L’avvocato ha condiviso una storia del suo cliente che lotta per mettersi al passo con la tecnologia moderna dopo 30 anni di prigione

La modernità, al suo centro, riflette ciò che è contemporaneo nella nostra vita quotidiana. Questo termine è sempre fluttuante, poiché c'era un tempo in cui la ruota era considerata l'altezza del successo e gli aerei erano un abominio tecnico empio. Ma le opinioni si evolvono con i tempi e la tecnologia moderna è ciò che fa progredire le società: solo pochi decenni fa, nessuno aveva mai sognato gli smartphone e ora non possiamo uscire di casa senza di loro. La comprensione della tecnologia spesso ci arriva gradualmente, poiché ne viviamo circondati e quando arriva qualcosa di nuovo, abbiamo una solida base su cui stare e fare affidamento. Ma cosa succede quando questa base ci viene tolta e veniamo gettati nel crogiolo di tecnologie che non capiamo e sistemi che non ricordano più cosa sono i documenti cartacei?

Maggiori informazioni: twitter.com

Un thread su Twitter fa luce su quanto siano impreparati gli ex detenuti a ricongiungersi alla società

Crediti immagine: Sara (non la foto reale)

L'avvocato per i diritti umani rivela che il suo cliente, che ha trascorso 30 anni in prigione, ha problemi con la tecnologia

Crediti immagine: _MariaBurnett

L'avvocato per i diritti umani Maria Burnett ha un cliente che è stato rilasciato dal carcere dopo aver scontato una pena di 30 anni. Dopo così tanto tempo, è naturale che abbia un sacco di cose a cui abituarsi di nuovo, ma va un po 'più in profondità. Burnett ha detto di essere riluttante ad ammettere di non avere idea di come accedere ai documenti o ai servizi cruciali di cui aveva bisogno perché ruotavano tutti attorno all'uso dello spazio digitale.

Gli ha insegnato come usare un laptop e ha spiegato diversi termini legati alla tecnologia

Crediti immagine: _MariaBurnett

Crediti immagine: _MariaBurnett

"Gli ho preso un laptop e questo fine settimana abbiamo passato una giornata a esaminare tutto, la differenza tra servizio cellulare e wifi, tra messaggi ed e-mail, dove trovare quale cosa su un telefono vs su un laptop", ha detto Burnett. L'uomo ha trascorso decenni al di fuori del mondo guidato dalla tecnologia, quindi è comprensibile che potrebbe essere un po 'indietro. Ma l'assoluta mancanza di informazioni o formazione per le persone che sono fondamentalmente entrate in un'era completamente nuova con conoscenze obsolete può essere dannosa.

L'avvocato ha affermato che la società ha aspettative irrealistiche di sapere già tutte queste cose

Crediti immagine: _MariaBurnett

Crediti immagine: _MariaBurnett

Secondo lei, anche gli uffici dei servizi sociali della DC presumevano automaticamente che avrebbe saputo archiviare moduli online, inviare e-mail, scansionare documenti e utilizzare altri servizi nello spazio digitale. Ha ammesso che nemmeno lei stessa pensava che il suo cliente non fosse in contatto con la tecnologia, dal momento che tutti la usiamo naturalmente nella nostra vita quotidiana senza problemi.

Il cliente ha impiegato molto impegno per acquisire familiarità con la tecnologia moderna

Crediti immagine: _MariaBurnett

Sebbene i detenuti abbiano una qualche forma di sistema di posta elettronica, Corrlinks, è progettato e gestito specificamente per consentire ai detenuti di contattare il mondo esterno. Quando il cliente è diventato un uomo libero, tre decenni sono stati rapidi a raggiungerlo, senza alcuna assistenza istituita dal governo per aiutarlo ad adattarsi. Aveva bisogno di imparare tutto da zero e, con un po 'di aiuto e determinazione, ha acquisito una solida conoscenza di almeno alcuni fondamentali, il che è particolarmente importante nel clima di oggi, quando la maggior parte del mondo ha spostato i propri servizi in uno spazio digitale.

Ciò ha scatenato una discussione sulla necessità di aumentare l'alfabetizzazione tecnologica dei detenuti

Crediti immagine: paula_squared

Crediti immagine: vom_marlowe

Crediti immagine: mfnmfnmfn

Crediti immagine: m1matas

Crediti immagine: roughtradeX

Crediti immagine: rmschloss

Crediti immagine: deceiver420

Crediti immagine: VLF79

Crediti immagine: KMKrone_writes

Crediti immagine: hellsop

Crediti immagine: laurenscharhag

Crediti immagine: AidanDonnelly55

Crediti immagine: MaraWebster

Il post L' avvocato ha condiviso una storia del suo cliente che lotta per mettersi al passo con la tecnologia moderna dopo 30 anni di prigione è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)