La mamma chiede se è davvero “la peggiore” per volere che sua figlia adolescente contribuisca finanziariamente alla loro vita dal momento che sta guadagnando soldi

Alcuni genitori si chiedono se sia mai appropriato addebitare l'affitto dell'adolescente. La verità è che non esiste una risposta valida per tutti. Dipende. Naturalmente, ci sono alcune linee guida, ma ogni situazione è diversa e i genitori hanno bisogno di capire cosa è meglio per la loro famiglia.

L'utente di Mumsnet (il più grande sito web per genitori del Regno Unito) Icanflyhigh, ad esempio, ha pensato che fosse giunto il momento in cui sua figlia di 16 anni iniziasse un apprendistato e guadagnasse £ 14.5K (circa $ 20K) all'anno. Anche lei non ha chiesto molto. Solo £ 50 (circa $ 70) a settimana.

Tuttavia, quando ha chiesto all'adolescente di contribuire al bilancio familiare, la ragazza si è arrabbiata molto, molto velocemente. L'intera faccenda è diventata una lotta così grande che Icanflyhigh ha iniziato a sentirsi la peggior mamma del mondo per aver proposto questa idea in primo luogo.

Quindi, ha raccontato la sua storia sulla piattaforma online e ha chiesto ad altri genitori se fosse o meno irragionevole. Continua a scorrere per scoprire come è andato tutto e cosa ne pensa Talya Stone, un ex redattore capo diventato blogger di genitori e la donna dietro Motherhood: The Real Deal e 40 Now What .

Crediti immagine: Highwaystarz-Photography (non la foto reale)

Talya Stone pensa che sia estremamente importante insegnare ai bambini il valore del denaro. "Devono capirlo fin dall'inizio", ha detto il blogger genitoriale a Bored Panda .

Per aiutarli, Stone ha suggerito di dare loro la paghetta e il proprio portafoglio fin da un'età abbastanza giovane. "Dì loro di portarlo con sé nei giorni fuori casa e nei giorni festivi e di pagare piccoli pezzi e bob che vogliono per se stessi, anche se è solo una tavoletta di cioccolato", ha detto. “Penso di aver iniziato a farlo con mia figlia quando aveva cinque anni, ma si poteva fare anche prima. Capire il denaro, quanto costano le cose, il potere di spesa e come risparmiare è un'abilità vitale per la vita. Se tuo figlio vuole un nuovo giocattolo, invece di comprarglielo ogni volta su richiesta, puoi incoraggiarlo a risparmiare e dirgli che pagherai la metà del tempo che fa loro, per esempio. Questo non è mai stato così importante nel mondo sempre più materialista in cui viviamo”.

Altri esperti concordano. Sam X Renick, il co-creatore di Sammy Rabbit, un'iniziativa di alfabetizzazione finanziaria e di carattere per bambini, ha evidenziato che il denaro è parte integrante della vita quotidiana: dove viviamo, cosa mangiamo, i vestiti che indossiamo, l'auto che guidiamo, la salute cura, educazione, educazione dei figli, regali, vacanze, intrattenimento, riscaldamento, aria condizionata, assicurazione: lo chiami, il denaro è coinvolto.

Renick, che insegna ai bambini il denaro dal 2001, ha scoperto che prima si avvia il processo di educazione finanziaria di un bambino, meglio è.

I genitori dovrebbero continuare a insegnare ai loro piccoli i diversi aspetti del denaro man mano che crescono. "Altre cose da fare è portarli in banca con te e aprire un conto bancario a loro nome fin dalla giovane età e far loro depositare parte della loro paghetta lì", ha aggiunto Talya Stone. “Parla con loro di quanto costano le cose quando sei nei negozi o fai acquisti online. Parla con loro di quanto guadagni o di quanto costa una vacanza in famiglia o una giornata fuori casa. Non dovremmo rifuggire da queste cose o esserne imbarazzati. Una comunicazione aperta e adeguata all'età su queste cose come per altre cose nella genitorialità è vitale. Puoi anche chiedere loro di prendere in prestito denaro – un dollaro qua e là – e restituirlo in modo che anche loro capiscano questo concetto”.

Amy Morin, assistente sociale clinica autorizzata, psicoterapeuta e docente presso la Northeastern University di Boston, nel Massachusetts, ha affermato che in alcuni scenari è perfettamente ragionevole che un genitore diventi il ​​padrone di casa dei propri figli.

In un articolo per Verywell Mind , Morin ha fornito questi esempi:

  • Il tuo ragazzo di 16 anni lascia il liceo e dice che vuole trovare un lavoro;
  • La tua diciassettenne lascia la scuola e dice che preferirebbe prendere solo il suo GED;
  • Il tuo diciottenne vuole vivere a casa dopo essersi diplomato al liceo. Ha intenzione di trovare un lavoro, piuttosto che andare al college;
  • Il tuo diciannovenne abbandona il college dopo un semestre.

In questo caso particolare, Talya Stone crede che la madre fosse ragionevole. Tuttavia, forse c'era un modo migliore per farlo. "La figlia è più che abbastanza grande per imparare a pagarsi", ha detto. "Forse il problema qui è la mamma che stabilisce l'agenda".

“Invece, potrebbero sedersi e concordare un piano insieme, prendendo in considerazione i pensieri, i sentimenti e le aspettative dell'adolescente. Dare il suo contributo e una voce nel processo decisionale porterà probabilmente a un accordo. In questo momento, il pensiero della mamma è corretto, ma forse ha bisogno di essere più astuta nel modo in cui convince i suoi figli a capire e ad essere d'accordo, e questo è coinvolgendola nel processo".

Stone ha sottolineato che in queste situazioni, i genitori devono tenere a mente che stanno parlando con un adolescente. “Hanno atteggiamenti e opinioni molto forti e giustamente presto! Gli adolescenti spesso possono agire in modo duro e sono una legge a sé stante. Sentono che il mondo è contro di loro, quindi si tratta di mostrare loro che sei dalla loro parte, piuttosto che agire come una minaccia".

Ecco cosa ha detto la gente sulla situazione

Il post La mamma chiede se è davvero "la peggiore" per volere che sua figlia adolescente contribuisca finanziariamente alla loro vita dal momento che sta guadagnando soldi è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)