La duchessa Camilla non si preoccupa di “alcuni collegi elettorali che potrebbero lamentarsi”

Ai tempi, la principessa Diana era particolarmente amata dai media americani. Gli americani amavano Diana perché la vedevamo come una bellissima e dolce principessa che amava aiutare le persone e voleva amore in cambio. Diana sognava di trasferirsi in America dopo aver divorziato da Charles, e credo che sarebbe stata accolta qui a braccia aperte, dagli americani e dai media americani. La rivista People in particolare era fissata su Diana e sul racconto della sua storia, ed erano estremamente comprensivi nei suoi confronti per tutta la sua vita adulta. Quindi… è interessante vedere People Magazine entrare nel business di Embiggening Camilla anni dopo. Questa settimana, People Magazine ha pubblicato una serie di storie sull'annuncio della "Regina Consorte Camilla" e sul perché è successo e perché è una buona cosa. È chiaro che Clarence House è anche piuttosto interessata ad attingere all'improvviso dai mercati dei media americani. Molto interessante. Alcuni punti salienti:

Perché la regina ha espresso il suo "sincero desiderio" su Camilla il giorno dell'adesione: un insider reale ha detto a PERSONE nel numero di questa settimana che il tempismo "doveva essere quello giusto". "Non potevano aspettare finché Carlo non fosse effettivamente re – doveva venire dalla regina stessa", dice l'insider. "Ora è stato un buon momento a causa del Giubileo: era quasi fatto su misura per questo tempismo".

Naturalmente Carlo ha complottato per anni: il principe Carlo si è preparato per questo annuncio da anni, poiché prevedeva che la sua incoronazione includesse sua moglie al suo fianco come regina, una fonte ha confermato a PEOPLE. Quando è stato raggiunto per un commento, un portavoce di Clarence House ha dichiarato: "La pianificazione dettagliata per un'incoronazione inizia al momento dell'adesione. Quindi non ci sono piani di questo tipo in questa fase”.

Lo storico reale Robert Lacey ton spiega perché la regina lo annunciò: “Mentre pensava a suo padre Giorgio VI, avrebbe pensato anche a sua madre e all'importanza che aveva avuto come partner per lui. E poi, naturalmente, con la morte del principe Filippo, sta valutando i sacrifici e le difficoltà di essere una consorte".

Camilla è un enorme supporto per Charles: "Lei è un enorme supporto" per Charles, un insider reale dice a PEOPLE nel numero di questa settimana, aggiungendo che il futuro re può essere incline a "momenti Eeyore" e Camilla "lo rallegra".

Alcune persone si lamenteranno: "Ci sarà sempre qualche contraccolpo, ma non puoi accontentare tutti in ogni momento", aggiunge l'insider reale. "Ci saranno persone di alcuni collegi elettorali che potrebbero lamentarsi".

Camilla avvincente: coloro che conoscono il lavoro di Camilla dietro le quinte affermano che ha svolto "un lavoro esemplare da quando ha sposato" il principe Carlo, dice l'insider reale. La indicano come una grande sostenitrice “dei diritti delle donne e di coloro che combattono gli abusi domestici. Ha arato il suo campo in termini di doveri ed è stata benvoluta”.

[Dalla rivista People ]

Storia vera: mia madre legge People Magazine da decenni e ogni volta che qualcuno menziona Camilla, mia madre nitrisce come un cavallo per rappresaglia. Per una certa generazione, per un “certo collegio elettorale”, Camilla sarà sempre sgradevole. Camilla sarà sempre l'altra donna, quella che ha reso la vita di Diana un inferno. Mentre gli "insider reali" si sentono abbastanza audaci da guardare dall'alto in basso "alcuni collegi elettorali che potrebbero lamentarsi", a un certo punto, gli addetti ai lavori potrebbero rendersi conto che quei collegi elettorali sono in realtà piuttosto grandi. Soprattutto qui in America. Non prendiamo troppo gentilmente la borsa del vino da cavallo che ha rovinato la favola di Diana. I media britannici sembrano determinati a ficcare in gola a tutti la propaganda zuccherata pro-Camilla, ma perché in nome di Dio Clarence House ha provato questa merda con People Magazine?

PS… Le foto in questo post sono dell'evento di gala sul tappeto rosso della scorsa notte per il British Asian Trust, che si è tenuto al British Museum (sede di molte antichità saccheggiate e rubate dall'Asia).

Foto per gentile concessione di Avalon Red, Instar.