La persona chiede “Qual è la bugia più piccola che tu abbia mai detto e che ha avuto le conseguenze più grandi?” E 30 persone rispondono

Proprio come la pelucchi (o la sua velocità – sono appena uscito con me stesso con quel riferimento), mentire è qualcosa che la gente non sa davvero perché o come o quando a volte accade. O inizia a.

La menzogna, cioè il processo di inganno, ha molti scopi, incluso il desiderio di proteggere se stessi o gli altri, a volte per ferire le persone, a volte perché è divertente, ma soprattutto, la gente crede che sia perché favorisce e sviluppa l'immaginazione e la creatività, soprattutto tra bambini.

Ma a volte, a volte, le bugie si spingono un po' troppo oltre, aumentando a livelli che nessuno avrebbe potuto immaginare, o forse avrebbero potuto se fossero stati bruciati prima, con il bugiardo che poi potrebbe subire le conseguenze, e poi condividere in un thread virale di AskReddit.

La gente ha condiviso le bugie che hanno iniziato, che all'inizio erano semplici, ma sono andate fuori controllo perché qualcuno ha abboccato e poi ha peggiorato le cose. O meglio. Dipende da che punto di vista lo guardi.

Il thread virale ha ottenuto 10.600 voti positivi con 6.700 commenti, con le migliori risposte che si sono fatte strada in questo elenco curato, quindi scorri verso il basso, dai un'occhiata, vota, commenta, sub-… fai qualunque cosa tu faccia qui e divertiti e basta la tua giornata.

Ulteriori informazioni: Reddit

# 1 L'1% di gallone di latte dice tutto

La mia ragazza e io compravamo il latte al 7-11 dall'altra parte della strada rispetto al nostro appartamento, perché per qualsiasi motivo i loro galloni dell'1% erano sempre un dollaro in meno rispetto al negozio di alimentari.

Reza, il giovane ragazzo mediorientale che gestiva il negozio ci conosceva abbastanza bene, in quanto ci salutavamo sempre e occasionalmente se vedeva le loro scorte di 1% di galloni in esaurimento, ne conservava uno nella parte posteriore per noi perché sapeva venivamo sempre verso le 14 ogni domenica per il latte. Ragazzo davvero carino.

La settimana prima delle vacanze, la ragazza stava studiando il culo per l'esame, quindi ho fatto la spesa da solo. Dato che stavamo partendo a metà settimana per il nostro viaggio, ho comprato solo mezzo gallone di latte.

Ovviamente Reza si assume il peggio. Presume che ci siamo lasciati. Ha chiesto dov'era e io ho semplicemente borbottato, pronto a spiegarmi come sarebbe stato il suo test domani e quant'altro, ma prima che potessi si è appena lanciato in tutte queste grandi scuse come se non si rendesse conto e come ha appena divorziato e quanto gli manca ogni giorno… Semplicemente non avevo il coraggio di dirgli che era impegnata solo oggi, e che stavamo partendo per la settimana, quindi ci sono andato.

Non volevo che la mia ragazza pensasse che fossi come un uccello, quindi ho trascurato di dirglielo quando sono tornato a casa.

Due settimane dopo, (per coincidenza la fidanzata è impegnata a fare il turno del fine settimana per compensare la nostra settimana di riposo) torno dentro, prendo un gallone dell'1% e mi rendo conto rapidamente che sembra brutto, quindi mi giro, rimetto il gallone , e afferrò il mezzo gallone. Per tutto il tempo Reza mi osserva, sconsolata. Comincia a dirmi che va meglio, aspetta, possiamo prendere un caffè se voglio parlare. Declino educatamente e mi rendo conto subito che questa bugia sta andando fuori controllo molto velocemente. Penso di aver detto alla fidanzata che avevano finito i galloni e che Reza non ce ne ha salvati uno questa settimana.

Nelle settimane successive, ho proceduto a fare tutti gli sforzi per comprare il latte quando la fidanzata non era nei paraggi. Lei ancora non lo sapeva. Ho "deciso di iniziare ad allenarmi", così ho potuto giustificare a Reza l'acquisto di un gallone dell'1%. Normalmente chiacchieravamo per alcuni minuti e ci chiedevamo a vicenda come stavano le cose ed entrambi davamo risposte vaghe e ci auguravamo ogni bene e andavamo per la nostra strada.

Alla fine, un giorno la fidanzata va a 7-11 da sola quando non c'ero. Immagino che Reza l'abbia aiutata, fatto chiacchiere, ma era decisamente strano nei suoi confronti. Mi scrive a riguardo e a questo punto sapevo che il jig era pronto e dovevo chiarire. Quando torno a casa le spiego tutto e lei ride, mi chiama un idiota, ma allo stesso tempo ha pensato che fosse carino per me mantenere la facciata e commiserarmi con Reza, che stava chiaramente affrontando alcuni dei suoi problemi .

Ha deciso che dovevamo organizzare una riunione. Così la domenica successiva, siamo entrati nel valzer, a braccetto, con un'aria allegra. Potevamo sentire i suoi occhi che ci seguivano per la stanza, l'ho guardato negli occhi una o due volte, stava cercando disperatamente e non riusciva a trattenere il più grande sorriso d'intesa che avessi mai visto. Alla fine andiamo a controllare e lui inizia a torcersi le mani e alla fine scoppia a dire che stava facendo il tifo per noi e quanto era felice che l'abbiamo risolto.

Lo sguardo di eccitazione e felicità sul viso di Reza è stato probabilmente uno dei momenti più edificanti che abbia mai avuto. Ci ha detto ripetutamente come gli diamo speranza e come il mondo intero non è malvagio… santo c**p.

Sono contento di poterti aiutare Reza, mi dispiace di aver mentito sul latte.

Crediti immagine: Chahles88

# 2 Il bullismo non si ferma mai, o lo fa?

Una volta, da bambino, ho invitato a casa mia un bambino che ho terribilmente maltrattato per un pigiama party perché mi è stato detto che dovevo fare qualcosa di carino per qualcuno che ho ferito dal nostro prete durante la confessione (sono andato in una scuola cattolica).

Il giorno dopo, dopo una notte piuttosto noiosa stavamo giocando tra i banchi di neve e gli ho mentito dicendogli che il mio piede era bloccato e non riuscivo a tirarlo fuori, è corso per oltre un miglio a casa mia per convincere mia madre a "salvare " io… beh, questo mi ha svegliato e mi ha fatto capire "questo ragazzo non è poi così male". Dopo quel giorno non ho più fatto il bullo con nessuno, e 20 anni dopo quello stronzo di cui ho fatto così tanto bullismo è ancora il mio migliore amico, è stato il testimone del mio matrimonio e il padrino del mio primo figlio.

Crediti immagine: Alk3PrivateEye

# 3 Il cane mangia il cioccolato = La mamma divorzia

Una volta, quando avevo circa 6 o 7 anni, mia madre portò a casa del delizioso cioccolato e me ne diede un po'. Adoravo quella roba e rubai il bar che aveva messo da parte per il mio patrigno. Torna a casa e mia madre non riesce a trovare la cioccolata. Mi chiede cosa gli sia successo, do la colpa al Duncan (il nostro cane) sapendo che spesso mangia cose al banco (non sapevo all'epoca che il cioccolato fosse tossico per i cani), Mia mamma diventa terribilmente pallida e si precipita a Duncan dal veterinario e deve vomitare.

Mi sono sentito malissimo per questo perché pensavo fosse perché aveva rubato il cioccolato ed era una qualche forma di punizione. Il giorno dopo porta a casa altra cioccolata. Nessuno mi ha detto che è stato per il bene di Duncan che è stato portato dal veterinario. Quindi, sentendomi in colpa per aver fatto questo a Duncan, gli do la mia cioccolata questa volta pensando che se lo meritasse dopo averne preso uno per la squadra l'ultima volta. Più tardi quella notte mia madre mi chiede come fosse il cioccolato, questa volta ho deciso di dire tutta la verità e ho spiegato che questa volta ho dato il cioccolato a Duncan perché mi sentivo male per averlo messo nei guai la prima volta. Quindi un altro viaggio notturno dal veterinario e alla fine mi è stato detto che il cioccolato è tossico per i cani. Duncan alla fine stava bene, e per il resto della sua vita gli ho rubato carne e altre cose che non l'avrebbero ucciso.

Ora la svolta è che i viaggi molto costosi dai veterinari costano un sacco di soldi, il che ha spinto mia madre a dare un'occhiata alle nostre spese. Ha scoperto che l'allora patrigno nascondeva una relazione e poi ha divorziato.

TL; DR: Ho mentito sul fatto che il nostro cane stava quasi morendo, poi l'ho quasi ucciso per sbaglio, facendo divorziare mia madre.

Crediti immagine: BriceWithRice

# 4 L'"esercitazione antincendio"

Essendo il fratello più piccolo, mi prendevo sempre in giro, quindi una volta mi hanno detto che mentre stavo iniziando la scuola per fare attenzione all'esercitazione antincendio, non ero mai stato a scuola, quindi ho chiesto cosa fosse. "Sentirai un forte campanello che avverte i bambini quando quest'uomo viene a scuola e attacca con un trapano che è in fiamme e cerca di perforare il cervello dei bambini!" Quindi, a poche settimane dall'inizio della scuola, c'è un'esercitazione antincendio, quindi parto urlando come un matto sperando di sopravvivere correndo il più lontano possibile dalla scuola. Mia madre non era molto contenta dei miei fratelli quando ha ricevuto la chiamata dalla nostra scuola che le diceva che non c'ero.

Crediti immagine: ComptonUnicorn

# 5 È uscito da quella marmellata …

Durante il mio corso di laurea ho seguito una serie di corsi di economia. Durante uno di questi corsi abbiamo appreso di una piccola azienda che produceva marmellate di fascia alta. Il prof ha chiesto alla classe cosa pensavamo della marmellata di fascia alta come un business. Ho detto che era un'idea stupida, perché avrei dovuto pagare $ 20 per una bottiglia di marmellata quando potevo farcela da solo. Lo intendevo come una domanda retorica, ma a quanto pare il mio prof l'ha presa alla lettera. Quando stavo facendo i bagagli alla fine della lezione, il prof è venuto da me e ha iniziato a farmi ogni sorta di domande sulla produzione di marmellate. Quindi ho rotolato con esso. Gli ho mentito e gli ho raccontato come mia nonna mi ha insegnato a fare la marmellata, quando il momento giusto per raccogliere i frutti di bosco era assicurarsi una marmellata ottimale, ecc. Non so fare la marmellata. Non avevo idea di cosa stessi dicendo ma il prof l'ha comprato. Siamo diventati gemme. Dopo ogni lezione chiacchieravamo, principalmente di marmellata.

Ha scritto la mia lettera di referenze per entrare nel mio programma competitivo di laurea e di nuovo quando ho fatto domanda per il mio master. Devo gran parte della mia carriera accademica alla jam.

Crediti immagine: quilles

# 6 Sì, ho sentito tutto (Dentro: Oh No, ho bisogno di Adlib ora)

Ho incontrato la mia amica che stava finendo una conversazione sul suo telefono. Mi guardò, pietrificata, e mi chiese se avessi sentito tutto. Le ho detto con una faccia sconfitta "sì". Inizia a piangere e si appoggia a me, dicendomi che ha tanta paura e non sa cosa fare. Inizialmente l'ho fatto per scherzo, ma ovviamente ora sono in acque profonde, quindi le dico solo che andrà tutto bene e di chiamarmi ogni volta che ha bisogno di me.

Si scopre che è rimasta incinta e mi ha chiesto di andare con lei in una clinica per aborti. Il suo ragazzo si è sbaciucchiato. Siamo migliori amici ora.

Crediti immagine: leftoverrice54

# 7 Tutto quello che voglio è scarabocchiare in pace!

Ero a una fiera del lavoro contro la mia volontà. Stavo cercando di rubare una penna per potermi ritirare in un angolo buio e scarabocchiare mentre tutti gli altri facevano le loro cose.

La signora mi ha beccato mentre prendevo una penna e ho dovuto mostrarmi interessato al suo discorso di vendita. Poi si è presentato un giornalista.

Prima che me ne rendessi conto, ero sui giornali nazionali come una storia di interesse umano generale come una storia miracolosa di inversione di tendenza, di come ero arrivato dalle pianure aride di un altro paese lontano mentre prendevo a calci malattie mentali e dipendenze, e ora volevo diventare infermiera.

Non volevo, né ho mai voluto fare l'infermiera, ma quell'intervista di sicuro è diventata una valanga sproporzionata. Tutto quello che volevo era una penna gratis. Sono passati dieci anni e la gente si chiede ancora come sta andando la carriera infermieristica.

Crediti immagine: GreenGlassDrgn

# 8 "Ehm, non possiamo andare… Compleanno, Yah, esatto, compleanno…"

Al college, le ragazze dell'appartamento al piano di sotto hanno chiesto a me e alla mia coinquilina se volevamo unirci a loro a un concerto tra un mese di distanza. Nessuno di noi voleva, e il mio coinquilino che pensa velocemente ha detto che quella data è il mio compleanno (non lo era) e abbiamo altri piani. Alla fine non sono andati al concerto e ce ne eravamo dimenticati, ma in quella data mi hanno chiamato di sotto per aiutarli a spostare qualcosa. Sono entrato nella porta e "Sorpresa!!" Una festa di compleanno per me con circa 15 persone lì. Il mio coinquilino era altrettanto sorpreso. Non potevo dire loro la verità e l'ho seguito. Ho anche ricevuto un paio di piccoli regali. Mi sono sempre sentito in colpa per questo.

Crediti immagine: Scrappy_Larue

# 9 Hanno infranto la prima regola…

Quando avevo 16 anni ero consulente del campo per un gruppo di giardinieri kinder. Alcuni di loro non smettevano di spingersi l'un l'altro, quindi ho detto loro (scherzando) di salvarlo per il fight club che era alla fine della giornata… essendo bambini pensavano che il fight club fosse reale e ho raccontato ai loro genitori del fight club che mi ha portato a dover spiegare all'amministrazione ea tutti i genitori che no… non c'era fight club. Non sono stato assunto l'anno successivo.

Hanno infranto la prima regola del fight club.

Crediti immagine: puckislife_24

# 10 La telefonata del destino

Quando ero più giovane a una festa di compleanno, una ragazza mi ha chiesto un quarto di dollaro per chiamare a casa perché suo padre venisse a prenderla. Le ho detto che non ne avevo uno e ha ottenuto un passaggio a casa da un altro genitore.

Più tardi, ho sentito che quando è tornata a casa, ha trovato ambulanze intorno a casa sua perché suo padre era morto cadendo da un albero mentre lavorava in giardino. Continuavo a immaginare che se le avessi dato il quarto, suo padre sarebbe venuto a prenderla invece di continuare a lavorare in giardino. Se le avessi dato un quarto, forse avrebbe ancora un padre.

Crediti immagine: _zero_

# 11 "Pericolo straniero"

Il mio primo anno camminando per andare a scuola da solo è stato il 7° anno ed ero molto in ritardo. È arrivato a un punto in cui l'insegnante mi ha detto che avrei dovuto fare tutte le faccende quotidiane (mettere giù le sedie la mattina, pulire le assi, pulire dopo pranzo, ecc.), se fossi di nuovo in ritardo.

Bene, il giorno dopo ero in ritardo come al solito. Essendo un pigro singhiozzo, sapevo che dovevo fare qualcosa per uscire dalle faccende quotidiane. Così, quando l'insegnante mi ha chiesto perché fossi in ritardo, ho ripensato all'assemblea che abbiamo avuto qualche settimana prima sulla sicurezza della scuola. Così ho detto all'insegnante che uno strano uomo si è avvicinato a me quando stavo entrando nel cortile della scuola e mi ha chiesto di venire con lui a vedere dei cuccioli.

Onestamente pensavo che sarebbe stata una scusa abbastanza buona e sarebbe stata la fine. Cazzo, no. La scuola è stata sospesa per il resto della giornata, è stata chiamata la polizia, sono stati chiamati i miei genitori. E sono stato interrogato per l'intera giornata. Ho dovuto descrivere l'uomo, l'auto, tutto. Hanno finito per assumere un agente di sicurezza per il terreno a causa di quell'incidente e hanno inserito alcune nuove telecamere. Anche per questo abbiamo tenuto assemblee scolastiche mensili.

Ed è stato tutto per niente. Perché meno di una settimana dopo ero di nuovo in ritardo e dovevo fare tutte le faccende quotidiane.

Crediti immagine: Yoinkie2013

# 12 Almeno la mamma era fredda per questo

Una volta, quando ero molto giovane (forse 6 o 7 anni), la mia famiglia era fuori a mangiare una pizza e quando ero da solo ho detto loro che un uomo mi aveva chiesto di uscire con il suo furgone per le caramelle. Non ho idea del perché l'ho fatto, sono sicuro che stavo solo ripetendo a pappagallo qualcosa che ho sentito in uno di quei video di Stranger Danger, ma l'ho buttato là fuori pensando che la gente sarebbe rimasta colpita dal fatto che avessi detto di no o qualcosa del genere.

Bene, all'improvviso ci sono poliziotti ovunque, l'intera pizzeria è praticamente evacuata, la polizia mi sta sgridando su che aspetto avesse e sto inventando una descrizione sul posto (qualcosa come capelli biondi, camicia a quadri verde, ecc. .). Bene, pochi minuti dopo la polizia esce con un ragazzo che assomiglia *esattamente* alla descrizione che ho dato, e ho subito detto loro che non era lui (grazie a Dio non ho rovinato la vita di quel pover'uomo).

Dopo tutto, pensavo che fosse fatto, ma ho ricevuto così tante carte, palloncini e giocattoli da parenti, amici di famiglia, insegnanti, c'era un articolo sul giornale locale, ecc. È esploso in questo GRANDE affare. Per molto tempo non l'ho mai detto a nessuno, e per qualche ragione alcuni anni fa (nella mia tarda adolescenza, all'inizio dei 20 anni) mi sono ricordato di questo incidente e mi sono sentito molto in colpa per questo, quindi ho chiamato mia madre di punto in bianco per spiegarglielo Ho inventato tutto.

Non dimenticherò mai la sua reazione: "Eh. È una cosa strana su cui mentire".

Crediti immagine: mrkushie

# 13 "Lascerò la stanza per due minuti. Se appare, allora lo chiameremo un giorno e tutti possono andarsene"

Oh mio dio… questo evento mi ha colpito come un sacco di mattoni.

Radunati intorno alla gente, è l'ora della storia.

Quindi era il mio ultimo anno di liceo, ed ero nella classe di scienze forensi. Ci stavamo avvicinando al midterm e un ragazzo, il suo nome era Nathan, stava cercando di rubare una bilancia a tripla trave in modo da poter misurare i suoi farmaci. È stato in grado di infilare questo ca**o nel suo zaino. Alla fine della lezione, l'insegnante nota che manca una di queste scale.

In un ambiente scolastico, questi vanno bene da avere. Apparentemente, al di fuori di un'aula, sono considerati accessori per la droga.

"Lascerò la stanza per due minuti. Se appare, allora chiameremo un giorno e tutti potranno andarsene." dice il mio maestro. Se ne va e tutti si rivolgono a Nathan perché era ovvio che fosse stato lui. Invece di rimetterlo dove doveva essere, lo mette sotto la mia sedia. "Puoi solo dire che l'hai trovato qui?" Sono d'accordo. **Grosso errore.**

L'insegnante entra e afferma di non vederlo. Anche il preside è con lei. "Dov'è?" lei chiede. L'intera stanza ora mi guarda. "L'ho trovato qui, sotto la mia sedia."

L'insegnante sembra sbalordito, perché per la mia testa di metallo guarda indietro nel tempo, ero un ragazzo abbastanza ben educato. Quindi vengo portata nel corridoio e dal preside, prima ancora che lei dicesse una parola le dico "Non l'ho fatto. Nathan l'ha fatto". Fui subito scortato nell'ufficio del preside.

*Ora ti terrò qui per un secondo veloce. Perché questo dettaglio è piuttosto importante. Sono andato in campeggio diversi giorni prima e mi sono incastrato le braccia in un cespuglio di spine, provocando graffi e piccoli tagli su tutto il braccio.*

Quindi sono seduto in ufficio in attesa di parlare con loro, ed è allora che anche Nathan viene scortato dentro. Solo che lui viene portato direttamente in ufficio e io vengo portato in un altro. C'è il preside e il consulente psicologico della scuola. Il preside mi chiede se ho avuto problemi a casa e lo psichiatra ha iniziato a intervenire. Rimasi seduto lì per diverse ore chiedendomi di cosa si trattasse. Fu allora che mi chiesero perché avevo un piccolo pacchetto di lamette di sicurezza nel mio armadietto. Erano per il corso di tecnologia che stavo frequentando in quel momento, e la scuola pensava che mi stessi tagliando o qualcosa del genere.

Succede tutto questo, e il preside si rende conto che è stato solo un grosso errore. Non c'era niente di più o di meno nella situazione. Ha finito per portarmi il pranzo quel giorno.

Si scopre anche che Nathan è stato sospeso per una settimana, e tutta la mia classe è venuta in ufficio e mi ha sostenuto dicendo che non era colpa mia. È stato un buon momento.

Inoltre, Nathan, sono passati 10 anni. Non devi essere strano quando mi vedi.

# 14 Fingi finché non ce la fai

Quando avevo tipo 11 anni, volevo lasciare la scuola il giorno dopo, quindi tornando a casa da una festa del super bowl con mia madre ho iniziato a comportarmi come se mi facesse male lo stomaco, ha detto che mi avrebbe dato qualcosa a casa per il mio mal di stomaco. Sapendo che questo non mi avrebbe fatto lasciare la scuola, ho iniziato a piangere finta e ho detto che faceva davvero male.

A questo punto eravamo già nel vialetto del nostro appartamento, lei mi ha guardato e ha detto che ti porterò in ospedale ma se stai fingendo, ti picchierò! (casa messicana), quindi mi sono attenuto alla mia storia e ho continuato a singhiozzare e a dire che fa male.

Andiamo in ospedale e non sanno cosa c'è che non va in me, quindi vogliono farmi una scansione del gatto, mia madre è d'accordo e vado via, dopo la scansione il dottore ci ha detto che pensa che la mia appendice fosse un po' infiammata e che era probabilmente la ragione del dolore (non avevo letteralmente dolore o fastidio da nessuna parte) e che volevano rimuoverlo il che significa un intervento chirurgico, il mio cuore è affondato alla notizia, ma sapevo che non potevo confessare che ora ero troppo profondo.

Quindi programmano l'intervento chirurgico per la mattina successiva, arriva la mattina e circa metà della mia famiglia è lì per supporto e preghiera. Sono super fottutamente nervoso a questo punto, quindi quando l'infermiera mi ha fatto un'iniezione sul mio sedere mi sono accidentalmente teso e ho sentito uno dei peggiori dolori della mia vita, mi hanno portato in chirurgia e tutto il resto è andato bene, il chirurgo è persino venuto in guarigione e mi ha mostrato la mia appendice che è stata fantastica!

Sono rimasta in ospedale per circa un giorno, poi sono tornata a casa, ma prima il dottore ha detto a mia madre che non potevo tornare a scuola per circa due settimane mentre i tagli sono guariti, il che è stato anche fantastico!

Ancora meglio, il mio gruppo di ranger reali della chiesa mi ha fatto visita a casa mia e mi ha portato questo grande cesto pieno di snack e caramelle. Sono state le due settimane migliori della mia vita, mia madre ha fatto in modo che mio fratello mi portasse quello che volevo perché non voleva che mi spostassi, ho giocato ai videogiochi per tutte e due le settimane, poi sono dovuto tornare a scuola.

Ora ho 23 anni e non ho detto a nessuno che stavo fingendo di essere malato, mi piace pensarlo come uno dei miei più grandi successi. La fine….scusa mamma.

TL; DR: ha finto di essere malato ed è andato in chirurgia solo per lasciare la scuola.

# 15 Lezione di vita appresa

Quando avevo sette o otto anni io e la mia amica stavamo giocando sotto il suo mazzo. Avevano una scala da piscina traballante che doveva farti entrare nella loro piscina fuori terra. Ci stavamo solo rilassando, giocando con cani invisibili o qualche merda, quando abbiamo alzato lo sguardo e abbiamo notato dei ramoscelli che spuntavano dalle travi sul lato inferiore del ponte.

La grande luce rossa "animale" ha iniziato a lampeggiare nelle nostre teste, e lei ha tenuto ferma la scala mentre la salivo. Abbiamo trovato un nido di pettirosso con dentro quattro uova e ancora oggi posso ricordare che aspetto avevano. Mi è sempre piaciuto il colore.

Essendo piccoli e stupidi, abbiamo tirato giù il nido e siamo andati a mostrarlo a mia madre. Mia madre ha aperto la porta, ha visto il nido e ha subito detto: "dove avete preso questo?"

Essendo piccolo e stupido, ho subito detto "l'abbiamo trovato per terra vicino alla piscina".

Mia madre era arrabbiata, ma non capivo perché. Ha detto qualcosa sull'uccellino della mamma che non voleva più le uova e ha chiamato mio padre. Sembrava infastidito, ma ci ha preso il nido e ha camminato lungo il vialetto, dall'altra parte della strada, e si è fermato sotto il ponte chiedendoci dove l'abbiamo trovato. Attenendosi alla nostra storia, gli abbiamo mostrato il terreno sotto le travi. Là.

Quindi afferra la scaletta della piscina e inizia a salire, e questa parte non la ricordo proprio per niente. Ma quello che so è che la scala si è rotta, lui è caduto e tutto il resto che è successo è sparito dalla mia testa.

Quello che so è questo: si è assolutamente rotto la caviglia. Ha dovuto essere disoccupato per molto tempo, ha subito interventi chirurgici e, soprattutto, l'incidente lo ha costretto a lasciare la squadra di soccorso di cui faceva parte sin dal college. La squadra di soccorso che è l'unico motivo per cui ha mai incontrato mia madre. Dice che se n'è andato perché il mio fratellino era un anno o due prima, ma sono sicuro al 90% che non era così.

Tre delle uova si sono rotte e posso ancora vederle frantumate sul terreno del patio.

Forse non è un grosso problema per nessun altro qui, ma mi sento ancora letteralmente in colpa per questo ed è successo quasi due decenni fa. Ho costretto mio padre a rinunciare al suo tempo passato letteralmente salvavita, gli ho causato dolori ricorrenti per il resto della sua vita, tutto perché non riuscivo a tenere le mani lontane da un dannato nido di uccelli.

Crediti immagine: Alocasia_Fruit

# 16 Omicidio che ha scritto

Quando ero un ragazzo, ho plagiato una storia dell'Enciclopedia Brown per un progetto di scrittura creativa. Mia madre era così orgogliosa di me e da giorni ripeteva la "mia" storia ai suoi amici. Non mi ero mai sentito così in colpa in vita mia. Così vergogna. Anche se non sapevo cosa fosse il plagio, sapevo di aver rubato quelle parole, parafrasandole come mie. Ho giurato che non l'avrei fatto mai più… e che avrei scritto le mie storie per superare il furto.

Venticinque anni dopo e ho scritto tre romanzi e tonnellate di racconti… per quanto ne so, nessuno di loro è storpiato. Mi sveglio sudando freddo a volte preoccupato che qualcosa che ho letto abbia in qualche modo permeato il mio subconscio e sia finito sulla pagina.

# 17 Chi sapeva che il coniglietto di Pasqua è un esperto di impianti idraulici

Quando io e mia sorella eravamo bambine, le dissi che il coniglietto pasquale era uscito dallo scarico. Ho pensato che fosse carino, e da quando Babbo Natale è passato attraverso il camino non riuscivo a pensare a nessun altro modo per entrare in casa. Ha pianto per ORE. La Pasqua è diventata la festa più miserabile per anni fino a quando siamo cresciuti e ha capito che sono un idiota.

Crediti immagine: VelvetTush

# 18 Non è il mio nome

In seconda dissi al supplente che il mio vero nome non era Aicire. Era Sarah, e la famiglia che mi teneva mi ha fatto cambiare nome. Mi mancava essere Sarah. Avanti veloce di un paio d'ore. CPS è a casa nostra ei miei genitori erano LIVIDI.

# 19 Ed è così che impari a suonare il piano

Oddio. Quando avevo 7 anni avevo imparato a suonare la tastiera per due anni. Era una di quelle tastiere Casio che avevano i tasti illuminati per imparare a suonare una canzone. Se metti l'impostazione facile, potresti letteralmente premere 1 o 2 tasti più e più volte e riprodurrebbe l'intera canzone. Così all'età di 7 anni i miei nonni pensavano che fossi un prodigio. Potrei "suonare" Fur Elise, Canon in Re e Moonlight Sonata. La famiglia e gli amici venivano ad ascoltarmi/guardarmi giocare e rimanevano sbalorditi. 2 anni o giù di lì passano così. Per il mio decimo compleanno i miei nonni mi comprarono un vero pianoforte e mi iscrissero a un campo estivo dove 'prodigi' di diversi strumenti andavano a gareggiare. Molto costoso. Tutta la mia famiglia, gli amici di scuola e un amico di famiglia del prete erano lì per la mia festa di compleanno e volevano sentirmi suonare il mio nuovo pianoforte. Sono scoppiata a piangere e sono corsa in camera mia e ho confessato a mia nonna quello che facevo da anni e questo le ha spezzato il cuore E la fiducia per me. Faceva schifo. Rabbrividisco ancora quando ci penso. Suono da oltre 20 anni ormai e posso suonare tutte le canzoni che ho elencato e probabilmente centinaia di altre ora.

Crediti immagine: melapot8

# 20 Giocattoli e cause legali

Quando ero alle elementari, quindi probabilmente come 10 anni all'epoca, avevo questo amico C. C era quel bambino piccolo, pallido e fragile con gli occhiali, penso che tutti conoscano il tipo. Indipendentemente dall'attività fisica svolta da questo ragazzo, inevitabilmente si sarebbe ferito in qualche modo "orribile" (ad esempio una caviglia storta, una gamba contusa) e sarebbe finito a terra contorcendosi dal dolore. Se sua madre era in vista quando ciò accadeva, che era praticamente ogni volta che non eravamo a scuola, si precipitava a prenderlo in braccio e portarlo all'ospedale più vicino senza esitazione. Chiameremo questa donna elicottero signora M.

Ora io e C eravamo buoni amici, e lo eravamo fin dalla prima elementare. Andavo spesso a casa sua e lui alla mia. Una cosa da notare è che guardando indietro, sono abbastanza sicuro che la signora M fosse una accaparratrice. Solo un sacco di stronzate ammucchiate dappertutto, riusciva a malapena a vedere il pavimento nella sua camera da letto, era matto. Ad ogni modo, un anno C ha fatto una festa di compleanno a casa sua e ha invitato me e alcuni altri amici intimi a un pigiama party.

Immagino che questo sia avvenuto nel 2003 o nel 2004, perché per il suo compleanno, la signora M ha comprato a C un Gameboy SP. L'ha aperto rapidamente e abbiamo trascorso le successive 3 ore rannicchiati intorno a C mentre giocava a qualsiasi gioco fosse disponibile con il sistema. Ma alla fine abbiamo deciso di sfruttare le ultime ore di luce all'aperto e siamo andati a giocare in giardino. Tutti tranne T, un amico comune di C e di I. Ha insistito per restare dentro e giocare, cosa che gli abbiamo lasciato fare per un po'.

Alla fine avevamo bisogno di un altro giocatore per il football, quindi siamo entrati per prendere T. Dopo qualche minuto di discussione, sono riuscito a strappare il Gameboy a T e gli ho detto che l'avrei nascosto, quindi poteva anche uscire. L'ha fatto, e ho messo il Gameboy sotto una poltrona reclinabile in soggiorno. Bene, ad un certo punto quella notte, qualcuno si è seduto sulla poltrona reclinabile e la struttura della sedia ha finito per rompere lo schermo del Gameboy. Beh, sapevo che l'avevo nascosto da qualche parte, quindi la colpa si è inevitabilmente spostata su di me. Ma non volevo mettermi nei guai, così ho adottato la difesa di Bill Clinton; negare, negare, negare.

La signora M ha finito per chiamare mia madre per farmi venire a prendere e hanno avuto una grossa discussione mentre ero seduto in macchina. Mia madre mi ha detto di non parlare più con C o Ms. M, e basta. Ho visto C a scuola ogni giorno, ma ci siamo evitati a vicenda. Ogni volta che vedevo la signora M, provavo una sensazione di naufragio nello stomaco. Il che faceva schifo, perché sembrava essere a scuola **COSTANTMENTE** dopo. Comunque, la vita va avanti.

**MA ASPETTA!! C'È DI PIÙ** Avanti veloce di alcuni anni, e la signora M finisce per portare la mia famiglia in tribunale, chiedendo 75 centesimi al giorno di risarcimento per il Gameboy SP rotto. Aveva aspettato il più a lungo possibile prima che la prescrizione impedisse un'azione legale. Penso che in totale stesse chiedendo quasi $ 1000 USD.

Era così lontano nel futuro che non vedevo C da probabilmente 4 o 5 anni (ha trasferito le scuole non molto tempo dopo l'incidente) ma al processo sembrava esattamente lo stesso di allora. Comunque, abbiamo la nostra giornata in tribunale e aspettiamo in aula per ore prima che il nostro caso venga chiamato. Ci avviciniamo al banco, il giudice dà un'occhiata al caso e dice a me e C di stare proprio di fronte a lei. Si china sulla panca e dice qualcosa come: "Sono contenta che i tuoi genitori ti abbiano portato qui oggi, perché sto per darvi una lezione a entrambi. Rivolgermi al tribunale per risolvere un problema su un giocattolo rotto , è la cosa più ridicola che abbia sentito da settimane. Decidere di rimuginare su una questione per anni per trarre il massimo profitto da un simile non è una decisione degna di voi giovani. Spero che dopo oggi voi capirà meglio a cosa serve il sistema giudiziario e che non è uno strumento per vendicarsi di qualcuno. Caso archiviato".

Aveva anche alcune parole scelte per entrambi i nostri genitori, ma non ricordo esattamente cosa fossero. Mi dispiace gente! Grazie per aver letto.

TL; DR: Accidentalmente ha avuto un ruolo nella rottura di un amico Gameboy SP, fatto come Bill Clinton e ha negato quella merda, è stato citato in giudizio circa 6 anni dopo. 2/10 non lo rifarei.

Crediti immagine: gameboythrowaway28

# 21 La tartaruga brotastica

Quattordici anni fa ero a una festa di un amico di un amico e ho mentito per essere super interessato a una tartaruga o una tartaruga o qualunque cosa avesse in un terrario. Volevo solo fingere di avere un motivo valido per essere in questo angolo della stanza per avere una visione migliore di una ragazza in piedi che apparentemente non indossava un reggiseno. Ma ha iniziato a parlarmi e si è scoperto che si era appena trasferita nella porta accanto e non conosceva nessuno. Siamo sposati da quasi 10 anni e abbiamo una femmina e un maschio.

# 22 Bene, quello si è intensificato rapidamente…

Ho detto ai miei genitori che avevo perso il mio telefono schifoso durante un giro in bicicletta (C.2010) quando l'avevo effettivamente messo sotto il mio letto in modo da poter prendere un nuovo telefono touchscreen sul mio telefono scadente Alcatel.

La mamma è andata al negozio di telefonia ed è inciampata sul davanzale all'esterno, si è rotta il gomito sinistro per un soffio e ha saltato la sostituzione dell'articolazione con un intervento chirurgico. Fino ad oggi non riesce a piegare il braccio sinistro oltre i 150 gradi e non riesce a inginocchiarsi perché inciampando le ginocchia in grande stile e provocando un'ernia allo stomaco che il SSN si rifiuta di operare a meno che non diventi vita minaccioso. Il figlio più schifoso qui.

Crediti immagine: makinwar_uk

# 23 Oh, bugie d'infanzia…

Quando avevo circa 13 anni, chiamai brutto un ragazzino. A quel tempo, la migliore amica di mia madre mi accompagnava a casa da scuola. Ovviamente ha detto a mia madre quello che ho detto e mia madre mi ha chiesto di non dire cose del genere. Le ho detto che non chiamavo nessuno brutto. Era una piccola bugia (all'inizio non sapevo di cosa stesse parlando), ed è diventata una grande e completa prova su "mio figlio non mi avrebbe mai mentito" e "perché dovrei mentire su questo". Erano migliori amici e per questo non parlano più. Tutti e tre eravamo stupidi e immaturi.

Crediti immagine: bean220

# 24 È stato messo a terra, ma è ancora divertente

Non io ma mio fratello. Quando era in 1a o 2a elementare aveva voglia di non fare i compiti per una settimana intera. Quando si è confrontato con la sua insegnante su questo, ha deciso di dirle che abbiamo avuto una morte in famiglia e abbiamo perso una zia. Mia madre è una di nove e immagino abbia pensato che l'insegnante non avrebbe fatto troppe domande. Era quasi senza scotch fino a quando non è andato a fare la spesa con mia madre la settimana successiva e ha incontrato l'insegnante al caseificio. Mia madre era molto confusa quando l'insegnante si scusava per la sua perdita. Entrambe le teste si girano verso il mio fratellino e lui deve sedersi lì e spiegarlo a entrambi. È stato messo a terra e io e mia madre ci ridiamo ancora.

# 25 Ti piacerebbe sentire parlare di Nostro Signore e Salvatore…

Ho detto a mio figlio di 3 anni che ero Dio solo per essere divertente. Non importa quante volte gli dico che non sono Dio, lui pensa che lo sia ancora oggi.

Crediti immagine: BasedRocker

# 26 Il prezzo che devi pagare solo per entrare in un club

Quando ero piccolo, forse 6 o 7 anni, giocavo con mio cugino. Era/è il mio migliore amico, anche se negli ultimi anni ci siamo separati.

Comunque, gli ho detto che se salta fuori dall'albero sul trampolino, può entrare nel club. Saltò e si sbatté il ginocchio. Ha urlato omicidio blu. Non c'era nessun club. Non c'era test di ingresso.

L'infortunio resiste fino ad oggi. Lo ha colpito quando giocava alla graticola (doveva rinunciare), lo ha colpito quando è entrato nell'esercito e di nuovo quando è diventato un poliziotto. Sono preoccupato che un giorno muoia a causa di quel ginocchio e mi incolperò per questo.

[FYI:] Gridiron = football americano. Non farò mai più quell'errore. Quando ho detto che temo che morirà a causa del suo ginocchio, intendevo una specie di incidente legato al lavoro. So dove lavora come agente di polizia ci sono molti bogan violenti (il peggior tipo di bogan).

Crediti immagine: girraween

# 27 Impersonare un fratello per tutti i giusti motivi

Il mio patrigno chiamava dopo la morte di mia nonna di tanto in tanto "per la sua macchina" e poi lo trasformava in una chiacchierata. Ha sempre pensato che fossi mio fratello al telefono e la maggior parte delle volte lo correggevo.

Da quando mia nonna è morta, ha letteralmente iniziato a bere fino alla morte. L'ho visto pochi mesi dopo la sua morte ed era DAVVERO magro e a malapena ancora con esso. Ricordo di aver trattenuto le lacrime mentre cercava di raccontarmi una barzelletta. Questo vecchio triste e incredibilmente debole che era a poche settimane dalla morte stava raccogliendo tutta la forza che aveva per raccontarmi una barzelletta. In realtà era anche piuttosto divertente.

Era sempre un po' un coglione, il che per qualche ragione mi rendeva molto più triste vederlo così. A volte mi chiedo perché è così.

Avanti veloce di alcune settimane. Ha chiamato a casa nostra per parlare con mio fratello, che è un meccanico, per fargli una domanda, "sulla sua macchina"

Ho risposto e, ancora una volta, ha pensato che fossi mio fratello. Probabilmente ho provato circa 10 volte a correggerlo, ma ha continuato a parlare senza molte possibilità per me di dire "fammi andare a prendere mio fratello"

Ad ogni modo, la "piccola bugia" è che ho avuto una conversazione di 20 minuti con il mio nonno che pensava che fossi mio fratello per tutto il tempo. Mi ha fatto molte domande personali e ho fatto del mio meglio per rispondere come pensavo avrebbe fatto mio fratello. Idky, ma per qualche motivo quando lo ricordo mi fa sentire orribile. Inoltre questa è stata probabilmente l'ultima volta che ha parlato con qualcuno prima di andare in ospedale e morire.

# 28 Furto di identità accidentale

Quando racconto storie [online] cambio alcuni dettagli. Ad esempio, se ho 18 anni dirò che ne ho 17 o 19, dirò che vivo in una città una città più in là, cose del genere. Il punto è che se qualcuno si arrabbia con me (cosa che accade abbastanza regolarmente) non sarà in grado di doxxmi.

Beh, qualcuno ha cercato comunque di farmi male, e in qualche modo è giunto alla conclusione che ero questo ragazzo un anno sotto di me nella stessa scuola superiore di allora.

Quindi ho dovuto provare a convincere il tizio doxx che non ero io, e ho dovuto andare da questo ragazzo e spiegare che in qualche modo avevo rubato accidentalmente la sua identità e che dovrebbe stare attento a un tizio pazzo su Internet.

Devo aver messo abbastanza dubbi nella mente del doxxer perché dopo non è successo nulla.

Crediti immagine: BlatantConservative

# 29 Dai la colpa alla ragazza cattiva

Ricordo che all'asilo c'era questa ragazza nella mia classe che mi odiava davvero e sarebbe stata nel complesso cattiva. Un giorno, sono stato prelevato a scuola madido di sudore e dal nulla ho detto a mia madre *nome di una ragazza cattiva* che mi è caduta dell'acqua sulla testa. Ciò ha portato me, mia madre, lei e sua madre nell'ufficio del preside con tutti arrabbiati con lei mentre piangeva. Penso che si sia scusata… Ma comunque, con due mamme arrabbiate e un preside penso che lo farei anch'io.

Crediti immagine: 2d4b5l69

# 30 Qual è di nuovo la mia età?

Non è la mia bugia, ma mi è stato detto dal mio compagno di stanza del college e ha praticamente sconvolto tutto ciò che pensavo di sapere sul mondo o sulla condizione umana:

Il primo giorno di college io e i miei 3 coinquilini (assegnati a caso, mai incontrati) ci trasferiamo nel nostro appartamento. Capita che sia il compleanno del compagno di stanza X il giorno in cui ci trasferiamo. Dice casualmente che ha appena compiuto 18 anni, gli auguriamo un felice compleanno, niente di straordinario, giusto?

SBAGLIATO. Avanti veloce a 3 anni dopo, esattamente 3 anni al giorno. Portiamo fuori il compagno di stanza X a cena per quello che dovrebbe essere il suo 21esimo compleanno, ovviamente con l'intenzione di versargli da bere in gola finché non riesce a ricordare il suo nome. Siamo al tavolo a dire alla cameriera di "prendersi cura di lui" "è tutto su di noi" "ha appena compiuto 21 anni, scoppia la birra!" ecc. Lei lo scheda come per scherzo, guarda la sua carta d'identità e dice "uhhhh… hai appena compiuto 22 anni? Non 21?". Pensiamo tutti che abbia commesso un errore di matematica, ma lui annuisce imbarazzato e riprende il suo documento d'identità.

A questo punto non possiamo semplicemente fingere che non sia successo niente e chiedergli quanti anni aveva acceso quel giorno. Si guarda intorno come se stesse cercando una via di fuga e alla fine dice "21…". Sono scettico a questo punto, quindi chiedo di vedere il suo documento d'identità. Esita ma si rende conto che non c'è via d'uscita e me lo porge. Certo come l'alba questo ragazzo ha 22 anni. A questo punto la cameriera è rimasta in piedi goffamente per alcuni minuti e alla fine si è semplicemente calmata.

Ora potresti pensare che questa sia stata una bugia/errore casuale che ha commesso il primo giorno e che non ha mai avuto motivo di correggere. Ma ripensa al college. Pensa a tutte le sottili bugie che questo ragazzo deve avermi detto, gli altri nostri coinquilini, diavolo quasi tutti quelli che ha incontrato nel corso di quel periodo di 3 anni, per non lasciarsi sfuggire mai, *mai* che in realtà è un anno più grande di noi tutti pensano. Abbiamo anche passato praticamente un anno intero in cui "non siamo stati in grado di comprare alcolici" pensando che avesse 20 anni come il resto di noi, quando in realtà ne aveva 21. Non riesco nemmeno a contare quante feste abbiamo avuto in cui abbiamo dovuto darci da fare. solo per avere un paio di casse di Natty Ice, e questo tizio avrebbe potuto risolverle tutte semplicemente ammettendo la sua bugia. Ma non l'ha mai fatto.

Questo mi ha colpito molto duramente, e per tutta la mia vita non riesco ancora a spiegare perché sono così confuso, sconvolto o offeso o non so cosa su questo. Per settimane dopo l'unica conversazione che avremmo avuto è che io gli chiedessi perché avrebbe mentito su una cosa del genere, quante volte deve aver quasi commesso un errore e ci ha detto la verità, e SOLO PERCHÉ diavolo sarebbe andato così tanto in una tale una bugia irrilevante. Non ha mai avuto una risposta. Nemmeno "stavo trolling" o "ho pensato che sarebbe stato divertente". Ho appena alzato le spalle e sono andato "idunno". E questo dev'essere quello che mi attira di più. La possibilità che non ci fosse davvero alcun motivo per questa bugia, e che sono stato trollato per 3 anni perché questo ragazzo ha detto accidentalmente 18 invece di 19 ed era troppo imbarazzato o pigro o qualsiasi altra cosa per correggersi. Sono passati 6 anni e questo treno mentale mi tiene ancora sveglio la notte a volte.

*Voglio solo sapere perché*

Crediti immagine: anon

(Fonte: Bored Panda)