La donna diventa virale con oltre 126.000 Mi piace dopo aver condiviso una potente storia personale sul perché “non possiamo smettere di dire gay”

Internet e la tecnologia in generale hanno rafforzato molti movimenti nel corso degli anni, in particolare quelli per i diritti umani, e in particolare quelli che combattono per la comunità LGBTQ+.

E con l'evolversi del movimento, vediamo sempre più persone coinvolte nella lotta per la parità dei diritti e prendere posizione, incoraggiando discussioni e cambiamenti in meglio.

La storia attuale non è diversa. Di recente una donna è andata su Twitter con una storia di amore e rispetto, sollecitando un cambiamento nella società e nella cultura, e ancor di più nell'imminente legislatura che potrebbe rivelarsi più tossica che positiva.

Ulteriori informazioni: Twitter

Sembra che la lotta per i diritti LGBTQ+ non abbia fine, ma le persone persistono e questa storia spiega quanto sia cruciale sopravvivere

Crediti immagine: Lorie Shaull

Incontra Rhian Beutler, un'imprenditrice del sud della California che ha recentemente condiviso la storia di una sua cara amica. Bored Panda ha contattato Rhian per parlare della sua storia e del movimento LGBTQ+.

In breve, al liceo, Rhian ha incontrato un ragazzo che si era appena trasferito da una scuola prestigiosa alla sua scuola pubblica. Sono diventati buoni amici e, alla lunga, Rhian ha scoperto perché era stato trasferito in primo luogo: era gay e la sua famiglia non lo approvava. Aggressivamente.

Anche se a quel punto non potevano farci nulla, hanno fatto qualcosa quando ha compiuto 18 anni: lo hanno accolto, gli hanno dato una casa sicura e gli hanno dato il potere di fare grandi cose nella vita attraverso l'amore e il sostegno. Ora è laureato alla Ivy League e immunologo che lavora sul cancro.

L'imprenditore Rhian Beutler si è rivolto a Twitter per condividere una storia di come la sua famiglia ha accolto il suo amico gay delle superiori e perché "non possiamo smettere di dire gay"

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

"Francamente, ero infuriato twittando per l'introduzione dell'Ohio House Bill 616, che è il tentativo dell'Ohio di legiferare sull'omofobia, la transfobia e il razzismo", ha spiegato Rhian. "Inoltre, questo è avvenuto sulla scia dell'approvazione delle leggi del Texas e della Florida, insieme all'introduzione di 200 progetti di legge negli Stati Uniti che legiferavano sull'odio contro la comunità LGBTQIA +".

Per il contesto, Bored Panda ha recentemente coperto i tentativi legali della Florida , cioè il disegno di legge “Don't Say Gay”, di vietare i discorsi sull'orientamento sessuale negli asili e nelle scuole primarie fino al terzo anno, che è anche toccato nel thread di Rhian.

Ha continuato: “Avevo bisogno che le persone capissero il costo umano di costringere i bambini a stare nell'armadio o vivere una vita non autentica. L'ho scritto sperando che potesse risuonare con alcuni dei miei seguaci, motivo per cui ho esortato la gente a votare e chiamare poiché l'unico modo per prevenire ulteriori atti di odio legislativo è approvare la legislazione federale".

“Inoltre, come evidenziato nel mio thread, sono cresciuto in una famiglia che apprezza molto la giustizia sociale. La mia bisnonna è fuggita dalla Germania nazista con la nostra famiglia e ha impresso nella mia memoria due parole "tu etwas", che significa "fai qualcosa". Per me, scrivere il tweet è stato fare qualcosa ed è stato un modo per raggiungere il maggior numero di persone nel modo più veloce possibile".

"Non possiamo smettere di dire gay" è un riferimento e una risposta ai numerosi progetti di legge "Non dire gay" emanati a livello statale

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Rhian ha continuato dicendo nel suo thread che ce ne sono molti altri in situazioni simili e persino uguali e, quel che è peggio, le autorità a livello statale continuano ad approvare leggi che rafforzano l'agenda anti-queer.

Rhian ha esortato le persone a prendere posizione, combattere qualunque legislazione anti-queer venga lanciata sulla gente e agire in modo che le persone LGBTQ+, in particolare i bambini, possano sentirsi al sicuro, promuovendo nel contempo una cultura di amore e accettazione.

“Quando ero al liceo, di fatto c'era un messaggio di 'non dire gay'. Per quanto ne so (e potrei sbagliarmi), non c'erano ragazzi gay "fuori" nella mia scuola quando mi sono diplomato nel 2003", ha spiegato Rhian sullo stato attuale e sulla traiettoria dei diritti LGBTQIA+.

“Questa gag culturale ha reso il coming out molto difficile e spaventoso. Anche se i tempi sono cambiati e la Corte Suprema ha approvato l'uguaglianza matrimoniale nell'estate del 2015, l'odio nei confronti della comunità LGBTQ+ esiste ancora. Abbastanza perché il bavaglio culturale omofobico della mia giovinezza venga ora legiferato contro i più vulnerabili della società".

"Legislare l'omofobia e la transfobia è spaventoso e pericoloso, e consiglierei a chiunque legga di contattare il suo rappresentante al Congresso".

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

La risposta delle persone su Twitter è variata, con alcuni che non capiscono davvero come la legislazione che colpisce la scuola materna fino ai bambini di terza elementare abbia un significato qui. Ma dobbiamo ricordare che tutto inizia da qualche parte e può lentamente iniziare a filtrare in altri gradi. Questo è oltre al fatto che si aggiunge ancora alla formazione complessiva di una cultura e di una società che tende o si allontana dalla parità dei diritti.

Ma c'erano anche quelli che sostenevano il messaggio di Rhian. Che si tratti di persone che hanno semplicemente ringraziato Rhian per la storia, o di coloro che si sono uniti alla conversazione con le proprie esperienze e pensieri sull'argomento, il thread ha parlato a molte persone poiché ha ottenuto oltre 126.000 Mi piace e 35.000 retweet.

Nella nostra intervista con Rhian, ha anche notato che molte persone l'hanno contattata tramite messaggi diretti con storie: persone che condividono le proprie esperienze dalle loro famiglie, genitori che condividono i loro figli, insegnanti che condividono su come essere migliori alleati dei bambini in aule e, inutile dirlo, storie di molte persone LGBTQ+ in crisi.

Nel suo thread ormai virale, Rhian esorta le persone a "fare qualcosa" e a respingere la marea legale dell'omofobia e dell'odio

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Dati i numerosi aggiornamenti e aggiunte che ha apportato nel thread, abbiamo chiesto a Rhian se c'è qualcos'altro che vorrebbe aggiungere o modificare a questo punto e lei ha detto questo:

“In primo luogo, riconosco di aver commesso un errore nel mio thread di Twitter; Ho identificato il mio amico come un rifugiato, il che non è corretto. È un immigrato. Questo è importante notare poiché l'esperienza di immigrati e rifugiati varia notevolmente".

“Inoltre, il 56% dei ragazzi trans ha tentato di [togliersi la vita]. I bambini LGBTQIA+ hanno il doppio delle probabilità di sperimentare una depressione da moderata a grave”.

“Dobbiamo proteggere i bambini LGBTQIA+ e, per citare un governatore con cui raramente sono d'accordo, il governatore del GOP dello Utah Spencer Cox: 'Voglio che vivano' – ha detto questo mentre poneva il veto agli anti-trans nella legislazione sportiva nello Utah. Sfortunatamente, il suo veto è stato annullato dal legislatore statale dello Utah".

La storia di Rhian ha risuonato con molte persone, ottenendo oltre 126.000 Mi piace con 35.100 retweet

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Crediti immagine: rhiankatie

Rhian ha anche voluto trasmettere le parole della sua amica, del suddetto uomo, che desiderava rimanere anonima sulla questione:

“Come ogni gruppo, cerchiamo pari opportunità, connessione reciproca e sicurezza comune. Da Frank Kameny a Marsha P Johnson e James Baldwin, siamo patrioti, scienziati, studiosi e attivisti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia americana. Nessun conto toglierà quell'orgoglio".

Ha anche concluso la sua intervista con un appello rivolto agli adulti di essere al sicuro, di combattere tali progetti di legge, di essere gentili, di votare e di "fare qualcosa". Mentre per i bambini LGBTQ+ che potrebbero leggere questo, dice questo:

“Sono sicuro che ti senti solo e spaventato in questo momento. Mi dispiace che ci siano adulti che stanno attivamente danneggiando te e il tuo diritto di esistere. Ci sono molte persone come me che combatteranno per te e staranno con te. Per favore, non dimenticarlo. Spero che tu possa trovare un adulto sicuro, ma se non puoi in questo momento, ricorda che crescerai e compirai 18 anni e sarai in grado di lasciare qualsiasi stato/situazione in cui ti trovi e trasferirti in un posto sicuro. Potrai scegliere la tua famiglia se la tua non ti supporta. Troverai fratelli e sorelle nella comunità. Tieni duro. Migliora".

Puoi controllare il tweet nel contesto qui , oltre a dare un seguito a Rhian su Twitter qui . Ma prima di andare, ci piacerebbe sentire i tuoi pensieri sulla storia di Rhian o sull'intero problema "Non dire gay" nella sezione commenti qui sotto!

Il post La donna diventa virale con oltre 126.000 Mi piace dopo aver condiviso una potente storia personale sul perché "non possiamo smettere di dire gay" è apparso per la prima volta su Bored Panda .

(Fonte: Bored Panda)