La risposta del professore di legge al reclamo degli studenti sulla sua vita nera La maglietta della materia diventa di nuovo virale

Non sottovalutare mai l'arguzia di un buon professore (di diritto). Soprattutto quando cercano di sconfiggerli su qualcosa che conoscono fin troppo bene le regole.

Nel 2016, la professoressa della Whittier Law School di nome Patricia Leary è stata sorpresa da una lettera inaspettata di denuncia da parte dei suoi studenti che l'hanno rimproverata per aver indossato una maglietta Black Lives Matter. È stata sgridata per aver reso gli studenti "soggetti a indottrinamento" e comportamenti "estremamente infiammatori" quando, secondo la lettera, "a qualcuno che è incaricato di insegnare il diritto penale, dovrebbe essere abbondantemente chiaro che tutte le vite contano".

Ma il professore era più che felice di rispondere, punto per punto, strappando ogni singolo argomento a parte. In una serie dei suoi abili smentiti nei locali della studentessa, la professoressa Leary ha dimostrato quanto sia facile smascherare quegli argomenti deboli.

Questa lettera virale di denuncia da parte di studenti preoccupati sul loro professore di legge è riemersa nel 2016

Il prof. Leary ha rilasciato una risposta epica strappando i loro argomenti punto dopo punto

La risposta virale del professore alla lettera degli studenti è apparsa su Imgur il 26 aprile 2016. L' insider Higher Ed ha identificato la professoressa di legge Patricia Leary, un'insegnante veterana con oltre 20 anni di esperienza alla Whittier Law School.

Secondo la sua biografia , il Prof. Leary è “un illustre professore di insegnamento. Vede il lavoro della sua vita incentrato sullo studente, sia all'interno che all'esterno dell'aula. ”

Afferma inoltre che è "profondamente impegnata a insegnare agli studenti a pensare in modo chiaro e critico alla legge, ad aiutare gli studenti a perfezionare l'arte del ragionamento e dell'analisi legale", e in ciò che abbiamo visto finora, ci ha chiaramente fornito un masterclass di pensare in questo.

E questo è ciò che la gente aveva da dire

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook