La persona pensa che il monologo interno sia un concetto inventato, è “sotto shock” dopo aver appreso che la maggior parte delle persone ce l’ha

Se hai mai avuto un monologo interiore, sai quanto sia stranamente normale e persino confortante parlare con te stesso. Sia che tu reciti una conversazione o ti prepari per il discorso di domani, o addirittura crei una lista interna di cose da fare, è qualcosa che è diventato profondamente radicato nel nostro mondo interiore sin da quando eravamo bambini.

Ma si scopre che le stesse regole non si applicano a tutti. Immagina lo shock totale quando l' utente di Reddit u / Vadermaulkylo si rese conto che i monologhi interiori sono reali e non "un concetto immaginario inventato da 'Dexter'", come pensava sinceramente. La realtà ha colpito quando u / Vadermaulkylo ha detto a sua madre di non averne uno, e lei lo fissò come se suo figlio avesse qualcosa che non andava. Quindi vediamo il post di u / Vadermalkylo sul subreddit r / NoStupidQuestions, che ha suscitato molto scalpore nella comunità.

Si scopre che le persone sono combattute tra campi in cui, da un lato, hai devoti chiacchieroni interiori che pensano che sia un dato di fatto, e quelli che pensano seriamente che sia una sorta di falsa sciocchezza ciarlatana.

Un caso simile è accaduto a Ryan Langdon, che era convinto che tutti avessero un'innata capacità di parlare con se stessi. Ryan ha iniziato un'indagine su come mai alcune persone non hanno monologhi interiori di cui puoi leggere di più nel nostro precedente articolo .

Questo utente di Reddit ha condiviso un incidente su come ha detto a sua madre che non aveva un monologo interno

Crediti immagine: Vadermaulkylo

E ha lasciato le persone a grattarsi la testa

Si scopre che la maggior parte degli adulti che condividono la capacità di eseguire un monologo interno nella loro mente con se stessi lo sviluppano durante l'infanzia.

Secondo Kristeen Cherney, una studiosa di disabilità mentali, "Man mano che i bambini acquisiscono abilità linguistiche, imparano contemporaneamente come impegnarsi nei commenti interni mentre lavorano in modo indipendente o si alternano durante un'attività". Le voci interiori dell'infanzia possono presentarsi in molte forme e la più comune è avere un amico immaginario.

Dopo che siamo cresciuti, la nostra capacità di impegnarci nel linguaggio interiore supporta la nostra memoria di lavoro e altri processi cognitivi. "Si pensa che il monologo interno ti aiuti a completare le attività quotidiane, come il tuo lavoro", spiega Kristeen.

Tuttavia, ciò non significa che tutti abbiano una voce interiore. O, in particolare, non tutti sono in grado di sentire la propria voce esprimere i propri pensieri, indipendentemente da quali possano essere i loro pensieri.

I pensieri interiori che sono comuni nella maggior parte delle persone non sono esattamente gli stessi della voce interiore o del monologo. "È anche possibile avere sia una voce interiore che pensieri interiori, dove li vivi a intervalli", aggiunge Kristeen.

Si è scoperto che non era l'unico senza una voce interiore

(Fonte: Bored Panda)