Le persone si rivelano quando la bilancia è caduta dai loro occhi e si sono resi conto di quanto fosse tossico il loro lavoro (30 storie)

A volte, le persone trascorrono così tanto tempo circondate dalla tossicità che non riescono più a distinguere tra comportamento sano e addirittura dannoso. È abbastanza chiaro che dovrebbero fare piani per uscire da ambienti tossici non appena possibile, ma riconoscere che qualcuno è in uno non è così facile come pensi. Soprattutto quando sei nel bel mezzo di tutto e non puoi permetterti un attimo di tregua per avere una prospettiva diversa. Tuttavia, a volte ci vuole un solo momento prima che la bilancia cada finalmente dagli occhi delle persone.

Redditor u/Expwar ha chiesto ai lavoratori che navigano su r/AskReddit di aprirsi e condividere il momento in cui si sono resi conto che il loro posto di lavoro era veramente tossico. Abbiamo raccolto le storie più interessanti da condividere con te, cari Panda. Li troverai mentre scorri verso il basso. Facci sapere le tue esperienze con ambienti di lavoro tossici e come hai risolto le cose nei commenti.

Nel frattempo, leggi ciò che lo psicoterapeuta Silva Neves ha detto a Bored Panda sull'importanza di avere confini fermi al lavoro e su ciò che spinge le persone a essere scortesi, invadenti, maleducate ed esigenti. (Avviso spoiler: di solito è dovuto alla paura.)

#1

Quando la mia compagna stava dando alla luce il nostro unico figlio.

Avevo passato settimane a prepararmi per andare via per due settimane per stare con lei durante e dopo il parto, avevo tenuto molti incontri, cross-training ecc. (ero il manager di un'azienda tecnologica). Avevo accumulato molto tempo per le ferie.

Il mio secondo giorno libero il mio compagno va in travaglio e noi andiamo in ospedale. Durante il travaglio l'amministratore delegato ha chiamato ripetutamente il mio cellulare e alla fine ho risposto e gli ho detto che il mio partner era in travaglio e io ero in vacanza. Mi ha completamente strappato la testa e mi ha detto di aprire il mio computer e finire i rapporti. Questi erano rapporti che avevo addestrato a fare qualcun altro, e in realtà altri all'interno dell'azienda erano perfettamente in grado di fare.

Poiché eravamo al verde (sì, ero sottopagato) ho finito per fare i rapporti in ospedale, ho fatto una breve pausa durante il parto, poi sono tornato a lavorare fino a quando non siamo stati rilasciati. Abbiamo trascorso un paio di giorni con il nostro neonato, ma poi sono dovuto tornare al lavoro perché il mio telefono stava esplodendo. Quella settimana ho finito per lavorare dalle 6 del mattino a mezzanotte alcuni giorni per far riprendere tutti mentre il mio compagno era a casa per riprendersi dal parto e imparare a essere una mamma.

Tutto in me voleva smettere, ma sapevo che avevamo bisogno del prossimo stipendio e in quel momento non potevo combattere una sfida legale con il mio datore di lavoro. Mi hanno preso proprio dove volevano e hanno reso la mia vita un inferno mentre mio figlio veniva appena al mondo.

Mai più.

Crediti immagine: throw_away_TX

Bored Panda ha contattato Silva, uno psicoterapeuta del Regno Unito, per parlare del motivo per cui i confini molto chiari sono vitali se ci sentiamo costantemente calpestati, l'importanza di essere gentili e di capire chi ci è vicino, se al lavoro o al di fuori di esso, e cosa implica la mancanza di empatia verso una persona.

Secondo lo psicoterapeuta britannico Silva, la gentilezza che mostriamo al mondo, alla nostra cerchia sociale e a tutti coloro che incontriamo durante il giorno risponde alle domande fondamentali su chi siamo come persone, nel profondo. In breve, attraverso le nostre azioni quotidiane e le interazioni con i nostri colleghi, riveliamo a tutti gli altri come viviamo, cosa apprezziamo e cosa pensiamo delle persone a noi più vicine. Ha notato che le persone tendono ad essere più gentili durante le festività natalizie, ma devono ricordarsi di estendere questa gentilezza ed empatia durante tutto l'anno.

#2

"Perché devi essere in ospedale se tua moglie è quella che ha l'aborto?"

Una vera e-mail che ho ricevuto mentre raccoglievo il sangue di mia moglie dal pavimento al pronto soccorso.

Crediti immagine: Resolute002

#3

Quando il mio manager ha detto che non ero un giocatore di squadra per aver rifiutato un turno il giorno del mio matrimonio.

Crediti immagine: eatpaintsleeprepeat

"Penso che sia una buona pratica ricordare a noi stessi tutto l'anno che tipo di esseri umani vogliamo essere: qualcuno che è gentile e contribuisce alla bontà dei nostri cari, della cerchia sociale e della società più ampia, o qualcuno che vive nella paura, nella rabbia e nella protezione?" Silva ha detto a Bored Panda che dovremmo sforzarci di essere gentili con gli altri e rimanere compassionevoli, indipendentemente dalla situazione. Dovremmo essere gentili con i nostri colleghi ed essere sempre consapevoli dei loro limiti, che siano o meno le festività natalizie.

"Può essere difficile nel mondo in cui viviamo perché c'è molta paura e ansia intorno, ed è facile dimenticare la nostra natura gentile per proteggere noi stessi e i nostri valori", l'esperto ha riconosciuto che essere gentili è tutt'altro che facile con come le cose sono difficili attualmente, tuttavia, dovremmo comunque sforzarci di essere empatici e rispettosi, anche se abbiamo paura.

#4

Avevo un lavoro in cui la madre della mia ragazza era il mio capo, quindi credo che il momento in cui mi sono reso conto che il mio posto di lavoro era tossico è stato quando la mia ragazza mi ha tradito e poi la mamma della mia ragazza ha assunto il ragazzo con cui mi ha tradito. Col senno di poi, probabilmente più del semplice posto di lavoro era tossico.

Crediti immagine: the-cschnepf

#5

Quando mi sono svegliato in ospedale dopo aver tentato di togliermi la vita al lavoro.

#6

Quando qualcuno è stato chiamato nell'ufficio del manager, è tornato a inscatolare la scrivania e se ne è andato. Quando ho chiesto al manager se stava bene, mi è stato detto: "Non parliamo delle persone dopo che se ne sono andate".

Se qualcuno smetteva o veniva licenziato, semplicemente non veniva più menzionato. Era un AF inquietante.

Crediti immagine: shock solare

Silva ha suggerito a Bored Panda che le persone dovrebbero cambiare il modo in cui vedono qualcuno che è invadente, maleducato, esigente o scortese. Ha sottolineato che la vita di queste persone è spesso governata dalla paura e che meritano la nostra compassione nonostante il modo in cui ci trattano.

"Una parte dell'essere gentili è ricordare a noi stessi che quando incontriamo qualcuno che è scortese, di solito significa che quella persona ha paura di qualcosa e può aiutare a rimanere empatici e gentili con qualcuno che è scortese", ha detto. Anche se questa non è una scusa per permettere agli altri di calpestarci. Ci devono essere dei limiti alla nostra compassione se qualcuno è maliziosamente scortese o sprezzante nei nostri confronti.

"Non significa che dovremmo perdonare comportamenti spiacevoli irragionevoli, perché essere gentili significa anche avere confini forti in modo che tutti possano sentirsi al sicuro al loro interno", ha detto Silva che dobbiamo trovare un equilibrio tra difenderci ed essere gentili con chi non è gentile .

#7

Quando il mio capo mi ha chiamato "cicciona**" davanti a una stanza piena di miei colleghi.

Crediti immagine: amboy_connector

#8

Un paio di anni fa è morto mio padre. Dopo il mio lutto e sono tornato al lavoro, il mio capo è venuto da me, mi ha guardato dritto negli occhi e con un sorriso ha detto "sai cosa ti farà sentire meglio? Fare più lavoro.”

Crediti immagine: mbrennan993

#9

Il mio lo era, e ho raccontato questa storia un paio di volte qui, ma quando dopo essere stato upskirted al lavoro (17F, l'uniforme era gonne, un negozio per bambini/ragazzi) il mio manager (fine anni '30, maschio) mi ha comprato del pizzo nero biancheria intima e me li ha regalati per Natale. Davanti a tutta la squadra. Al personale fare. Era ironico, insinuando che avrebbe dato a un futuro "qualcosa da guardare". Ricordo di essermi sentito umiliato e disgustato, ma ho dovuto cercare di salvare la faccia. Sentivo che l'incidente era colpa mia.

Dopodiché, il "Amo il mio lavoro e la mia squadra e sono felice di lavorare in questo campo e farò di tutto per loro" è andato in frantumi. I miei occhi si sono aperti a turni illegalmente lunghi, sottopagati, che segretamente ci facevano coprire mentre lui faceva finta di essere dentro e ci pagava in contanti in modo che l'amministratore delegato non lo scoprisse, un "assumiamo solo ragazze carine perché è bello incoraggiare bambini o adolescenti timidi e aggiungi al tema divertente!” essendo molto più nefasto e anche moralmente corrotto. Cose sul posto di lavoro più completamente inadeguate.

Ho pensato per cinque anni di fare coming out e parlare dell'azienda. È piuttosto noto nel Regno Unito. I dipendenti del passato hanno detto lo stesso e molti si stanno ancora riprendendo dopo anni dalla partenza. Ma ho sempre avuto troppa paura e so troppo bene che molte persone sosterrebbero ancora nonostante cose come questa venissero fuori.

Crediti immagine: playbypaper

Nel frattempo, la life coach Lindsay Hanson mi ha spiegato in precedenza che ognuno di noi è responsabile di stabilire i limiti che siamo disposti a tollerare sul posto di lavoro. Se le risorse umane non ti ascoltano, puoi comunque provare a parlare con il tuo capo di eventuali problemi importanti relativi all'ambiente di lavoro.

"Se senti che non c'è niente che puoi fare per cambiare la situazione e l'azienda o le persone coinvolte non sono disposte a cambiare, allora devi decidere se sei disposto a rimanere in quell'ambiente o meno", ha spiegato a Bored Panda.

"Una buona domanda da porsi è, anche se questa situazione tossica dovesse cambiare, vorrei ancora lavorare qui?" il life coach ha sottolineato che questa è la domanda che dovremmo porci prima di iniziare a dedicare molto tempo ed energie per cambiare in meglio l'azienda. Secondo lei, abbiamo due opzioni. O cerchiamo una via d'uscita dalla situazione in cui ci troviamo o cerchiamo di trovare la felicità o almeno la contentezza nell'ambiente in cui ci troviamo.

#10

Un paio di colleghe sono andate dal responsabile delle risorse umane per sporgere denuncia per sessismo sul posto di lavoro, relativo allo stesso ragazzo. Gli è stato detto dal responsabile delle risorse umane e dal loro capo che la società non avrebbe fatto nulla al riguardo, perché sarebbe stato molto doloroso per quest'uomo sentire che il suo comportamento era sbagliato…

Più tardi, quando alcuni sondaggi anonimi hanno mostrato che i dipendenti non erano davvero così felici come (l'azienda) stavano affermando sui social media, e le persone si sentivano persino discriminate sul posto di lavoro, lo hanno nascosto sotto il tappeto dicendo che le persone erano troppo stressate quando hanno compilato il sondaggio, come quello non è un problema da solo.

Molte altre cose di questo tipo, ma questo è sicuramente quando ho capito che dovevo andarmene.

Crediti immagine: uselessacount4ever

#11

Mio padre e il mio datore di lavoro mi hanno assillato per essere stato in ospedale con mio figlio per tipo dieci giorni.

Crediti immagine: nicholasgnames

#12

Quando il mio capo è arrivato alla mia porta cercando di aprire la porta di casa, accusandomi di aver mentito sulla mia malattia e urlando che avrebbe trovato un avvocato e avrebbe trovato un modo per licenziarmi legalmente. non sono mai tornato indietro

Crediti immagine: Hand_of_bags

"L'idea che non puoi cambiare la tua situazione a causa della pandemia è molto limitante. Ci sono ancora aziende che assumono. Ci sono ancora modi per fare soldi da soli. C'è sempre un modo per cambiare la tua situazione attuale: raccontarti essere bloccato si sente molto limitante", mi ha detto.

"Ancora una volta, torna a ciò che sei disposto a tollerare. Puoi fare tutto ciò che è in tuo potere per attirare l'attenzione sulla situazione tossica e tentare di cambiarla. E alla fine della giornata, hai sempre il controllo sul tuo mentalità, come stai reagendo alla situazione e quanto lasci che ti influenzi".

#13

Sono stato assunto mentre mia moglie era a circa 6 settimane dal parto. Ho detto al proprietario nell'intervista che avrei avuto bisogno di almeno una settimana di riposo nelle prossime 6-8 settimane quando arriva mio figlio. Aveva un bambino autistico e guidava il capitolo locale dei discorsi sull'autismo, quindi ho pensato che fosse un ragazzo a posto.

Quando è nato mio figlio, il manager mi ha chiamato ogni giorno e mi ha chiesto quando tornavo, perché nessuno stava facendo il mio lavoro.

Sono tornato dopo 3 giorni di assenza dal lavoro. Mio figlio è nato venerdì, tornato al lavoro mercoledì….

Sono stato licenziato 2 settimane dopo…..come nuovo padre all'età di 28 anni…..

Crediti immagine: shadow247

#14

Quando piangevo per l'ansia di aprire le mie e-mail ogni mattina

Crediti immagine: UConnUser92

#15

Quando il sindacato mi ha detto "Queste sono solide prove di molestie, ma purtroppo l'unico modo per vincere è pagare un avvocato e fare un processo contro i tuoi capi. E loro sono ricchi, conosciuti e tu sei straniero. Non hai possibilità e tutto quello che posso consigliarti è di smettere."

Crediti immagine: Thorbork

In precedenza, Eddy Ng, Smith Professor of Equity & Inclusion presso la Queen's University, ex James and Elizabeth Freeman Professor of Management alla Bucknell University, mi ha detto che i dipendenti dovrebbero esaminare le normative sulla salute e sicurezza sul posto di lavoro per ricevere aiuto se le risorse umane e i loro manager sono non risponde a testimonianze su ambienti di lavoro tossici, ad esempio molestie o bullismo.

Tuttavia, ha avvertito che lasciare qualsiasi lavoro è una decisione difficile. I lavoratori devono considerare la loro situazione finanziaria, la fase della vita, la capacità di adattamento e altre cose prima di prendere questa decisione che dipende da fattori molto soggettivi.

"Questo è esacerbato anche dalla pandemia. Se l'ambiente tossico diventa un problema per la salute e il datore di lavoro non risponde, puoi dimetterti e citare in giudizio il datore di lavoro per licenziamento costruttivo", ha detto il professore a Bored Panda.

"In genere, è più facile cercare un altro lavoro mentre ne sei ancora in uno, quindi non devi spiegare le lacune nell'occupazione o i problemi passati con un potenziale datore di lavoro", ha affermato.

#16

Hanno usato la pandemia per tagliare i bonus, congelare gli stipendi e rimuovere la maggior parte dei benefici. Quando siamo diventati pubblici, non ci hanno dato praticamente nulla. Gli amministratori delegati e i loro compari si riempirono le tasche.

Un po' di storia: siamo stati acquisiti da questa azienda e assorbiti. La nostra vecchia compagnia era l'assoluta SH*T!!! Gite a Las Vegas/Barcellona, ​​birre a pranzo, feste aziendali malate. Eravamo una delle aziende più in voga del settore. TUTTI volevano lavorare per noi. Avevamo persone che pianificavano di trasferirsi da tutto il mondo per essere nel nostro ufficio. Hanno messo a nudo tutto questo subito quando ci hanno assunto e hanno installato un'atmosfera più "aziendale".

Tutte le cose divertenti sono state sostituite con municipi obbligatori dove predicano "comunità", "passione" e "integrità". Poi hanno lanciato una bomba su di noi: "stavamo diventando pubblici!" Durante questo periodo hanno congelato gli stipendi e tagliato i bonus. La società è diventata pubblica e non hanno dato un cazzo ai dipendenti. Invece di essere ricompensati come ci era stato promesso, hanno lanciato il piano RSU più avaro che abbia mai visto.

A peggiorare le cose, il CFO è un fottuto sessista. Chiama le donne puttane in faccia e dice la merda più dispregiativa quando non sono in giro.

La ciliegina sulla torta è che ricevevamo $ 1k in contanti come bonus per le vacanze. Quest'anno abbiamo ricevuto cappelli con il logo dell'azienda e un power bank (ovviamente dall'armadio del malloppo).

Crediti immagine: Throwawayx01928

#17

Non è sempre stato così. Sono stato fortunato ad avere un capo che ha preso molto sul serio il suo ruolo di mentore. Voleva che imparassimo, migliorassimo, ecc. ed è stato gentile a riguardo. Ricompenserebbe un buon lavoro, ti correggerebbe quando commettevi un errore, ti sgriderebbe/ti sgriderebbe solo quando te lo meritavi davvero e ammetterebbe quando ha commesso un errore.

Si ritirò e lasciò l'azienda nelle mani di un tizio che era un vero stronzo. Completamente l'opposto. Non ricompenserebbe un buon lavoro: se facessi qualcosa che fosse perfetto al 99%, ti urlerebbe e ti rimprovererebbe per l'1% che non era perfetto. L'ultima goccia per me è stata la volta in cui ho ricevuto un nuovo file, ho trascorso settimane a lavorarci sopra e ho preparato una lettera completa che spiegava tutto ciò che stavamo facendo, cosa avevamo programmato di fare in futuro e che offriva un'analisi dettagliata dell'intero cosa. Assh*le mi ha urlato contro perché il SUO nome dovrebbe essere sulla riga della firma di quella lettera perché "il tuo unico lavoro è farmi fare bella figura!"

Mi ha urlato contro un conto, sbagliando il mio nome molto semplice in un'e-mail di follow-up. (Ho uno di quei nomi che ha un'ortografia comune e un'ortografia accettata, ma leggermente meno comune come Steven/Stephen. Ha usato quello sbagliato.) Il secondo socio più anziano ha riferito che LUI aveva messo gli elementi discutibili nel conto dopo l'avevo preparato. Ad Ash*le non importava.

Smetto. Molte altre persone hanno smesso. Ho sentito un anno dopo che letteralmente tutti avevano smesso. Hanno assunto nuove persone, incluso il fratello del secondo socio più anziano. Hanno smesso tutti in meno di un anno. Ha perso il suo più grande cliente. Hanno dovuto rinunciare alla grande suite di uffici che hanno costruito nel 2012. Non posso dire che mi rattristi sentire di tutto ciò.

Crediti immagine: Thirty_Helens_Agree

#18

Quando il mio capo ha iniziato a guardare le telecamere del negozio ogni sera per scegliere ogni minimo dettaglio, l'ho fatto in modo che potesse arrabbiarsi con me per questo.

Crediti immagine: Goodlove23

#19

I miei genitori hanno inviato un pacco di Halloween pieno di caramelle al mio posto di lavoro, scritto a "cura dei lilsunflowers". La prossima volta che sono stato al lavoro, non sono riuscito a trovare il pacco – in seguito mi è stato detto che era stato aperto e tutte le caramelle erano state mangiate

Crediti immagine: lilsunflowers

#20

Quando volevano darmi un punto di presenza perché un terrorista ha fatto esplodere l'edificio at&t a Nashville e non avevo Internet per lavorare nel mio turno di Natale.

Crediti immagine: balancebycj

#21

Abbiamo raggiunto un punto in cui dovevamo regolarmente aspettare per incassare i nostri stipendi. Fondamentalmente ci è stato detto che dovevamo completare e pagare gli ordini, in modo che il conto avesse abbastanza soldi per pagarci.

Durante questo periodo, il capo è andato in vacanza che è stata semplicemente fantastica per il morale.

Il mio manager ha dovuto prendersi un giorno libero, mettendomi effettivamente al comando per la giornata. Ho scritto al mio manager, "Cosa devo fare se l'IRS si presenta? lol". 2 ore dopo un agente dell'IRS si è fermato a cercare il mio capo.

Ho trovato un nuovo lavoro non molto tempo dopo.

Crediti immagine: [cancellato]

#22

Un collega maschio è stato promosso sopra di me. Sono stato costretto a frequentare un corso di formazione da lui tenuto che inizialmente gli avevo insegnato a fare. Il mio lavoro non farebbe eccezione per me, nonostante sia il formatore originale del reparto. Ero una delle due donne del mio dipartimento e non ho mai visto una promozione o un aumento, nonostante lavorassi lì da cinque anni. I miei colleghi maschi erano dei tipici fumatori e non hanno avuto problemi con promozioni/aumenti.

Crediti immagine: emsquad

#23

Quando il mio manager di 30 anni ha cercato di baciare letteralmente ogni ragazza che lavorava lì oltre a me di 16 anni. Ha solo fatto commenti grossolani sul fatto che fossi quasi maggiorenne.

#24

Una delle metriche del mio lavoro su come viene classificata la nostra performance è "partenza puntuale". Otteniamo così tanti punti se siamo entro -10, -5, 0, 5 o 10 minuti dal programma.

La gente cerca di imbrogliare manomettendo gli orologi e questo è un reato punibile.

Ero bravo a partire presto o in orario la maggior parte delle volte. Ho ricevuto una telefonata un giorno per avvertirmi che ero sotto inchiesta perché avevo più punti in azienda. Pensavano che stessi barando, è stato allora che ho capito che dovevo andare. Non avrei iniziato ad essere in ritardo per evitare ripercussioni

Crediti immagine: wearsAtrenchcoat

#25

Quando un capo mi ha detto di andare al porto per corrompere i funzionari lì per rilasciare diversi container di materiali per l'hotel che stavamo costruendo. Non l'ho fatto (e nemmeno quella stronzata).

Crediti immagine: BillionTonsHyperbole

#26

Quando il nostro capo ha litigato con uno dei manager (sua figlia) nel mezzo dell'ufficio.

Avevo appena iniziato lì 3 settimane fa ed è stato assolutamente sbalorditivo da guardare. Ho guardato intorno ai miei colleghi e tutti stavano guardando altrove, facendo del loro meglio per stare zitti e non guardare nessuno dei due. La persona alla scrivania accanto alla mia ha visto la mia faccia scioccata e ha sussurrato "lo fanno spesso. Ignoralo".

Crediti immagine: gettato12212020

#27

Ha lavorato in un ospedale psichiatrico per un paio d'anni. Questa è una conversazione (parafrasata) che una delle nostre infermiere ha avuto con il medico su un paziente che continuava ad aggredire altri pazienti e il personale. Il medico veniva fisicamente alla struttura solo due o tre volte alla settimana. Letteralmente non gliene fregava un cazzo.

Infermiera: "Pronto, dottore? Il paziente incredibilmente violento di cui ci lamentiamo tutti da settimane ha appena mandato due membri del nostro staff all'ospedale. Sono abbastanza sicuro che uno di loro abbia un'anca rotta. Può per favore dimettere questo ragazzo così noi può farsi prelevare dalla polizia?"

Dottore: "No. Porta solo più personale. Se mi chiami e mi infastidisci di nuovo per questo lo terrò nella struttura ancora più a lungo. E solo per questa telefonata annullerò i miei giri per la giornata. Ora puoi occupati di TUTTI i pazienti che si incazzano. Buona fortuna, non disturbarmi di nuovo. "

Infermiera: "Fantastico. Grazie."

Non eravamo attrezzati o dotati di personale per gestire pazienti come questo ragazzo. Non avrebbe mai dovuto essere ammesso nella nostra struttura. Questo è solo uno di questi casi di questo tipo di situazione. Il dottore ammetteva spesso pazienti come questo che porterebbero il nostro personale al limite assoluto. Il dottore sapeva e capiva benissimo l'impatto che avrebbe avuto sul personale e lui solo. Fatto. Non. Cura.

Crediti immagine: supahfligh

#28

Ho avuto un lavoro come ingegnere industriale che mi è piaciuto molto per 6 anni. Il tizio che l'ha reso tossico non era nemmeno il mio capo. Era il direttore operativo dell'edificio in cui ero domiciliato, ma non mi riferivo a lui. Quando ha iniziato, il mio capo gli ha detto che ero lì per aiutarlo con tutto ciò di cui aveva bisogno. Bene, un paio di settimane dopo aver lavorato lì, "ciò di cui aveva bisogno" era che coprissi un turno domenicale che iniziava alle 6 del mattino (il motivo per cui c'era bisogno di un turno domenicale era perché ha tentato di gestire quasi il doppio della quantità di volume che gli ho detto che era il massimo per un sabato ed è andato male come previsto), e ha chiamato a mezzanotte per farmi sapere. Quando non ho risposto perché ero alla mia festa di fidanzamento, è andato avanti e ha detto al suo capo e al mio capo che avevo accettato di entrare alle 6 del mattino successivo.

È stata una delle cose più stupide che abbia mai fatto quando in realtà ho annullato tutti i piani che avevo con i membri della mia famiglia che erano in città e si sono presentati. Se non l'avessi fatto, ci sarebbero stati circa 50 dipendenti in attesa nel parcheggio perché nessun altro aveva le chiavi, e la gente si sarebbe incazzata con me, ma vabbè. A quel tempo, i miei capi mi stavano affidando a progetti di sviluppo software e stavano lavorando per farmi passare a un ruolo di sviluppatore software, ma nel giro di 6 mesi stavo supervisionando l'operazione dalle 9:00 alle 21:00 MF e dalle 18:00 alle 6:00 il sabato sera e Ero stato ritirato da tutti i miei progetti software. Ho smesso per fare un bootcamp di ingegneria del software e ora sono un ingegnere del software.

#29

Beh, non lo definirei esattamente tossico, tutti erano abbastanza educati, ma una volta ho lasciato un lavoro quando mi è diventato chiaro che il compito da svolgere non poteva essere consegnato in tempo, e la mia direzione ha rifiutato i tre piani alternativi che avevo presentata.

Il mio diretto superiore mi ha anche detto parole del tipo "Sono d'accordo che hai ragione, ma non posso vendere il tuo piano al senior management", quindi gli ho detto "allora non ha senso che resti mentre questo progetto crolla ", e gli ho consegnato il mio distintivo.

#30

La mia realizzazione è arrivata tardi.

Sono stato licenziato da un lavoro con una buona paga e benefici, ma avevo a che fare con lunghe ore di lavoro, molto stress, un dipartimento con il morale basso e un manager senza mani che sembrava preoccuparsi dell'azienda più di me.

Anche se il posto era tossico, mi è dispiaciuto andarmene. Ero lì da anni e il lavoro era in un campo che conosco molto.

Pochi giorni dopo il licenziamento, ho partecipato a un evento non lontano dall'edificio in cui lavoravo. Quando ho visto l'edificio, il primo pensiero che mi è venuto in mente è stato: "Sono contento di non dover tornare lì Domani!"

Qualcosa da qualche parte, nel profondo del mio cervello o della mia anima, mi aveva appena detto che il lavoro da cui ero stato appena licenziato non era per me.

(Fonte: Bored Panda)