Le persone stanno diffondendo consapevolezza su un segnale manuale creato di recente che può essere utilizzato per indicare agli altri che sei minacciato

L'epidemia di coronavirus è stata dichiarata pandemia poco più di un anno fa e questo periodo non è stato facile per nessuno. Le persone stanno ancora lottando finanziariamente, psicologicamente ed emotivamente. I problemi che avevamo prima della pandemia iniziarono a diventare ancora più evidenti quando tutto fu bloccato. Uno di questi problemi è la violenza domestica.

Il Women's Funding Network ha riconosciuto la questione nella fase iniziale e, in connessione con la Canadian Women's Foundation, ha lanciato la campagna "Signal for Help" nell'aprile dello scorso anno. È un gesto con una mano che chiunque si senta minacciato può mostrare a un'altra persona, che potrebbe poi denunciare la situazione alle autorità. In questi giorni, le persone stanno diffondendo maggiore consapevolezza su questo gesto della mano in modo che coloro che subiscono abusi sappiano come ottenere aiuto con discrezione e in modo che gli altri possano riconoscerlo e agire.

Le persone stanno diffondendo consapevolezza sul gesto universale della mano che significa che una persona è in pericolo

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

Il gesto della mano è semplice, ma facilmente riconoscibile

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

Il gesto della mano è davvero semplice. Rivolgi il palmo verso l'altra persona, piega il pollice verso l'interno e poi coprilo con le altre dita. È anche meglio delle parole in codice, perché è stato progettato per essere discreto e puoi far sapere alle altre persone che sei in difficoltà senza emettere alcun suono o muoversi in modo evidente. Il gesto può essere mostrato durante una videochiamata, che è diventata il nostro principale mezzo di comunicazione durante la pandemia, o quando si risponde alla porta. È abbastanza semplice da realizzare, ma anche abbastanza distinto che chi lo conosce lo riconoscerà immediatamente.

Ecco perché è così importante rendere più persone consapevoli di questo gesto della mano, perché le vittime possono essere aiutate solo quando la persona a cui lo mostrano sa cosa stanno cercando di dire.

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

Molte persone non si sentono al sicuro nelle proprie case e in precedenza dipendevano dai loro luoghi di lavoro o rifugi per nascondersi dai loro violentatori. Quando tutto si è chiuso, sono stati costretti a rimanere in un ambiente in cui non si sentivano al sicuro e non potevano scappare.

La Rete di finanziamento delle donne, la più grande rete filantropica per ragazze e donne che mira all'uguaglianza di genere e alla giustizia, si è resa conto fin dall'inizio del blocco del Covid-19 che le vittime di abusi domestici avrebbero trascorso più tempo con i loro violentatori e che avrebbero dovuto avere un modo di comunicare in modo non verbale che hanno bisogno di aiuto. Così hanno lavorato con la Canadian Women's Foundation e hanno lanciato il segnale con la mano come parte della campagna #SignalForHelp.

Non sta chiedendo una ricetta per il pane alla banana

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

La scorsa settimana, le persone sui social media hanno riscoperto il gesto della mano e hanno iniziato a condividerlo ampiamente sui social media. È stato provocato dall'omicidio di Sarah Everard, che non è mai tornata a casa a Clapham, a sud di Londra. La notizia dell'omicidio si è diffusa in tutto il mondo e ha acceso una conversazione sulla sicurezza delle donne nelle strade ea casa.

Sta subendo abusi e sta segnalando aiuto senza lasciare una traccia digitale

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

Elizabeth Barajas-Román, presidente e CEO del Women's Funding Network, afferma che se ti viene mostrato questo gesto, dovresti fare semplici domande sì o no per mantenere le cose discrete, nonché domande come: "Vuoi che ti raggiunga a te regolarmente? " E: "Posso fare il check-in con te?" L'obiettivo è non allertare l'aggressore e mantenere la vittima di abuso al sicuro.

Sul sito web della Canadian Women's Foundation, dicono che dovresti controllare attentamente quella persona per scoprire cosa vorrebbe che tu facessi, perché qualcuno in una situazione pericolosa sa meglio cosa è più sicuro per loro. Ma se sai che una persona è in pericolo immediato, dovresti chiamare i servizi di emergenza locali.

Crediti immagine: Canadian Women's Foundation

Un video in particolare, condiviso dall'utente Twitter Harjinder Singh Kukreja, che mostra come il segno possa essere utilizzato in varie situazioni è diventato virale con oltre 6 milioni di visualizzazioni. È stato anche condiviso più di 100k volte; le persone stanno riconoscendo che il segno dovrebbe essere reso famoso, che è ciò che l'autore del tweet incoraggia le persone a fare. Anche se il segno è stato creato per le donne maltrattate, il video mostra che può essere utilizzato da chiunque si senta minacciato.

Ecco alcune delle reazioni che le persone hanno espresso nel video virale

Crediti immagine: KateGladstone

Crediti immagine: benni1028

Crediti immagine: wakenbrake

Crediti immagine: Homeoffree61

Crediti immagine: KateGladstone

Crediti immagine: SeimenBurum

Crediti immagine: Angela68060318

Crediti immagine: CaptainGrumpy5

Crediti immagine: helen_newlands

Crediti immagine: Cobbadigga

Crediti immagine: Homebodyboi

Crediti immagine: JagalMr

Le persone hanno iniziato a condividere non solo questo gesto, ma anche suggerimenti che le donne possono fare quando devono camminare da sole di notte o cose che gli uomini possono fare per far sentire le donne più sicure in determinate situazioni. Puoi guardare questi articoli Bored Panda sui suggerimenti che sono stati condivisi dagli utenti di Internet su come essere " intelligenti di strada " e su come gli uomini dovrebbero comportarsi in modo che le donne non si sentano a disagio con loro.

Il post Le persone stanno diffondendo consapevolezza su un segnale manuale creato di recente che può essere utilizzato per indicare agli altri che sei minacciato è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)