La pandemia introdurrà una nuova ondata di cinema indipendente come necessità?

Tyler Perry alla cerimonia di induzione per ...

Queste storie di "così è fatta la salsiccia" non ricevono mai molti commenti, ma ho trovato questa storia di Varietà affascinante e terrificante. Non si tratta solo del processo di creazione di film in un'economia globale sull'orlo di una depressione mondiale, ma di come procedere con la normale produzione di film durante una pandemia mortale. Il punto della storia di copertina di Variety è che non ci sono affari come al solito, e non ce ne saranno per un po '. Inoltre, industrie come Hollywood stanno ricevendo zero indicazioni dal governo federale, quindi sostanzialmente stanno parlando con vari leader statali e locali su come procedere. La varietà inizia con Tyler Perry e come è stato il primo grande personaggio ad annunciare un riavvio della produzione:

Qualcuno ha dovuto fare il salto. Dopo mesi di arresti imposti dal coronavirus, Tyler Perry ha annunciato il 12 maggio che inizierà la produzione nei suoi Tyler Perry Studios con sede ad Atlanta nella seconda stagione del suo spettacolo BET "Sistas" l'8 luglio e "The Oval" tre settimane dopo. Mentre accelera la produzione, Perry sarà tra i primi nel settore a mettere in atto una profusione di idee non testate che hanno preoccupato l'industria dell'intrattenimento su come tornare a lavorare nell'età di COVID-19.

"Sono entusiasta", dice Perry a Variety. "Sono entusiasta di essere in grado di assicurarsi che le persone possano prendersi cura di se stesse e sostenere le loro famiglie, ma anche entusiasta di impostare un modello qui che penso possa funzionare ovunque."

Metterà alla prova il cast e il suo equipaggio “drasticamente” ridimensionato di Atlanta quando arrivano in studio e prima che inizino la produzione, e altre quattro volte durante le riprese di due settimane e mezza per ogni spettacolo. Tutti sul set indosseranno maschere protettive e le scene di gruppo si terranno fino a dopo il quarto giorno sul set, quando tutti saranno stati nuovamente testati. I pasti saranno serviti in diversi "pod di ristorazione" sul più grande palcoscenico per massimizzare il distanziamento sociale. Perry volerà membri del cast fuori città sul suo aereo privato e, poiché lo studio è un complesso dell'esercito americano dismesso, tutti coloro che lavorano alla produzione vivranno nel campus.

Non tutti sono d'accordo con l'idea di tornare in produzione prima che ci sia un trattamento medicinale o un vaccino per COVID-19. Un regista di un film in studio che era in pre-produzione quando tutto è stato chiuso ritiene che tali piani siano irresponsabili. Il regista, che ha parlato con Variety a condizione di anonimato, si risente di essere stato inviato in luoghi di ricognizione a marzo quando gli era chiaro che il mondo era in una pandemia e pensa che qualsiasi piano di ricominciare sia ridicolo. "Un film non può funzionare con le maschere e le distanze sociali: tutti sono sempre l'uno sopra l'altro", afferma. "Per non affrontarlo, o sei in negazione o sei ignorante, o stai fingendo di non saperlo, quindi la società non è responsabile."

[Dalla varietà]

Questo è un livello folle e costoso di "protezione" per un set cinematografico / televisivo, e non riesco a vedere come altre produzioni possano garantire qualcosa del genere. Apprezzo che Perry stia cercando di riportare le persone al lavoro e sono sicuro che ci saranno molti occhi su di lui e su questo esperimento. Variety ha anche parlato con Zoe Kravitz, che era a Londra lavorando a The Batman quando la produzione è stata chiusa. Ora è in blocco in Inghilterra, sta ancora aspettando di vedere se torneranno presto in produzione:

L'attore Zoë Kravitz, che ha dovuto sospendere il lavoro nel ruolo di Catwoman al fianco di Robert Pattinson in "The Batman" di Matt Reeves, afferma che una parte di lei "spera di svegliarsi ogni giorno a un'email o a una telefonata dicendo:" Siamo pronti andare. "" Ma quando potrebbe essere, non è chiaro.

"Sono in contatto con tutti e tutti sono pronti a partire quando è sicuro", dice. "Ma no, non ne abbiamo idea." Il problema è semplicemente che, considerando le massicce squadre, i complessi stuntman e gli elaborati set, costumi e trucchi, le produzioni su larga scala potrebbero essere troppo grandi per accogliere ragionevolmente le precauzioni COVID-19 senza un vaccino. Dopotutto, il solo tentativo di interpretare uno dei ladri più iconici di Batman non è un lavoro individuale, Kravitz dice: “Hai persone che si toccano il viso, toccano il corpo tutto il giorno. Ho bisogno di aiuto per entrare nella tuta. Non posso farlo da solo. Probabilmente sono stato toccato più di ogni altro lavoro, solo per i vestiti, i combattimenti e tutto il resto. "

[Dalla varietà]

Variety sottolinea che le produzioni più grandi (come The Batman e vari film della Marvel) saranno probabilmente alcune delle ultime a riavviare la produzione perché sono così grandi, così intense, e come dice Zoe, stanno lavorando in spazi così ristretti . Esiste una teoria secondo cui il cinema indipendente potrebbe trarre vantaggio dalla pandemia, perché sono produzioni più piccole, più veloci ed economiche che possono essere realizzate con una piccola troupe e una manciata di attori nel giro di poche settimane. Quale sarebbe qualcosa, no? Se questo è quello che ci voleva per una nuova ondata di registi indipendenti e allontanarsi da quelle produzioni gonfiate in studio? La pandemia potrebbe essere un enorme ripristino cinematografico / culturale.

Zoe Kravitz agli arrivi per HIGH FIDELIT ...

Foto per gentile concessione di WENN.

SAG Awards Arrivi 2019
Zoe Kravitz agli arrivi per HIGH FIDELIT ...
Tyler Perry alla cerimonia di induzione per ...

Commenta su Facebook