L’armiere “Rust” Hannah Gutierrez-Reed ha rilasciato una dichiarazione incolpando i produttori per condizioni di lavoro non sicure

All'indomani della tragica morte accidentale sul set del direttore della fotografia Halyna Hutchins (il regista Joel Souza è stato ferito dallo stesso proiettile), è diventato perfettamente chiaro che nessuno del cast, della troupe o della produzione del western di Alec Baldwin Rust può essere fidato con armi da fuoco reali . E dal momento che sono stati tutti portati via dallo sceriffo della contea di Santa Fe per le prove, inclusi 500 colpi di munizioni , sono rimasti solo con le dita a puntare. Già, Alec ha retwittato due volte articoli che affermano che gli è stato detto che la pistola era fredda dal vicedirettore Dave Halls . Ora il capo armaiolo Hannah Gutierrez-Reed ha rilasciato una dichiarazione tramite il suo avvocato in cui afferma di " non avere idea da dove provengano i proiettili veri " e attribuisce la colpa alla produzione dicendo " l'intero set di produzione è diventato pericoloso a causa di vari fattori, inclusa la mancanza di incontri sulla sicurezza. Non era colpa di Hannah. " Hannah dice anche che era oberata di lavoro e cercava di fare due lavori e i produttori hanno annullato le sue richieste di più formazione e preparazione.

La dichiarazione di Hannah non ha specificato quale fosse il secondo lavoro per cui è stata assunta, ma TMZ riferisce che stava anche lavorando come “ assistente chiave per gli oggetti di scena. Hannah dice che sta parlando ora per "rispondere ad alcune falsità che sono state raccontate ai media, che l'hanno falsamente ritratta e calunniata". Ecco cosa ha detto in sua difesa:

Gli avvocati di Hannah Gutierrez-Reed affermano in una dichiarazione che Hannah "è devastata e completamente fuori di sé per gli eventi che sono accaduti".

Gli avvocati continuano dicendo: “La sicurezza è la priorità numero uno di Hannah sul set. In definitiva, questo set non sarebbe mai stato compromesso se non fossero state introdotte munizioni vere. Hannah non ha idea da dove provengano i proiettili dal vivo".

I suoi avvocati hanno continuato a ripetere ciò che ha detto alle autorità… che le pistole sono state rinchiuse durante la notte e durante il pranzo.

Ecco parte della sua dichiarazione ufficiale, inclusa la sua spiegazione per i due incendi precedentemente segnalati che si sono verificati sul set di Rust , tramite Variety :

Hannah ancora, fino ad oggi, non ha mai avuto una scarica accidentale. Il primo su questo set era il maestro di scena e il secondo era uno stuntman dopo che Hannah lo ha informato che la sua pistola era calda di salve.

Hannah è stata assunta in due posizioni in questo film, il che ha reso estremamente difficile concentrarsi sul suo lavoro di armaiolo. Ha combattuto per l'addestramento, i giorni per mantenere le armi e il tempo giusto per prepararsi agli spari, ma alla fine è stata annullata dalla produzione e dal suo dipartimento. L'intero set di produzione è diventato pericoloso a causa di vari fattori, tra cui la mancanza di riunioni di sicurezza. Non era colpa di Hannah.

I produttori, che finora si sono manifestati come un nebuloso blog di abiti più Alec Baldwin, sembrano aver tagliato più scorciatoie di un pizzaiolo in stile Detroit. Secondo il New York Times , i produttori di Rust non sono riusciti a garantire un vincolo di completamento " un pacchetto spesso costoso che funge da tipo di politica ombrello nel caso in cui accadesse qualcosa di orribile e la produzione non potesse essere completata " , presumibilmente per risparmiare denaro.

"I produttori che non vogliono creare legami lo fanno solo per risparmiare", ha detto Randy Greenberg, produttore, consulente finanziario cinematografico ed ex dirigente di uno studio. "Ed è l'ultimo posto dove vuoi risparmiare".

Sono sicuro che se e quando verranno presentate le accuse penali, impareremo molto di più su chi sono questi produttori e chi è stato responsabile di cosa. Ecco cosa ha da dire il NYT su dove si trovavano il giorno in cui si è verificato l'incidente.

I produttori di "Rust" sono una band piuttosto eterogenea – un "gruppo disordinato", come li ha chiamati The Hollywood Reporter questa settimana. Cinque dei sei erano fisicamente sul set del New Mexico il giorno delle riprese, secondo la portavoce del team di produzione. Tuttavia, non erano nelle immediate vicinanze dove il signor Baldwin stava provando quando ha sparato.

Oltre a Mr. Baldwin, i produttori presenti includono Ryan Donnell Smith , che è anche presidente di Streamline Global e proprietario della Thomasville Pictures, una società di produzione della Georgia.

Altri due produttori, Nathan Klingher e Ryan Winterstern , che hanno una società chiamata Short Porch Pictures, non hanno crediti precedenti come produttori completi.

Il quinto produttore sul set è stato Anjul Nigam , che ha aiutato Mr. Baldwin a produrre "Crown Vic".

A completare il team di produzione: Matt DelPiano , che in precedenza era l'agente di Mr. Baldwin presso la Creative Artists Agency.

Secondo il call sheet di "Rust", Gabrielle Pickle gestiva direttamente il set il giorno in cui il signor Baldwin ha sparato. La signora Pickle è una produttrice di linea, che è un ruolo subordinato ma importante. I produttori di linea sono solitamente coinvolti nell'assunzione e nel controllo dei membri chiave dell'equipaggio.

Improvvisamente come Halnya è stata uccisa da una pistola, sembra che sia stata anche vittima di mille tagli. E che il mondo ora conosca il suo nome per come è morta, invece che per essere stata la prima donna a vincere un Academy Award per la cinematografia, è un'altra tragedia in sé.

Foto: Instagram/ Twitter