La preferenza di Nicolas Cage è semplicemente uscire a Las Vegas con i suoi gatti e il suo corvo

intervista in gabbia

Se non ti dispiace guadare pagine e pagine di merda, probabilmente apprezzerai l'intervista di copertina di Interview Magazine di Nicolas Cage. È stato condotto dalla sua amica Marilyn Manson ed è, come dicono i ragazzi, MOLTO. Detto questo, Nick non sembra particolarmente cattivo qui. Non è cattivo o volgare o un totale idiota. Si presenta come un personaggio profondamente insolito che fa cose strane solo per grattare quel prurito. Cage sta promuovendo il suo ruolo di Joe Exotic, che sta girando proprio ora, a quanto pare. Sta anche lavorando a The Unbearable Weight of Massive Talent, dove interpreta "una versione di se stesso a corto di soldi". Penso che stia anche promuovendo alcuni dei suoi vari progetti direct-to-streaming / VOD, tutti a basso budget e visti a malapena. Quindi … puoi leggere l'intero pezzo qui . Alcuni punti salienti:

Si circonda di animali: “Ecco perché mi piace circondarmi di rettili, pesci e gatti. Ho appena comprato un corvo. Il suo nome è Huginn, come uno dei due corvi [del dio nordico] Odino, Huginn e Muninn, ed è fantastico… è un corvo pezzato africano. Dice "ciao" quando entro nella stanza e "ciao" quando esco. L'altra mattina ha iniziato a ridere e mi ha chiamato stronzo. Sto cercando di capire [perché mi ha chiamato così]. Gli piace mangiare cibo per gatti, il che lo rende facile, perché do ai miei gatti Sheba Perfect Porions, e anche a Huginn piace. Penso che abbia senso dell'umorismo, quindi forse è per questo che mi ha chiamato stronzo.

Manson si offre di venire a Las Vegas per dargli un cucchiaio: “Apprezzo l'offerta, ma in realtà sono fantastico con i miei gatti. Non mi dispiace guardare un film con te, però. Eravamo buoni amici con Johnny Ramone e stavamo tutti insieme a casa sua. Ti ricordi quella volta che avevo la mano di quella mamma con dei tatuaggi? … Era una mano vera. "

Il suo numero magico: “Sette. È una specie di cliché, ma il numero ha avuto potere per me. Se vuoi percorrere la strada dell'esoterico, ciò che è sempre stato più potente per me è qualcosa di semplice come spegnere le candeline su una torta di compleanno. Prendo davvero sul serio questi desideri. È quasi come una meditazione. E il più delle volte, quei desideri si sono avverati.

Che sia un giocatore d'azzardo: “L'ultima volta che ho giocato è stato circa 30 anni fa. Ero alle Bahamas, sono entrato in un casinò e mi sono sentito come se avessi il mio mojo con me, come se niente potesse andare storto. Il mio gioco era la roulette. Sono entrato con $ 200 e non ho perso un numero, tanto che persino la signora che girava la ruota ha detto: "Niente di più dolce di un ripetitore". In 20 minuti ho trasformato $ 200 in $ 20.000, quindi sono andato a trovare un orfanotrofio alle Bahamas, ho incontrato tutti i bambini e la direttrice e ho detto: "Questo è per te". Le ho messo in mano i 20.000 dollari, me ne sono andato e non ho più giocato d'azzardo, perché se lo facessi, rovinerebbe il potere di quel momento … E non puoi vivere a Las Vegas se sei un giocatore d'azzardo. L'ho visto distruggere le persone. Di tutte le dipendenze, penso che potrebbe essere la peggiore.

Costar cotta: “Era quando ero più giovane. Ho avuto una fortissima cotta per Deborah Foreman quando stavamo girando Valley Girl. Mi sono sentito molto per Bridget Fonda quando stavamo facendo It Could Happen to You, e per Penélope [Cruz] quando stavamo facendo Captain Corelli's Mandolin. Ma invecchiando, non mi interessava più. Mi occupavo solo del lavoro.

Le connessioni con le co-star: “Beh, lo senti, e questa è la cosa strana del cinema. Tutti sono così vicini. C'è una bolla su tutto il set. E poi, non appena il film è finito, nessuno parla più con nessuno. È quasi come se fossimo imbarazzati per essere mai stati così vicini, come se ci fosse qualcosa di artificiale in questo e ora non sappiamo cosa fare con i nostri sentimenti. Ma sono rimasto amichevole con la maggior parte delle mie co-star, e certo, provi sentimenti e usi quei sentimenti nel lavoro, ma sai che quei sentimenti saranno veleni se li porti a casa da tua moglie.

Sulle donne: “La mia realtà con le donne è stata mistificante da quando sono nata. Non avevo sorelle e mia madre ha fatto del suo meglio, ma non era davvero in uno stato di benessere in cui poteva essere lì per me, quindi non ho mai avuto davvero l'energia femminile che cresceva. Avevo due fratelli maggiori e mio padre era il custode, quindi avevo molta energia maschile intorno a me. Le donne sono sempre state le creazioni più belle e sorprendenti, più mistificanti e avvincenti, quindi tendo ad avere una vulnerabilità nei loro confronti.

[Dall'intervista]

Ho riso per tutto il tempo di questa intervista, è stato così folle. Solo l'idea di Cage seduto a casa da solo a Las Vegas, con i suoi gatti e il suo nuovo corvo – un corvo che lo chiama "stronzo" – che dà loro da mangiare cibo per gatti e pensa a tutti questi pensieri. La storia della consegna di $ 20.000 di vincite al gioco a un orfanotrofio … wow. Le citazioni sull'avere una cotta per le co-star e sul sentirsi imbarazzato per il fatto che tutti fossero così vicini durante le riprese … mi hanno reso triste. Nick Cage è un bravo ragazzo? O è solo un ragazzo strano che sembra non essere orribile?

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Interview Magazine (@interviewmag) su

Copertina e IG per gentile concessione di Interview.