare insieme la relazione è semplicemente peggiorata e non c'era modo di tornare ad essere una coppia.

Sono stato depresso per un anno e sono migliorato di recente. Eravamo una coppia davvero felice, ci amavamo moltissimo, avevamo progetti e cose del genere. Era lì per me quando avevo bisogno di aiuto psichiatrico, ma non ero lì per lei quando l'ha fatto. Quella sensazione di essere in colpa mi ha fottuto per molto tempo.

Oggi posso dire di essere felice. Parliamo forse una o due volte al mese. Ci amiamo ancora ma non vogliamo rischiare di fottere questo fragile legame tornando insieme. Ci vogliamo solo bene e va bene. Inoltre ho imparato molto dall'intera esperienza e grazie ad essa sono diventato una persona migliore, quindi sarò per sempre grato per aver avuto un partner così eccezionale.

Crediti immagine: anon

# 13

Ho avviato il divorzio perché pensavo che la mia depressione fosse genetica, ed entrambi volevamo VERAMENTE dei figli. Non potevo giustificare costringere un bambino a sentirsi come me, quindi le ho detto che non avrei avuto figli. Voleva così tanto essere una mamma, quindi le ho detto che forse sarebbe stato meglio divorziare per poter trovare qualcuno con cui avere figli. Dopo il divorzio ho scoperto di avere la sindrome dell'intestino permeabile, che in pratica significa che il mio intestino non digerisce correttamente determinati cibi e lascia che le cose cattive nel mio flusso sanguigno abbiano causato la mia depressione. Dopo aver sistemato la mia dieta e aver trovato il farmaco giusto, sono stato molto meglio. Ho cercato di aggiustarlo con lei, ma avevo danneggiato la nostra relazione irreparabilmente ai suoi occhi.

Non passa giorno in cui non penso a lei. Dopo il divorzio mi sono trasferita in Europa per stare con la mia famiglia. Darei qualsiasi cosa per togliere tutto il dolore che le ho causato.

Crediti immagine: JamesDePression911

# 14

Non io, ma un gentile signore anziano che sapevo aveva divorziato dalla sua prima moglie quando la loro figlia aveva otto anni. Alla fine si risposò e ebbe un figlio.

Una volta mi ha detto che se avesse potuto rifare la sua vita, non avrebbe mai divorziato. Ama la sua attuale moglie e ama suo figlio, ma ha detto: "Non importa i problemi che ci sono stati nel mio primo matrimonio, perderli non valeva il dolore e la sofferenza che il divorzio ha causato a mia figlia".

Crediti immagine: cieli_autunnali

# 15

L'ho tradito. Ero sicuro che quella fosse la fine e dovevo punirmi. Era disposto a provare a risolverlo, ma pensavo che il danno fosse fatto e che dovessi andare avanti per trovare la felicità. In seguito scopro che ero depresso da un po' e che avrei potuto barare come un atto disperato di "cercare di far accadere qualcosa". Non ho mai rimpianto una sola cosa in vita mia.

Vorrei solo aggiungere che sono assolutamente consapevole di meritare completamente il risultato, ed è solo qualcosa con cui dovrò provare a convivere. È il più grande sentimento di rimpianto che abbia mai provato, e anche se mi ha perdonato, non perdonerò mai me stesso.

Crediti immagine: CatsyKat

#16

Assolutamente sì. Non parlo con il mio ex, quindi non so come si sente.

È in parte la paura di essere rifiutato e in parte la convinzione che "se non funzionasse allora, non funzionerebbe ora" che mi impedisce di allungare la mano.

Eravamo giovani e stavamo entrambi cambiando, credo. E mi sentivo come se non potessi essere chi volevo quando eravamo insieme, ma ora mi chiedo se mi avrebbe accettato mentre cambiavo.

Crediti immagine: lil_ginge

#17

Era un alcolizzato, molto controllato e violento. Stava peggiorando e finalmente ne avevo abbastanza. Non volevo che mio figlio crescesse così, quindi ho ricevuto un ordine restrittivo e me ne sono andato. Non mi manca affatto e so di aver fatto la cosa giusta per me… una parte di me vorrebbe aver cercato di resistere e ottenere più consulenza/aiuto per l'ex (anche se so che in fondo quelli sono solo cerotti e sarebbe tornato al comportamento terribile…provato prima molte volte)…solo per il bene di mio figlio. Temo che sarebbe stato più felice se fossi rimasto solo … anche il tempo delle visite (dovrebbe essere supervisionato dai membri della famiglia ma comunque) mi uccide per la preoccupazione. Ci sono stati molti momenti belli (sobri), ma quando è stato brutto è stato terribile… in fondo so di aver fatto la cosa giusta, nessuno dovrebbe avere paura di tornare a casa ogni giorno e spero che la pace nella nostra vita compensa ciò che mio figlio si sta perdendo… ma continuo a indovinare la decisione e mi preoccupo che avrei dovuto sforzarmi di più per risolvere le cose.

#18

Non direi che me ne pento, ma vorrei che non fosse necessario farlo. Vorrei che mio marito fosse cresciuto e avesse ricevuto aiuto e si sarebbe sforzato di sistemarci in modo che il divorzio non fosse necessario. Non voglio assolutamente il divorzio, ma non posso nemmeno rimanere infelice.

# 19

Sì, ma solo perché non riesco a vedere i miei figli tutto il tempo adesso

Crediti immagine: yinkle88

# 20

Sembra che il mio ex marito stia cominciando a provare rammarico. In primo luogo non ho mai voluto divorziare, quindi ovviamente me ne pento, ma c'è troppo tra di noi per riconciliarsi. Vorrei che potessimo, però.

#21

Ehm si. Ma non l'ho mai voluto. Volevo lavorarci sopra. Firmato solo per via del tutto, “se li ami, lasciali andare”. 🙁

#22

Ho avviato la separazione perché nessuno dei problemi di cui avevamo parlato veniva affrontato. Non avrei lavorato di più… Ma in quel momento non ero in grado di farlo (c***o di orario di lavoro, dormendo sempre durante il giorno).

Almeno mi sono detto che non potevo. Se avessi dedicato dai 15 ai 30 minuti di sforzo in più ogni giorno, avrei potuto salvare quello che avevamo… E farla sentire molto meglio con se stessa… E noi in generale… Ma immagino di essere solo una POS pigro.

Crediti immagine: maniakmekanik

# 23

Sì. Sono triste che la mia famiglia sia stata rovinata e sono sicuro al 99% che i nostri figli abbiano vite peggiori ora. Anche il disturbo da stress post-traumatico dovuto al fatto che la mia ex dicesse che non mi amava più e che non voleva più essere una famiglia mi ha davvero rotto dentro. Non sarò mai più lo stesso.

Crediti immagine: KMillionaire

#24

L'ho pensato in questo modo: entrambi vorremmo che le circostanze fossero diverse. Ci dispiace che siano come sono. Ma non credo che mi guarderò indietro e dirò che questo è un errore. Avevamo una relazione malsana e non potevamo essere d'accordo su cosa fosse una sana. Che modo miserabile di vivere, da qui il divorzio.

#25

Non ancora divorziato. Ero infelice e l'ho lasciata dopo oltre un decennio di matrimonio. Ci sono stati anni buoni, ci sono stati anni cattivi. Mi sono trasferito e lei ha iniziato a vedere immediatamente altri tipi. Ho aspettato e alla fine ho trovato qualcuno a cui tengo. Nel frattempo, ha ritardato più e più volte la procedura di divorzio. Al giorno d'oggi, mi vuole indietro e menziona tutto, dal voler cambiare all'accettazione di alcune regole di base che dovevano davvero cambiare. Sono fatto a pezzi. Mi piace davvero molto la mia ragazza, ma a volte mi siedo e mi chiedo se potrebbe essere aggiustato e se non dare una seconda possibilità al mio ex sia davvero negativo da parte mia. È orribile.
Da un lato, amo la mia ragazza. D'altra parte, mi manca la mia famiglia. E immagino che se ci provassimo abbastanza, forse potrei divertirmi tanto con l'ex quanto con la mia ragazza. Il problema è che ogni volta che la vedo mi sento a disagio. Non so se è legato al fatto che siamo separati, alla vergogna personale, al sapere che le tengo lontana la mia ragazza, o cosa.

Crediti immagine: wtf7778

#26

In Texas (e nella maggior parte degli stati?) il tribunale non consente al genitore affidatario di allontanarsi dal PCN senza il permesso del PCN. Questo è l'ordine predefinito in qualsiasi ordine del tribunale di divorzio. Quindi, avviando il divorzio, mi sono rinchiuso a vivere in Texas quando avrei potuto semplicemente lasciare lo stato e prendere i bambini, e quando ha chiesto il divorzio, avrei stabilito la residenza per me e i miei figli in un posto migliore per tutti noi, e il Texas non avrebbe potuto fare nulla per farmi tornare.

#27

Ogni minuto di ogni giorno. Ma non volevo che finisse, di certo non come è successo comunque. 14 anni, molti sono stati tumultuosi, con alti e bassi incredibili, ma niente in confronto all'agonia del crepacuore e del dolore/perdita. Era violenta in ogni modo, ma la amo ancora ferocemente e volevo solo che ricevesse aiuto.

#28

Mi dispiace per la rapidità con cui l'abbiamo fatto (ho archiviato come subito dopo aver scoperto che stava tradendo). Non abbiamo nemmeno provato a risolverlo, ma poi abbiamo cercato di riconciliare il divorzio. È stato un pasticcio e alla fine la decisione giusta, ma penso che avremmo dovuto prenderci più tempo per capire ogni cosa.

#29

Qualche volta. Sposato 25 e insieme quasi 30 e 3/4 di esso è stato da buono a fantastico. Bambini meravigliosi e costruzione di beni condivisi. Il doloroso, doloroso colpo all'economia è difficile da recuperare alla mia età e con il mio reddito. Non ha avuto entrate negli ultimi 8 anni del nostro matrimonio, il che era parte del problema, ma era anche molto frugale, e il ragazzo che vedo ora guadagna un sacco di soldi ma spende in modo flagrante, il che all'inizio era divertente – farsi la doccia con bei appuntamenti e regali, ma ora capisco meglio perché ha così poco da mostrare per i suoi soldi. Aggiungi al fatto che sia io che il mio ex vogliamo dare eredità ai nostri figli e il divorzio praticamente lo spazza via, fa una pausa.

Crediti immagine: anon

#30

È difficile sapere che non puoi proteggerli, ma non potevi proteggerli nemmeno quando eravate insieme. Avere una famiglia stabile è meglio di niente. Insegna loro l'empatia, il rispetto di sé e la morale. Dimostra un comportamento sano. Un giorno saranno in grado di prendere la decisione da soli se vogliono l'altro genitore nelle loro vite e tu puoi essere lì per loro.

(Fonte: Bored Panda)