Le persone con differenze di arti sono arrabbiate con le mani di Anne Hathaway in “The Witches”

Il primo errore che la Warner Bros ha commesso quando ha deciso di rifare il classico film horror per bambini del 1990 The Witches con Anjelica Huston , è stato quello di decidere di rifare il classico film horror per bambini del 1990 The Witches senza Anjelica Huston. Invece, sono andati con Anne Hathaway , che in particolare non è Anjelica Huston. Si scopre che non è stato il loro unico errore. Secondo Variety , la Warner Bros ha chiesto scusa alla comunità delle differenze degli arti per come hanno scelto di ritrarre le mani del personaggio di Grand Witch di Anne nel film, che differisce da come apparivano nel film del 1990 e nelle illustrazioni del libro originale di Roald. Dahl .

Come puoi vedere sopra, Anne's Grand, che ha due dita che sembrano zampe di ragno e un pollice su ciascuna mano. I sostenitori di bambini e giovani adulti con differenze agli arti come l'Ectrodattilia, " un'anomalia degli arti comunemente chiamata" mano divisa " ", sono sconvolti dal fatto che il film descrive questa condizione come spaventosa e sinistra. Rapporti di varietà:

La Warner Bros. si è scusata dopo essere stata criticata da persone con disabilità per la rappresentazione del personaggio di Anne Hathaway in "The Witches". In una dichiarazione, lo studio ha affermato di "essersi pentito di qualsiasi reato causato".

Nel recente adattamento diretto da Robert Zemeckis, il personaggio malvagio di Hathaway, noto come Grand Witch, ha le dita mancanti. Molte persone con disabilità hanno sottolineato che sembra avere Ectrodattilia, un'anomalia degli arti che viene comunemente chiamata "mano divisa". I sostenitori temono che ritrarre cattivi con difetti fisici possa perpetuare gli stereotipi secondo cui le disabilità sono anormali o spaventose.

Ecco la reazione dell'atleta paralimpica Amy Marren , che è stata ritwittata da un certo numero di gruppi di difesa della differenza degli arti.

Ed ecco un post su Instagram con #NotAWitch che viene utilizzato da molte persone con differenze agli arti che hanno contestato la rappresentazione. Come osserva, nel libro con l'illustrazione di accompagnamento di Quentin Blake , si dice semplicemente che il Grand Che ha " artigli sottili e sinuosi, come un gatto " invece delle unghie. Come osano. Sono sicuro che Lee Redmond vorrebbe una parola!

Visualizza questo post su Instagram

#LimbDifference #DisabilityAwareness #DisabilityRepresentation #LimbDifferenceAwareness #FiveFingersAreOverrated #NotAWitch @annehathaway recita nel nuovo @witchesmovie con le dita legate che mostrano solo tre dita. Questa è una disabilità con cui nascono molte persone. Non è un costume spaventoso per una strega. La cosa peggiore di questo è che non c'è menzione delle dita nel testo originale di @roald_dahl né è mostrato nel film originale. Perché è stato aggiunto all'improvviso? È completamente inutile. Le persone disabili devono già affrontare un tale terribile stigma che circonda la loro disabilità. Questo film si aggiunge a quello stigma. Soprattutto perché questo è un film per bambini e ci sono bambini che crescono con questa specifica disabilità. Non sarà bello per loro vederlo. Un misero 2,5% delle persone sullo schermo hanno una disabilità. Ciò è scioccante se si considera che il nostro mondo è composto da una popolazione disabile per il 15%. La rappresentazione della disabilità è davvero scioccante e il modo in cui siamo spesso rappresentati è disumanizzante e degradante. Ci meritiamo di meglio. Grazie @ reachcharity1 per essere un supporto straordinario❤ Grazie a @crosslandshannon @newparentsontheblock e @_mykindofnormal_ per le foto❤ Immagine 1: uno sfondo marrone con un'immagine di Anne Hathaway al centro con testo sopra e sotto. Il testo sopra recita: deluso nel vedere nel nuovo film sulle streghe che le dita di Anne Hathaway sono state fissate. Non c'era menzione di questo nel romanzo originale di Roald Dahl. Nemmeno nel film originale. Il testo sotto recita: Questa è una disabilità legittima con cui sono entrambi i bambini e non dovrebbe essere rappresentata in questo modo. C'è già uno stigma legato all'avere una differenza di arto senza che sia raffigurato come spaventoso. Immagine 2: un esercizio tratto dal romanzo originale che descrive le mani che recita: una vera strega è certa di indossare sempre i guanti quando la incontri… vuoi sapere perché? Perché? Ho detto. Poiché non ha le unghie al posto delle unghie, ha artigli sottili e sinuosi come un gatto e indossa i guanti per nasconderli. … ha continuato nei commenti

Un post condiviso da Emily Tisshaw (@emalemonpie) su

Ecco cosa ha detto la Warner Bros.

Un portavoce della Warner Bros. ha detto che lo studio è "profondamente rattristato nell'apprendere che la nostra rappresentazione dei personaggi di fantasia in" The Witches "potrebbe turbare le persone con disabilità".

"Nell'adattare la storia originale, abbiamo lavorato con designer e artisti per trovare una nuova interpretazione degli artigli felini descritti nel libro", si legge nella dichiarazione. “Non è mai stata intenzione degli spettatori sentire che le creature fantastiche e non umane avrebbero dovuto rappresentarli. Questo film parla del potere della gentilezza e dell'amicizia. La nostra speranza è che famiglie e bambini possano godersi il film e abbracciare questo tema pieno di potere e amore ".

A giudicare dalle recensioni che il remake ha ricevuto, avrebbero dovuto restare con quelle stupide mani di gomma oversize di Nosferatu che Anjelica aveva nell'originale e chiamarlo un giorno. Come in, quello avrebbe dovuto essere l'inizio e la fine di The Witches nel film. Non puoi raggiungere la perfezione, quindi perché provarci? Ma provateci, e ora probabilmente sentiranno anche da una folla inferocita a un gruppo pan-Transilvaniano di difesa dell'accento cattivo.

Immagine: Waner Bros / HBO Max