Le persone condividono i loro pensieri su Fur vs. Opzioni vegane, e potrebbe farti pensare due volte al tuo prossimo acquisto

Negli ultimi anni, molti marchi di moda sono andati senza pellicce (e senza pelle), da Gucci a Tommy Hilfiger e Michael Kors. Il recente aumento del movimento anti-pelliccia mostra che sempre più persone sono interessate ai diritti degli animali e all'ambiente. L'industria dell'abbigliamento si sta ora spostando verso prodotti più consapevoli, sostenibili e rispettosi degli animali e dell'ambiente.

Ma il dibattito tra pellicce e vestiti vegani è tutt'altro che finito e l'argomento è controverso come sempre. Così recentemente, le persone hanno avviato un thread su Tumblr per far luce sul fatto che indossare vestiti di pelliccia e pelle sia davvero così dannoso per gli animali e l'ambiente, e se i vestiti vegani sono davvero così innocenti e rispettosi degli animali.

L'utente di Tumblr teaboot ha scritto per la prima volta "Capisco perché alla gente non piacciono i prodotti in pelle e animali", ma ha poi continuato affermando che indossa ancora il cappotto di pelle di sua madre del 1989.

Altre persone si sono unite, introducendo alcuni ragionamenti illuminanti sul motivo per cui i prodotti di animali e pellicce potrebbero essere effettivamente superiori all'abbigliamento vegano. Leggi il thread completo in basso, che sicuramente darà a tutti molto su cui riflettere su questo argomento caldo.

Questo thread di Tumblr che difende pellicce e vestiti di animali da quelli vegani dà molto a cui pensare

Questa persona ha cercato di sfatare la convinzione che i materiali vegani siano superiori a quelli naturali, sostenendo che è solo un'altra forma di plastica

Bored Panda ha contattato Vaida Baranove , musicista e ambientalista devota che ha commentato l'acceso dibattito che si è svolto nel thread. "Sì, i vegani non indossano abiti o accessori realizzati con materiali di origine animale: pelle, pelliccia, seta, lana, velluto, ecc.", Ha detto.

Tuttavia, "poiché molti di questi materiali sono spesso più sostenibili delle loro alternative vegane (ad esempio, una giacca di vera pelle può facilmente fornire calore per più di una generazione), dobbiamo ricordare che i vegani, proprio come gli altri attivisti, devono scegliere le loro battaglie. " I vegani, ha spiegato Vaida, scelgono sempre la battaglia per gli animali.

Questa persona ha spiegato perché materiali naturali come canapa, cotone e lino potrebbero non essere un'opzione

Ma quando si tratta di contesti culturali, le cose si fanno un po 'più complicate. “Tuttavia, come vegano, chiederei a qualcuno che vive nell'Artico di indossare un cappotto di peluche o un piumino invece di quello di pelliccia? Assolutamente no. Perché diavolo dovrei cercare qualcuno che sta già lottando per sopravvivere in condizioni così dure? "

Detto questo, Vaida ha detto che come vegana, chiede ai suoi amici dell'Europa occidentale di smettere di comprare scarpe di pelle. "Il loro conforto non è una ragione sufficiente per uccidere un essere senziente."

Questa persona afferma che lana, pelliccia e piumino sono gli unici materiali che ti tengono caldo in climi rigidi

Veganismo significa che devi essere consapevole di tutti i materiali di cui sono fatti i tuoi vestiti. Mentre cotone, lino, tessuto di canapa, denim di qualità, alghe, fibra di cocco, ecc. Possono essere ottime opzioni, non sono ideali per climi più rigidi.

“C'è anche rPET, che sta per polietilene tereftalato riciclato o semplicemente 'poliestere riciclato', ovvero bottiglie di plastica riciclate. Alcuni fantastici parka caldi sono realizzati con questo tessuto ", ha detto Vaida.

Alla fine, si tratta di "non cedere alla tentazione di acquistare un sacco di articoli di fast fashion che urlano che ora sono vegani". Vaida suggerisce di acquistare in modo intelligente, di acquistare di meno e di prendersi cura dei propri vestiti.

Qualcuno ha detto che la tosatura delle pecore è dannosa, ma questa persona aveva una risposta pronta

Crediti immagine: TheJournal.ie

Crediti immagine: teaboot

(Fonte: Bored Panda)