“La seconda ondata di coronavirus? È oggettivo. “The Alert of Brusaferro (Iss)

“Più ci avviciniamo all'autunno, più possiamo sperimentare una maggiore diffusione: l'ipotesi di una seconda ondata è legata a questa caratterizzazione. È un dato obiettivo, in autunno aumenta la probabilità di trasmissione: i cambiamenti climatici e noi restiamo più in ambienti confinati ". È un passaggio dall'audizione di Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità, in seno al Comitato del bilancio.

“Il Comitato tecnico scientifico deve mettere in atto tutti i possibili scenari. L'autunno è la stagione in cui si diffondono le infezioni delle vie respiratorie superiori, è la stagione in cui raccomanda la vaccinazione antinfluenzale. Per gli scenari che possiamo immaginare, una patologia "come quella legata al coronavirus" può essere più diffusa "e" si può creare "confusione con altri sintomi respiratori" ", osserva. (Continua a leggere dopo la foto.)

“Abbiamo superato la curva di picco dell'infezione, stiamo andando in discesa e in una fase di controllo che richiede un'attenzione speciale. I casi sospetti che devono essere isolati devono essere identificati in anticipo. Si tratta di raccomandazioni adottate a livello internazionale, che richiedono sistemi di monitoraggio e capacità di risposta dal punto di vista sanitario: in caso di epidemie, devono essere identificate e adeguatamente adeguate. Il nostro paese ha sviluppato un sistema di monitoraggio tra lo stato e le regioni con una serie di indicatori. Stiamo affrontando una sfida più importante, la mobilità tra le regioni sarà liberalizzata ", afferma Brusaferro. (Continua a leggere dopo la foto.)

“All'inizio, la grande ondata era caratterizzata da persone sintomatiche che si rivolgevano principalmente agli ospedali. In tutte le regioni c'è una diminuzione, diversa a seconda che la circolazione sia stata più alta. In alcune regioni del sud trascorrono intere giornate senza denunciare casi o con casi sporadici. Anche se la circolazione è piuttosto limitata, ci troviamo di fronte a una situazione in cui il virus è ancora presente e i comportamenti sono la misura più efficace per ridurre la circolazione ", dice. (Continua a leggere dopo la foto.)

"Il numero di persone che hanno contratto l'infezione è molto limitato in tutto il paese, anche se varia da un'area all'altra. Da un punto di vista epidemiologico, avendo molte persone suscettibili alle infezioni, queste rappresentano un serbatoio. L'immunità alle mandrie richiede l'immunizzazione di gran parte della popolazione. Nel nostro paese la letalità ha colpito soprattutto le persone anziane, soprattutto oltre i 70 anni. La maggior parte di queste persone sono portatrici di malattie multiple e sono più esposte ", sottolinea.

Notizie sulla caffeina di AdnKronos
www.adnkronos.com

Un ragazzo di 11 anni si dà fuoco con l'esperimento di chimica. Il 75% del corpo è bruciato

L'articolo “La seconda ondata di coronavirus? È oggettivo. "L'avviso Brusaferro (Iss) proviene dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Caffeina)

Commenta su Facebook